A2 - Treviglio, conosciamo la nostra avversaria: Casale

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 112 volte
A2 - Treviglio, conosciamo la nostra avversaria: Casale

Casale Monferrato non sarà certamente l’avversaria ideale da affrontare per la Remer dopo questo difficile inizio di campionato. Capolista imbattuta, la squadra di coach Ramondino arriva dalla vittoria sofferta ma fortemente voluta contro la Viola Reggio Calabria, che ne ha sicuramente rafforzato le certezze.

Società dal recente passato in Serie A (2011-2012) e con nove partecipazioni ai play offs negli ultimi dieci anni: un curriculum che ben inquadra i rossoblu piemontesi, guidati per il quarto anno consecutivo dal trentacinquenne tecnico campano. Le otto conferme nel roster sono un chiaro messaggio della volontà di costruire il futuro nella continuità, con l’inserimento di Jamarr Sanders (ex Trento e Telekom Bonn), il pivot Aleksandar Marcius, croato (seconda Lega spagnola), non ancora sceso in campo in questa stagione e del centro Cattapan (in B con Moncalieri la scorsa stagione), da affiancare ai collaudati Tomassini, Blizzard, capitan Martinoni, oltre che ai giovani Denegri, Severeni e Valentini. Le prime tre gare hanno già evidenziato le gerarchie in campo, con Sanders cannoniere (74 pt. Con 24,7 di media a partita e con un eloquente 53% da tre), Blizzard, anch’esso vicino al 50% sui tiri da oltre arco e con 4,7 assist di media e Martinoni re dei rimbalzi (7,7 a partita). Le frequenti rotazioni ed il minutaggio ben distribuito su nove giocatori hanno permesso ai piemontesi di raccogliere bottino pieno in casa (contro Siena e nel citato match contro Reggio) e di vincere anche sul campo dell’Eurobasket Roma, totalizzando fino ad ora 26 punti di differenza canestri. Insomma, una squadra compatta e ancora più temibile di quella incontrata al Palafacchetti il 12 marzo scorso quando, dopo quaranta sofferti minuti, Treviglio conquistò la salvezza matematica superando i rossoblu per 83-81. Anche allora la vittoria interruppe una striscia negativa della Remer fatta di tre sconfitte consecutive. Al di là degli aspetti cabalistici o storici, sarà una gara sicuramente interessante, combattuta ed un autentico banco di prova per entrambe le compagini.