EuroLeague - Calathes sulla sirena del supplementare: Kaunas cade con onore ad OAKA

Amaro ritorno ad OAKA per coach Jasikevicius. Il Panathinaikos vince 94-93 dopo un tempo supplementare
 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 337 volte
EuroLeague - Calathes sulla sirena del supplementare: Kaunas cade con onore ad OAKA

Il Panathinaikos (13-7) torna a vincere dopo due sconfitte e supera lo Zalgiris (12-8) al termine di una partita a dir poco appassionante. I Greens hanno 20 lunghezze di vantaggio nel secondo quarto, ma Kaunas resuscita grazie a un’incredibile rimonta e trasforma l’incontro in una vera e propria battaglia sportiva. A trionfare, dopo un overtime, è Atene grazie al buzzer beater in entrata di Calathes, autore di 14 punti conditi da 8 rimbalzi e 9 assist. Inutile il canestro di Pangos (14 punti e 8 assist) a 4 secondi dalla fine del supplementare. Ai lituani non basta un insolito Kavaliauskas da 21 punti con 9/12 al tiro.

 

Il buon inizio del Pana. Il Panathinaikos parte subito forte e vola sul +8 grazie a due triple di Denmon. Lo Zalgiris, dall’altra parte, non riesce a reggere i ritmi dei Greens e subisce tantissimi punti in contropiede. Il dominio greco prosegue grazie ai punti di Denmon e agli assist di Calathes, che serve l’americano per la tripla del +11. Il primo quarto, quindi, termina 29-17 per la truppa di coach Pascual grazie al buzzer beater di Vougioukas.

Atene tocca il +20, ma Kaunas c’è. L’energia del Pana è nettamente superiore rispetto a quella di Kaunas. I greci sono su ogni pallone e Rivers, dopo un rimbalzo offensivo di Lekavicius, infila la tripla del 35-21. Poi Vougioukas innesca un parziale di 8-0 e Atene tocca addirittura il +20 (43-23 a 4 minuti dalla fine del secondo quarto) contro uno Zalgiris con le spalle al muro. La tripla di Pangos, però, fa scattare qualcosa nella testa dei lituani, che sfruttano la prima flessione dei Greens e piazzano un parziale di 12-2. Gli ospiti, quindi, prendono fiducia e vanno all’intervallo “solo” con 10 lunghezze da recuperare (47-37).

I lituani perfezionano la rimonta. Lo Zalgiris prosegue sulla strada imboccata nel finale del secondo periodo e inizia il terzo quarto con un break di 8-2. Milaknis è caldo e infila due triple ravvicinate che accorciano a -2 lo svantaggio lituano, poi Toupane pareggia e Udrih, dalla media, regala il +3 a Kaunas: la rimonta è servita. Infine, il Pana prova a rimediare con un 4-0 (due liberi di Lekavicius e canestro di Pappas sulla sirena) e torna con la testa avanti (59-58) al trentesimo minuto.

Un quarto periodo da cinema. Dopo due canestri di Micic (64 pari), il Pana prova a prendere il largo grazie a un parziale di 7-0 (tre liberi e tripla di Singleton) e tocca il +8 a poco meno di 5 minuti dalla fine. L’inerzia è tutta dei padroni di casa, ma Kaunas non muore mai e viene preso per mano da un monumentale Kavaliauskas (and-one e canestro): gli ospiti hanno un parziale di 10-0 aperto. Infine, Rivers sale in cattedra con 5 punti rapidi (tripla e penetrazione) e Pangos perde la palla nell’ultima azione: 83-83, overtime!

L’overtime premia i Greens. White comincia il supplementare con una tripla, due liberi e un canestro in entrata: 83-90 Kaunas. Quindi il Panathinaikos risponde con un 8-0 (Pappas e Gist protagonisti) e torna prepotentemente in vantaggio con meno di 1 minuto sul cronometro. A questo punto, Milaknis sbaglia un libero (91 pari a 20 secondi dalla fine), Rivers fa lo stesso e Pangos sigla il +1 a 4 secondi dal termine. Ma Atene ha la palla in mano e Calathes, buttandosi dentro in tutta velocità, risolve la partita con un incredibile canestro sulla sirena: trionfano i Greens 94-93.