A2 - Treviglio, la sala stampa di Vertemati e Mezzanotte

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 218 volte
A2 - Treviglio, la sala stampa di Vertemati e Mezzanotte

In Sala Stampa coach Adriano Vertemati e Andrea Mezzanotte commentano cosi la sconfitta contro Legnano

Adriano Vertemati

Ci son o state 3-4 situazioni, in cui potevate agganciare o superare Legnano. Questo avrebbe potuto cambiare il risultato finale?

Non credo, o comunque non saprei. La realtà è che Legnano ha condotto dal primo all’ultimo minuto; anche quando noi ci siamo riavvicinati a 5’ dalla fine, con un palazzetto che ci spingeva e ci dava energia, hanno avuto sempre le idee chiare e continuato a giocare in penetra e scarica, facendoci fare degli errori di inesperienza, segnando tiri allo scadere e prendendo rimbalzi decisivi. Questo è stato il loro grande lavoro e questo tipo di mentalità non è una cosa che ci si inventa dall’oggi al domani. Spero che questa partita sia per noi un ponte per il futuro, dal quale prendere insegnamento, perché tante cose positive le abbiam fatte. Abbiamo raggiunto il nostro livello massimo attuale, che però non è il livello potenziale assoluto. Quindi resto fiducioso, Legnano resta sempre una squadra forte, a prescindere dai precedenti. Continueremo per la nostra strada, migliorando e facendo crescere i nostri giocatori: è l’unico modo per essere competitivi per la stagione.

Avete recuperato parzialmente Marino, mentre non si hanno ancora certezze su Borra. Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?

Bisogna essere positivi. Marino l’abbiamo rimesso in campo, ha fatto degli allenamenti e si sentiva pronto, dandoci oggi un contributo importante. La speranza è di averlo al 100% per la prossima settimana. Per Borra, invece, seguiranno comunicati della società perché stiamo valutando qualcosa di più risolutivo per questo problema al ginocchio che lo sta martoriando dalla pre stagione.

 

Andrea Mezzanotte

Un avvio di campionato difficile, così come per tutta la squadra. Poi sei esploso a Rieti e oggi un’altra grande prestazione. Purtroppo non sono arrivati i 2 punti, anche se vi state pian piano ritrovando come squadra.

Mi sto riprendendo e la squadra sta cominciando a girare. Abbiamo disputato una buona partita, solo che loro nei momenti chiave han sempre trovato il canestro e noi abbiamo perso qualche possesso di troppo.

Quanto è importante per te poterti allenare con la squadra anche alla mattina?

È davvero molto importante, ora posso dedicarmi di più, non solo sul basket, ma anche sull’aspetto fisico del gioco e questo mi aiuta molto.

Sabato trasferta a Cagliari. Quanto volete portare a casa i 2 punti?

Tanto, ne abbiam bisogno sia per il morale della squadra, sia per darci qualche punto per la classifica.