A2 F - Contro Faenza terza sconfitta consecutiva per la Carispezia

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 77 volte
A2 F - Contro Faenza terza sconfitta consecutiva per la Carispezia

La Crédit Agricole Carispezia si ferma ancora ed inanella la terza sconfitta consecutiva dopo quelle subite con San Giovanni Valdarno e Bologna. Uno stop meno atteso rispetto ai precedenti, ma la squadra ospite ha meritato di vincere trascinata da una straordinaria Ballardini da 25 punti e 9 assist. Per le bianconere 12 punti per Templari e Linguaglossa, ma è il 24/64 dal campo, oltre ad un attacco spesso poco determinato, a decretare la disfatta sul campo amico.

 

La partita si sblocca grazie ad un canestro di Ballardini, che sarà un vero incubo in tutto il primo tempo per la difesa spezzina. Mazza da tre punti firma quello che sarà l'unico vantaggio bianconero dei 20 minuti iniziali, sul 3-2. Poi Faenza inizia ad ingranare, mentre le ragazze di coach Corsolini si accontentano di tiri da fuori area, senza cercare il gioco nel pitturato. Tiri che entrano fino alla prima pausa, arrivata sul punteggio di 15-17.

La seconda frazione vede le ospiti continuare col loro piano partita, mentre la CA Carispezia prova a star dietro al talento di Ballardini ed ai canestri di Morsiani. L'attacco bianconero, però, non è preciso, con un 7/25 da dentro l'area e 3/11 da tre punti. Una tripla di Lucca accorcia, prima che un libero, ancora della solita Ballardini, sigli il 24-32 all'intervallo lungo.

Nella ripresa la CA Carispezia entra con tutt'altro piglio: tripla di Corradino, poi Cadoni, Da Silva e Linguaglossa (2+1) confezionano il parziale di 10-2 che vale la parità a quota 34. Da Silva firma il sorpasso, ma Coraducci risponde, entrambe con tiri da fuori. Tiri da fuori che favoriscono l'Infinity Bio, ma due giochi da tre punti di Tosi e Lucca (quest'ultimo non concretizzato) danno il -1. Linguaglossa sorpassa, ma Soglia segna il canestro che vale il 47-47 di fine terzo quarto.

Nell'ultima frazione è Faenza a partire meglio, creando un break importante targato Ballardini, tornata a segnare dopo il riposo del periodo precedente, con 8 punti. Templari prova a ricucire con 5 punti consecutivi, che valgono il 58-63 a 3:30 dalla fine. Ballardini che, quando non segna, crea per le compagne, brave a capitalizzare anche gli errori al tiro delle spezzine, intestardite col voler tentare conclusioni difficili senza andare dentro l'area. Così l'Infinity Bio scappa sul +10 a 90 secondi dal termine, vantaggio incrementato grazie ai liberi di Coraducci, a cui risponde Cadoni. Il match finisce 60-73, con la tripla ancora di Coraducci a sancire il risultato definitivo.

 

CA CARISPEZIA 60-73 INFINITY BIO FAENZA (15-15, 24-30, 47-47)

LA SPEZIA: Da Silva 7, Lucca 4, Gentle ne, Maiocchi ne, Corradino 6, Templari 12, Mazza 3, Tosi 3, Linguaglossa 12, Cadoni 6, Innocenzi ne, Stoichkova 7. ALL. Corsolini.

FAENZA: Franceschelli, Schwienbacher 10, Coraducci 13, Morsiani 16, Ballardini 25, Caccoli 3, Bornazzini ne, Manaresi ne, Moriconi, Soglia 4, Minichino 2. ALL. Cristina Bassi.