ESCLUSIVA PB - I pronostici di Davide Pessina sulla nuova stagione di Serie A 2016-'17

 di Alessandro Palermo  articolo letto 4116 volte
ESCLUSIVA PB - I pronostici di Davide Pessina sulla nuova stagione di Serie A 2016-'17

L'attesa è finita, finalmente. Il prossimo weekend partirà ufficialmente la stagione regolare di Serie A 2016-'17. Per l'occasione abbiamo intervistato Davide Pessina, noto telecronista ed opinionista per SKY Sport. Al valdostano ex ala/centro - tra le altre di Olimpia Milano e Auxilium Torino - degli anni '80/'90 abbiamo chiesto di fare qualche pronostico e di indicarci le sue favorite per un campionato di vertice. Di seguito riportiamo l'intervista, in Esclusiva per i lettori di Pianetabasket.com:

La scorsa regular season si chiuse con Milano, Reggio Emilia, Avellino e Cremona nei primi quattro posti. Crede che dovremo considerare ancora questo quartetto per il prossimo campionato? Oppure ne aggiungerebbe un'altra, o magari un paio, a quelle citate in precedenza?
"Venezia, assolutamente. A queste va aggiunta anche la Reyer per il mercato fatto in estate, ma non solo. Nelle ultime stagioni ha saputo sempre confermarsi. Poi ogni anno c'è sempre una sorpresa".

Allora mi sembra giusto chiederle qual è la sua sorpresa per la stagione 2016-'17?
"L'avevo detto anche l'anno scorso, fallendo poi il pronostico clamorosamente. Dissi Torino ma le cose, come sappiamo tutti, non sono andate benissimo. In ogni caso dico Torino anche quest'anno, sarà lei la sorpresa".

Quali sono, invece, secondo lei le squadre che - alla lunga - possono dare fastidio realmente alla corazzata milanese?
"Competere com l'Olimpia sarà durissima, onestamente hanno un roster troppo lungo ma sul campo può succedere di tutto. Che può dare fastidio dico appunto Venezia e, ancora, Reggio Emilia. Anche se la Grissin Bon ha cambiato tanto e non sarà semplice, dovranno spendere del tempo per il rodaggio".

Noto che continua a non citare Avellino e Sassari, questo è dovuto al fatto che le considera un gradino sotto alle altre?
"No no, è vero. Anche Sassari, non ci avevo pensato. Il fatto è che c'è una squadra (Milano) palesemente molto più forte delle altre. Però penso che ci possa essere un gruppo di 4/5 squadre in grado di dare fastidio. Di queste poi, due forse potrebbero dare filo da torcere all'Olimpia fino alla fine".

Per la zona calda, invece, chi vede sfavorita per la salvezza?
"Ci sono 3/4 squadre che rischiano molto. Pesaro ad esempio si è rinnovata tanto e ha cambiato allenatore. Anche Caserta potrebbe faticare. Loro, però, hanno un coach che conosco molto bene. Sandro dell'Agnello è uno che non molla mai, questo potrebbe aiutarli. Comunque mi sembra più delineata la parte alta che quella bassa, dove potrebbe succedere di tutto".


Intervista a cura di Alessandro Palermo,
RIPRODUZIONE RISERVATA*