A1 F - Battipaglia si regala con i liberi la prima vittoria. Battuta Venezia

26.11.2017 21:49 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 106 volte
Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia
Davis (25 punti)
Davis (25 punti)

L’Umana Reyer non riesce ad espugnare il bunker campano confermando i timori della viglia per una gara che presentava, nonostante l’ampio delta presente nella classifica generale, un alto indice di rischio stante la “fame” di punti della squadra avversaria.
Ancora una volta coach Liberalotto non può contare su Milica Micovic per cui risponde allo starting five messo in campo da Alfredo Lamberti e composto da Trimboli, Policari, Campbell, Andrè e Davis inserendo dalla prima palla a due Dotto, De Pretto, Ruzickova, Walker e Williams.
Battipaglia trova subito un break di 4 a 0 a proprio favore grazie alla precisione ai liberi di Trimboli e a Davis. In un battito di ciglia le lagunari vedono aumentare il divario a favore delle avversarie che con Andrè si portano sul punteggio di 8 a 1 dopo tre minuti.
Ruzickova riduce il gap ma Campbell trova un’azione da tre punti (11-3 a 5,53). E’ sempre Maya Ruzickova a tenere in contatto l’Umana insaccando da ogni posizione. La PB63 è in trance agonistica e incitata dal pubblico amico allunga ulteriormente grazie alla tripla di Trimboli. Cambio in cabina di regia nelle fila veneziane ma a Davis riesce tutto facile e le padrone di casa volano sul 20 a 9 a -2,49 costringendo al time out il coach orogranata. Bestagno, appena entrata, trova subito il fondo della retina avversaria anche se l’Umana sembra soffrire oltremodo la pressione difensiva della Treofan. Campbell dalla media punisce ancora siglando il 22 a 11. Davis torna sul parquet nonostante i due falli che la penalizzano e mettendo subito la tripla che chiude il primo quarto sul 25 a 11.
La seconda frazione inizia con Carangelo che suona la carica con una bomba provvidenziale alla quale però replica senza indugi Miletic.
Venezia stringe a sua volta le maglie della propria difesa continuando, altresì, a faticare troppo in fase offensiva.
L’intesa tra Williams e Bestagno da buoni frutti e l’Umana si porta sul 27 a 16. Capitan Carangelo insacca la sua seconda tripla subito imitata da Walker e l’Umana torna sul -6 (28-22 a -6,20).
La situazione falli in casa Reyer non promette nulla di buono dato che Williams e Ruzickova sono già a quota due penalità. Walker, pur in non perfette condizioni, va comunque a bersaglio e l’Umana con Kacerick si riporta sul 31 a 26 a 180 secondi dall’intervallo lungo. Trimboli la ricaccia indietro anche se le orogranata non demordono e ancora con Kacerik dalla lunetta ritornano a stretto contatto (33 a 28 a -2,30). Bestagno è precisa a metà ai tiri liberi, poi Walker in appoggio trova il -2. Miletic in tap in riallunga e con un tiro libero manda tutti nello spogliatoio sul 36 a 31.
Battipaglia torna sul parquet più che mai determinata e Davis da oltre l’arco, ben coadiuvata da Campbell, riporta in doppia cifra il vantaggio (41-31 a -9,08). Carangelo sente aria di casa e piazza una tripla che ridà ossigeno alla propria squadra. Punteggio “congelato” su entrambi i fronti per 3 minuti, quindi è il centro veneziano in sospensione a ricucire (41-36 a -5,56). I due allenatori continuano a muovere la scacchiera con vari cambi e l’Umana intensifica ulteriormente la propria aggressività in difesa nonostante la terna arbitrale punisca in questa fase qualsiasi contatto. Davis non fallisce dalla linea della carità e Miletic dilata nuovamente il vantaggio delle “Ladies” (45-37 a-4,03) che vengono immediatamente “rintuzzati” da Williams con quattro punti consecutivi. Orazzo scrive il 48 a 41 per i propri colori ma ancora Williams prende in mano le redini lagunari e dalla lunga distanza firma il nuovo -4 (48-44 a -2,25). Campbell non intende esserle da meno e trova il fondo della retina da pari distanza. L’Umana Reyer non è impeccabile nemmeno dalla linea dei liberi perdendo così l’occasione per concretizzare il riaggancio definitivo e chiudendo la terza frazione sul 51 a 46.
Gli ultimi 10′ si aprono con l’antisportivo fischiato a Trimboli su Williams che non delude dalla lunetta ottenendo il -3. Bestagno sfrutta il recupero di Walker e porta Venezia sul -1 (51-50 a-8,52) e, subito dopo, Williams trova il primo vantaggio per l’Umana a otto minuti dal buzzer finale. I due personali realizzati da Davis e il canestro di Andrè ritrascinano avanti Battipaglia (55-52 a-7,24). L’Umana lotta su ogni pallone ed il match diventa concitato e ulteriormente aspro sotto i tabelloni. Carangelo centra il bersaglio con un canestro di “rapina” ma Campbell da oltre l’arco è infallibile. Williams ha la meglio su Davis che è costretta al fallo mandandola in lunetta per il 58-56 a -5,53. Andrè castiga la difesa veneziana e questa volta è Walker a mantenere vive le speranze di rimonta delle orogranata. Le veneziane ribattono colpo su colpo ma la tripla di Orazzo è di quelle che “tagliano le gambe”.
Williams non è disposta a mollare e le risponde da par suo (63-60 a- 4,49). Carangelo capitalizza l’antisportivo fischiato ad Andrè per il nuovo -1. Williams trova un nuovo minimo vantaggio, poi è la volta di Orazzo e Walker che ingaggiano un testa a testa che accende gli spalti.
Andrè si fa perdonare la precedente ingenuità con quattro punti in rapida successione che riallontanano le ragazze di coach Lamberti. La parità assoluta è merito di Walker che trova la bomba in un momento topico della gara. Kacerik commette fallo su Davis consentendole di realizzare un gioco da tre punti quando manca un giro di lancette al termine. La bionda numero 7 orogranata illude con un 2/2 ai liberi che vengono però vanificati dal folletto nero campano.
Sono solo trentotto i secondi disponibili per l’Umana ed ecco Riquona Williams da “casa sua” a riportare avanti di un mini possesso l’Umana (73-74 a 27″). Gli arbitri ritengono regolare l’intervento di Davis che va “dura” su Kacerik lasciandola dolorante a terra. Il fallo di Walker su Andrè manda il giovane talento campano in lunetta per un 2/2 che regala la vittoria e i primi due punti in stagione alla formazione targata Treofan. (s.v.)

TREOFAN BATTIPAGLIA – UMANA REYER VENEZIA 75 – 74 (25-11; 36-31; 51-46)

Treofan Battipagli: Orazzo 8, Chicchisiola 1, Cremona n.e., Miletic 7, Sasso n.e., Trimboli 7, Policari, Campbell 15, Mattera n.e., Vella n.e., Andrè 12, Davis 25

Umana Reyer Venezia: Bestagno 8, Carangelo 13, Kacerik 7, Williams 24, De Pretto, Sandri, Ruzickova 8, Dotto, Madera n.e., Togliani n.e., Walker 14

Totali di squadra:

Treofan Battipaglia: tiri da 2 19/44, tiri da 3 6/13, t.l. 19/24, rimb. dif. 26, rimb. off. 8, p.p. 17, p.r. 7, assist 20
Umana Reyer Venezia: tiri da 2 17/35, tiri da 3 7/23, t.l. 19/26, rimb. dif. 26, rimb. off. 9, p.p. 18, p.r. 12, assist 14