Varese non sa più vincere, il Ventspils getta altro fango sui biancorossi

 di Alessandro Palermo  articolo letto 1735 volte
Varese non sa più vincere, il Ventspils getta altro fango sui biancorossi

Alla Pallacanestro Varese serviva una vittoria in Champions League, non tanto per riscrivere il proprio destino europeo - ormai segnato da tempo - quanto per risollevare il morale di una squadra senza spirito. Tuttavia, anche questa volta, il successo non è arrivato. A vincere sono gli altri, a perdere è sempre Varese. A Masnago vince il Ventspils dell'ex Willie Deane e dell'ex Orlandina Kristaps Janicenocks, 88 a 82 il risultato finale. Di seguito la cronaca del match, condizionato - va detto - da un pessimo arbitraggio della terna. OJM aritmeticamente fuori dalla Champions, a rischio anche il passaggio in FIBA Europe Cup.

QUINTETTI
VARESE: Bulleri, Johnson, Eyenga, Kangur, Anosike.
VENTSPILS: Deane, Janicenoks, Campbell, Zakis, Zelionis.


Openjobmetis priva di Norvel Pelle e Aleksa Avramovic, neppure presenti in panchina. Per il play serbo si tratta di uno stop dettato dall'influenza.

PRIMO TEMPO
Si gioca in un clima surreale, che rispecchia il momento no della squadra di coach Attilio Caja: spenta e senza entusiasmo. Se non fosse per qualche comitiva di giovanissimi - felici come fosse ancora Natale - si giocherebbe in un'atmosfera tombale. Tuttavia qualche sporadico coro accompagna la truppa biancorossa per tutto il match. Sono un paio di guizzi di Maynor a rompere il silenzio e ad accendere la luce nel primo quarto, entrato dalla panchina dopo cinque minuti di Bulleri (scelta di Caja che sa tanto di punizione per il play americano). Un'altra scossa alla partita la dà Eyenga che, dopo un pessimo quanto testardo avvio (1/5 al tiro), vola in cielo per stoppare Zelionis. Johnson per Anosike: il primo pesca e trova la schiacciata del secondo (31-32), scaldando un "PalA2A" quasi deserto ma comunque attivo. A sessantasette secondi dall'intervallo Maynor si prende un tecnico, con i compagni addirittura costretti a calmare la furia dell'ex Thunder. Alla pausa lunga Varese è già costretta a dover rincorre gli ospiti, con la squadra lettone avanti 46 a 37.

SECONDO TEMPO
Al rientro dagli spogliatoi due triple consecutive di Ferrero illudono i tifosi varesini, i quali speravano nella rimonta della OJM. Speravano. Perché basta uno sprint del Ventspils per disinnescare l'entusiasmo di Masnago, notevolmente diminuito dopo la bomba di Gulbis che sancisce il massimo vantaggio dei lettoni (45-59), dopo neppure 4' di ripresa. Ennesima disfatta europea di Varese? No, Eyenga non ci sta. "Air Congo" cancella l'ex biancorosso Willie Deane, lanciato a canestro ma annullato dal congolese con ferocia. Eyenga concede il bis in pochi minuti, stoppando anche il tiro da due di Campbell (la terza del match). Al 30', però, le cose non cambiano: 72 a 59 a favore degli ospiti e per la OJM incomincia a mettersi male. Ad aiutare Varese, si fa per dire, ci pensa la terna che - dopo averne combinate di tutti i colori - fischia un tecnico sacrosanto a Jakovics ad inizio quarto periodo. Varese tenta di ricucire lo strappo ma i lettoni si portano addirittura sul +18 al 33' (60-78). Piove sul bagnato a Masnago, Cavaliero viene abbattuto ma i "grigi" gli fischiano fallo tecnico, facendo infuriare il pubblico di casa. Testa bassa per l'ex Avellino che non la prende affatto bene. L'amarezza di capitan Cavaliero e compagni, però, non viene trasformata in rabbia agonistica e per il Ventspils è come scivolare sul velluto. Ad un minuto e mezzo dalla fine Varese prova il "rimontone", con Johnson che veste volentieri i panni del trascinatore: terza tripla consecutiva per l'ex Alba Berlino e -9 Openjobmetis (78-87). Tardiva la reazione dei padroni di casa, i quali non riescono a ribaltare il risultato, se non a dimezzare lo svantaggio.

Finisce 88 a 82 per il Ventspils, inutili i 22 punti di Dominic Johnson. Per i lettoni 16 punti, 7 rimbalzi e 7 assist per Folarin Campbell, MVP del match secondo Pianetabasket.com.

VARESE: 22 Johnson, 21 Eyenga, 12 Anosike, 12 Ferrero.
VENTSPILS: 16 Campbell, 14 Gulbis, 12 Zelionis, 12 Janicenoks.


Alessandro Palermo,
Inviato da Varese