Lega A - Roggiani a capo del settore giovanile Dinamo Sassari

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 335 volte
Lega A - Roggiani a capo del settore giovanile Dinamo Sassari

Ieri mattina, nella Club House societaria, la presentazione del nuovo responsabile tecnico del settore giovanile della Dinamo Banco di Sardegna: a guidare il vivaio biancoblu sarà Guglielmo Roggiani, il coach neo laureato campione d’Italia under 18 Elite

Ad aprire l’incontro con i giornalisti il coach e direttore dell’area tecnica del club biancoblu Federico Pasquini: “Il nostro settore giovanile dall’arrivo di Massimo Bisin e Guglielmo Roggiani ha fatto un deciso passo avanti, diventando il fiore all’occhiello del nostro club. Dietro questa crescita e a prescindere dagli straordinari risultati ottenuti, c’è un lavoro di grande serietà e di qualità, dovuto al grande valore dei nostri tecnici. Nel momento in cui Massimo Bisin ci ha comunicato di dover lasciare, non abbiamo avuto dubbi nel pensare immediatamente a Gugliemo Roggiani. Il suo curriculum è incredibile, ha allenato di tutto, ha un’esperienza straordinaria e qui da noi ha sempre dimostrato energia, voglia di fare e grande capacità anche nel costruire un grande feeeling con i ragazzi, che lo adorano e ai quali riesce a trasferire una grande carica, permettendo loro di migliorare ogni giorno e instillandogli la voglia di crescere ancora”.

Guglielmo Roggiani: ”Per me è un grande onore, devo ringraziare la Dinamo perché mi ha permesso di lavorare, di sentirmi vivo, di fare quello che desidero fare. Non ho mai guardato al livello a cui dovevo lavorare, l’importante era lavorare. Che dovessi allenare per l’Eurolega, la serie A o ragazzi per me non ha mai fatto differenza. Questa società ha portato a un così alto livello la pallacanestro sarda che ora  per noi la vera  sfida è quella di cercare di portare i giovani a questo livello. Non sarà facile ma ci proviamo: il nostro obiettivo primario è quello di valorizzare i ragazzi di tutta la Sardegna, perché possano crescere, imparare e migliorare sempre di più. L’unica condizione che ho posto prima di accettare questo incarico è di poter continuare ad allenare. Il sogno mio e di tutto il nostro staff di persone che a vario titolo lavorano duramente per le giovanili, sarebbe arrivare un giorno a portare uno dei nostri ragazzi in pianta stabile nella prima squadra. Un sogno, in questo momento ancora lontano ma lavoriamo per questo. In quest’ottica la società si sta già muovendo con importanti progetti, come l’accordo con la Dinamo 2000 per la Dinamo Academy, che coinvolge un numero di ragazzi davvero importante e che speriamo porti i nostri giovani ad avere più chance. Speriamo di diventare sempre più un punto di riferimento per tutto il movimento giovanile, e siamo convinti che riuscire a coinvolgere l'intera isola in un progetto comune sarebbe davvero un grande passo avanti”.

In questa nuova sfida l’ex allenatore nazionale sarà affiancato da Antonello Fadda, nel ruolo di assistant organizzativo. L’incarico per Roggiani arriva dopo due anni di grande lavoro nello staff biancoblu con il quale ha allenato diverse squadre giovanili raggiungendo sempre ottimi risultati e la conquista di titoli e traguardi importanti. La scorsa settimana la conquista del primo titolo nazionale giovanile del club con lo scudetto Under 18 Elite.

Una scelta fortemente voluta dal dirigente responsabile Giovanni Piras, in accordo con lo staff dell’area tecnica, nel riconoscimento dello straordinario valore professionale di Roggiani dell’ottimo lavoro svolto come coach delle formazioni giovanili biancoblu.

La carriera. Classe 1948, ex allenatore di Omegna e Treviglio, il nuovo responsabile tecnico delle giovanili Dinamo è sposato a Sassari con l’ex giocatrice Nicoletta Comin. Inizia la sua carriera nel 1972 alle giovanili della Simmenthal Milano (dove vince 5 scudetti). Successivamente, sempre a Milano, passa per due stagioni alla prima squadra come assistente di Dan Peterson. Allena nella Serie A femminile e B maschile a Vicenza. Nei primi anni Novanta è primo assistente e poi capo allenatore del Napoli Basket. Vice di Massimo Mangano a Fabriano, vanta diverse esperienze in Sardegna: per la prima volta a Sassari nel 1981; ad Oristano nel biennio ’97-’98 e a Porto Torres; nel 2005 di nuovo a Sassari; nella Dinamo 2000 nel 2012, per poi approdare in biancoblu alla guida dell’ under 17 e 19 nel 2014. Prima di sedere sulla panchina di Porto Torres è alla Fortitudo Bologna come assistente di Carlo Recalcati, Matteo Boniciolli e di Jasmin Repesa. E’ stato su tutti i campi di Italia, dalla seria A alla B2.