ESCLUSIVA PB - Reale Mutua Basket Torino, Alibegovic:” Siamo carichi !”

L'intervista al capitano gialloblù dopo quasi venti giorni dall'inizio della preparazione in vista di una lunga stagione che vedrà Torino tra le protagoniste della categoria.
22.09.2020 16:00 di Emiliano Latino   Vedi letture
Fonte: PIANETA BASKET
Mirza Alibegovic
Mirza Alibegovic

"Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano...", cantava Venditti. A volte, accade davvero che una storia finisca e che a distanza di tempo i due ex si rincontrino e decidano di riscommettere sul proprio amore. Senza scomodare Eros e le sue frecce, la storia di Mirza Alibegovic e Torino assume i contorni di una porta girevole che questa volta lo butta dentro la realtà sabauda per non lasciarlo andar via. Alla sua terza stagiona in maglia gialloblù (la prima esperienza nella stagione 2016/2017 con l’allora Auxilium) il capitano figlio d’arte (il papà Teoman è una leggenda del parquet) si appresta a prendere per mano vecchi e nuovi arrivati. Lo abbiamo incontrato a margine del media day che si è tenuto qualche giorno fa nella bellissima cornice del C.R.A.L. di Reale Mutua. Cresciuto e maturato, non ha mai nascosto la sua passione per la città e per i tifosi che lo hanno sempre amato fin dal primo giorno

Una nuova stagione che sta per ricominciare, ci sono tutti i presupposti per far bene, ti sento carico

“Assolutamente sì. E’ stata un’estate lunghissima e sappiamo tutti com’è andata a finire: siamo molto carichi per l’inizio di questa nuova avventura e sappiamo quali sono i nostri obiettivi. Stiamo lavorando bene ogni giorno, la squadra sa cosa vuole ed è decisa a perseguire quanto ci siamo prefissati. Sarà una stagione lunga, non dobbiamo avere fretta, step by step, riprendendo il filo logico della passata stagione in cui abbiamo fatto molto bene”.

Tante squadre si sono rafforzate, vedi Udine, Tortona e Verona: qual è la squadra che può mettere in difficoltà le ambizioni di Torino?

“Tutte le squadre possono metterci in difficoltà se non saremo pronti mentalmente ogni partita: dobbiamo trarre insegnamento da alcune sfide perse la scorsa stagione (vedi Capo D’Orlando in casa). La scossa presa ci ha permesso di ricompattarci e reagendo abbiamo poi vinto sei partite consecutive. Nessuno regala nulla, devi sempre essere carico, giocare come abbiamo dimostrato di saper fare e poi sarà difficile starci dietro. Senza la giusta intensità qualsiasi altra squadra potrebbe creare dei problemi”.

Come procedono le settimane di allenamento? Vi sta facendo correre coach Cavina?

“Il giusto- Vogliamo essere pronti e anche se mancano ancora due mesi all’inizio del campionato, non vogliamo mollare nulla e siamo focalizzati sul futuro. Sarà una lunga stagione ed è importante prepararla nel migliore dei modi senza lasciare nulla al caso fin dai primi giorni.”

Il giudizio di capitano dei nuovi arrivati durante il mercato estivo(Clarke, Penna e Pagani)

“Sono contento di questa responsabilità che mi è stata data. Devo ringraziare e augurare il meglio ai ragazzi che non fanno parte di questa avventura e che comunque rimangono amici. Da Traini, mio grande amico a Marks, con cui mi sono trovato benissimo, fino a Kurt Cassar, un ottimo uomo spogliatoio. Dispiace per loro, ma abbiamo fatto grandissimi acquisti e devo dire che sono stato colpito positivamente da Lorenzo Penna. Sa far bene tutto, mete l’anima in ogni cosa che fa e questo non può che essere una cosa positiva. Tutti e tre si sono integrati benissimo e si stanno dimostrando ottimi professionisti oltre che bravi ragazzi.”