EuroLeague - A/X Milano con Goudelock in prova, Pianigiani "Altro esame in clima finale"

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 705 volte

Alle 20.05 italiane nel catino della Menora Mivtachim Arena di Tel Aviv, l'Olimpia Milano targata A/X affronterà il Maccabi. Andrew Goudelock si è aggregato come tredicesimo: nello shootaround di stamattina proverà a verificare la possibilità di un rientro dopo l’assenza nelle ultime due partite mentre Davide Pascolo è rimasto a Milano a completare il lavoro che gli dovrebbe permettere di essere in campo in condizioni ottimali contro la Virtus Bologna domenica prossima.

Tocca al coach Simone Pianigiani presentare una sfida che segna anche il suo personale ritorno in Israele dopo i fasti con l'Hapoel della scorsa stagione: “Sarà una partita tosta perché su un campo come quello del Maccabi servirà grande forza mentale per stare in partita soprattutto quando la squadra piace. E questo Maccabi piace perché unisce nelle sue caratteristiche la storia del club ovvero talento e chiarezza di gerarchie e ruoli. Sono molto pericolosi ed è ovvio che in casa le capacità dei loro giocatori di spingere in campo aperto e giocare ad alto ritmo vengono enfatizzate, esaltatate dall’atmosfera che si viene a creare”.

“Per noi sarà un’ulteriore prova di maturità che vogliamo superare – dice il tecnico milanese -, sapendo che su questi campi rimanere in partita, come a Mosca e Madrid, è l’obiettivo. Poi prima o poi arriverà l’occasione di cogliere un risultato starordinario grazie ad una nostra crescita come squadra o magari ad episodi per una volta favorevoli. Siamo anche consapevoli che il Maccabi viene da due sconfitte e giocherà la settimana successiva contro il Real, quindi per  loro sarà una partita spartiacque e il clima ne sarà una conseguenza, ci sarà un’atmosfera da finale. Noi speriamo di recuperare qualche acciaccato, non siamo in un momento di grande brillantezza fisica o di salute ma l’aspetto più importante è quello mentale. Sono curioso di vedere anche io se riusciremo a stare in partita in un posto in cui alla forza della squadra avversaria si aggiunge un fattore ambientale particolare: competere per 40 minuti sarebbe un segnale importante”.

Nella conferenza stampa in Israele, i giornalisti locali hanno tentato di coinvolgere Pianigiani in una considerazione sull'attuale momento della sua ex squadra, l'Hapoel Jerusalem (che tra l'altro ieri sera ha vinto a Reggio Emilia in EuroCup): "Non mi sembra corretto parlare della mia ex squadra, che ha comunque fatto un ottimo mercato e ha un allenatore esperto. E non sono un paio di sconfitte a determinare una stagione e un giudizio".