A2 - Contro Treviglio una partita importante per la Pasta Cellino Cagliari

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 106 volte
A2 - Contro Treviglio una partita importante per la Pasta Cellino Cagliari

Sfida delicata per la Pasta Cellino che, dopo tre vittorie in casa e altrettante sconfitte in trasferta, torna al PalaPirastu per affrontare domani alle ore 20.30 la Remer Treviglio con l’obiettivo di mantenere inviolato il proprio parquet. La formazione bergamasca, allenata per il quarto anno consecutivo dal bravo coach milanese Adriano Vertemati, ha iniziato il campionato con qualche difficoltà, legata anche a problemi di infortuni, e al momento ha ottenuto una sola vittoria a fronte di cinque sconfitte. Il successo esterno di due settimane fa a Rieti e la buona prestazione dello scorso week end contro la forte Legnano, chiusa con una sconfitta interna per 66 a 75 al termine di un match combattuto, dimostrano però come la compagine lombarda sia in grande crescita.

 

GLI AVVERSARI - Play titolare dei bergamaschi è il senese Tommaso Marino, molto pericoloso offensivamente anche dalla lunghissima distanza. Al suo fianco giocano il tiratore americano, di passaporto danese, Alan Voskuil, in doppia cifra con 12,3 punti di media a match, e il canturino, classe 1997, Luca Cesana, che ha fatto registrare nelle ultime due giornate 12 punti di media a gara.

Sotto le plance la Remer, vista l’assenza del centro Jacopo Borra, che si è sottoposto a un intervento chirurgico al ginocchio in settimana, schiera la medaglia d’argento ai Campionati Mondiali Under 18 Andrea Mezzanotte e lo statunitense, naturalizzato austriaco, Bryce Douvier, che al suo primo anno in Italia si sta mettendo in evidenza con 14,3 punti e 7,8 rimbalzi di media a partita.

Coach Vertemati ha a disposizione una panchina ricca di interessanti prospetti. Il playmaker di riserva è il bergamasco Simone Carnovali, tornato nel club in cui era cresciuto a livello giovanile dopo l’esperienza a Ferentino. Le rotazioni degli esterni sono garantite dal milanese Andrea Pecchia, molto positivo in questo avvio di campionato con 7,8 punti di media a match, e dalla “Rising Star” Mattia Palumbo, classe 2000 provieniente dalla Stella Azzurra Roma. Il prodotto del vivaio Nicholas Dessì e il 2001 Ursulo D’Almeida sostituiscono le ali mentre l’espertissimo capitano Emanuele Rossi, al suo quinto anno alla Remer, cambia il centro.

 

LA SITUAZIONE DELLA PASTA CELLINO -  Sarà ancora assente nelle fila della Pasta Cellino l’ala Marco Allegretti che sta continuando il suo percorso di recupero dopo il trauma riportato nella caduta nella gara contro Reggio Calabria. Non è al meglio per una forma influenzale, ma sarà comunque a disposizione di coach Paolini, il playmaker Simone Bonfiglio.

 

LE DICHIARAZIONI DI COACH PAOLINI - Treviglio è un club che si basa sul proprio settore giovanile e che fa esordire in prima squadra anno dopo anno i ragazzi cresciuti nel vivaio oltre a interessanti prospetti ingaggiati da altre società. Credo che vincerà a mani basse il premio per l’utilizzo degli Under e ha nel roster quello che viene definito il 2000 più forte d’Italia. La Remer ha un gioco basato su contropiede primario e transizione e, anche a difesa schierata, punta molto su ritmo e intensità utilizzando un sistema di early offense per prendere subito un vantaggio e attaccare. Treviglio ha avuto problemi di infortuni in questo avvio di campionato sia con Marino sia con Borra che infatti non sarà della partita. Per questo credo che la classifica, che vede in questo momento la formazione bergamasca al penultimo posto, sia bugiarda in considerazione del valore della squadra di coach Vertemati.