Lega A - Energia e sudore: Trento fugge via e domina a Reggio Emilia

03.03.2018 22:32 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 854 volte
Lega A - Energia e sudore: Trento fugge via e domina a Reggio Emilia

Energia e ottima presenza in campo degli uomini di Buscaglia al PalaBigi, dove danno spettacolo e una bella lezione alla Grissin Bon forse già con la testa all'impegno di EuroCup di martedì. Shields e Forray, Flaccadori e Sutton ripropongono il basket fisico e spettacolare che contraddistingue Trento da ormai diverse stagioni e quando la Reggiana riprende il filo dell'incontro scopre che è sempre un passo indietro. 50 rimbalzi (20 d'attacco) a 36 sono un regalo che non si può concedere a nessuno. Se Trento avesse rasentato la perfezione 12/23 ai liberi, sarebbe stata una debacle.

La partenza della Dolomiti Energia è uno shock per la Grissin Bon, che viene letteralmente dominata a rimbalzo d'attacco nel primo tempo, con uno Shevon Shields scatenato che segna a ripetizione: è solo una cattiva prestazione ai liberi di Trento che impedisce di chiudere la gara dopo un solo quarto 11-27. Solo nel secondo Menetti riesce a far crescere i suoi in difesa, con l'aggiunta delle palle perse dell'Aquila (6) che riequilibrano le forze in campo. Rinfrancata, la Reggiana tiene il campo con Julian Wright: gara apertissima. E all'intervallo è soltanto a -12 30-42.

Rientra efficace Reggio Emilia, che mette quattro punti in fila in apertura; Forray ferma lo strappo ma la penetrazione di Chris Wright vale il +10. La gara si fa furiosa e ben combattuta, con punteggio ad elastico, per i biancorossi c'è un Candi molto attivo; Reynolds trova il gancetto del -7 e Buscaglia chiama timeout al 24'. Amedeo Della Valle non è in serata da tre (0/4 nonostante sia a quota 11), Hogue invece trova il gioco da tre punti. E dopo averla chiamata arriva la bomba di Della Valle, che comincia lo show e tiene a -6 al 27' i biancorossi. Poca tattica e tanto basket da corsa per le due squadre; Shields in lunetta risponde a metà, il pubblico del PalaBigi alza il volume. La difesa emiliana si perde Beto Gomes in punta all'area da tre: dall'assist di Flaccadori arriva la tripla del nuovo +10 Trento. Menetti lamenta la fisicità a suo dire eccessiva dei bianconeri, che peraltro litigano ancora con i liberi (4/13 al momento), mette dentro Cervi. Strappo di Wright 56-62 chiuso dalla tripla di Gomes: 56-65 perché l'ultimo tentativo di Llompart non trova soddisfazione.

Si riprende con un infortunio per Beto Gomes dopo 40 secondi: si tiene il ginocchio e viene portato fuori. Shields muove il tabellino con due liberi, Riccardo Cervi si fa largo in area. La Grissin Bon provoca un 24 secondi all'Aquila, Julian Wright schiaccia una palla in contropiede con Trento che sbaglia tre tiri di fila, 60-67 con 7'15". Flaccadori penetra, Julian Wright lo prende per il braccio: antisportivo e timeout di Menetti, doveroso visto che quando sembra aver preso l'abbrivio la sua Reggiana si perde.

L'Aquila non sfrutta al meglio la situazione ma in transizione Yannick Franke trova la bomba del +13 al 34'. L'energia sui due lati del campo è certamente dalla parte della Dolomiti Energia. Salgono le palle perse per Reggio, che fallisce anche un paio di occasioni, come Sutton che tocca la retina e perde il canestro segnato per interferenza. Il break 0-8 viene chiuso da un libero di Julian Wright, e Menetti si gioca l'ultimo timeout a sua disposizione 61-75. La mano di Shields però non si è raffreddata, La Grissin Bon si ritrova per troppi minuti spuntata, Silins da 2/2 in lunetta. Sembra finita ma Candi piazza una bomba, però non c'è seguito, con Trento che a 70 secondi dalla sirena con il 2/2 di Flaccadori tiene ancora il +15. L'Aquila ha gustato il sangue: Forray lancia il contropiede e va a chiuderlo! Finisce 68-82, con Reggio Emilia che perde l'imbattibilità nel girone di ritorno.

Grissin Bon Reggio Emilia 68
Dolomiti Energia Trentino 82
(11-27, 30-42; 56-65)
Grissin Bon Reggio Emilia: Mussini (0/1 da 3), Wright J. 17 (6/9, 0/1, Bonacini, Candi 10 (1/1, 2/4), Della Valle 18 (5/9, 1/6), White 2 (1/4, 0/4), Reynolds 10 (5/9), Wright C. 8 (4/10, 0/3), Cervi 3 (1/1), Llompart (0/3, 0/2), De Vico. Coach Menetti.
Dolomiti Energia Trentino: Franke 7 (2/6, 1/1), Sutton 7 (2/6, 1/3), Silins 4 (1/3, 0/3), Forray 10 (3/5, 1/5), Conti ne, Flaccadori 9 (3/8, 0/4), Gomes 11 (1/2, 3/5)), Czumbel E. ne, Hogue 12 (5/6), Lechthaler ne, Shields 22 (9/16, 0/2). Coach Buscaglia.
Arbitri: Roberto Begnis, Massimiliano Filippini, Nicola Ranaudo.
Note: Tiri da due: Reggio Emilia 23/46, Trentino 26/52. Tiri da tre: Reggio Emilia 4/22, Trentino 6/23. Tiri liberi: Reggio Emilia 10/16, Trentino 12/23. Rimbalzi: Reggio Emilia 36 (Reynolds 8), Trentino 50 (Forray 11). Assist: Reggio Emilia 12 (Wright C. 3), Trentino 11 (Forray 4). Recuperi: Reggio Emilia 6 (Candi 4), Trentino 4 (4 giocatori con 1).