A2 - Zucca guarda a Treviso: niente effetti speciali per vincere al PalaVerde

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 163 volte
A2 - Zucca guarda a Treviso: niente effetti speciali per vincere al PalaVerde

Tra le più liete sorprese di questo super inizio di stagione della XL EXTRALIGHT® c’è sicuramente anche Dario Zucca. Il lungo cagliaritano è stato protagonista oggi pomeriggio della nuova puntata del Poderosa Caffè, ospitato questa settimana dal Caffè Mirò di Porto San Giorgio.

Il lungo cagliaritano ha esordito replicando in maniera lusingata a coach Ceccarelli che, dopo il match contro Verona, ha definito lui e Campogrande le “variabili” della stagione gialloblu. “Sono d’accordo, nella nostra prima annata da senior dobbiamo ancora dimostrare la nostra qualità e consistenza – ha ribadito Zucca – comunque sono contento per le parole che ha speso il coach per noi, chiaramente io sto dando quello che posso: ossia il mio massimo”.

Una crescita testimoniata dalle cifre quella dell’ex Chieti, che contro la Tezenis ha confezionato una prova da 6 punti e 8 rimbalzi. “Credo sia normale crescere partita dopo partita, l’importante è continuare fino a fine anno con questo trend – ha aggiunto Zucca – dopo qualche partita di assestamento, ora mi sento in forma e sto giocando come so giocare. Ovviamente Valerio e Marshawn hanno ben altro livello rispetto al mio, ma come tipologia di giocatori siamo abbastanza simili. Loro sono bravissimi con me, sono molto presenti entrambi a spiegarmi delle cose, ognuno col suo modo. Da parte mia cerco di seguirli e di carpire da loro qualche segreto. Penso mi stia servendo e spero che a fine anno i frutti si vedranno”.

Domenica un test da grande per la Poderosa, sul campo di una delle corazzate di questo campionato: la De’Longhi Treviso. “Al PalaVerde è difficile giocare bene e con fluidità, visto il calore dei tifosi e le qualità della squadra che andiamo ad affrontare – ha detto il lungo gialloblu – non aspettiamoci una partita ad effetti speciali, sarà una partita dura, magari anche brutta da vedere, ma bisognerà combattere dall’inizio alla fine. Per quanto mi riguarda, dovrò fare la guardia a Brown, che finora è stato uno dei migliori realizzatori del campionato. Un esame mica da poco”.