La leggenda del basket europeo Dimitris Diamantidis si ritira "grazie, ho vissuto momenti incredibili, quelli che ogni atleta sogna"

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1430 volte
La leggenda del basket europeo Dimitris Diamantidis si ritira "grazie, ho vissuto momenti incredibili, quelli che ogni atleta sogna"

La carriera del già leggendario fuoriclasse del basket europeo Dimitris Diamantidis (36 anni, 1,98, playmaker) si chiude dopo 12 anni al Panathinaikos, e non poteva che chiudersi contro la rivale di sempre, l'Olympiacos, nell'ennesima finale del campionato greco. L'arcirivale Vasilis Sapanoulis l'ha decisa all'ultimo secondo con una tripla pazzesca, e non poteva essere una partita "normale".

"Questa è una notte... strana per me e la squadra", ha detto Diamantidis in conferenza stampa. "Da un lato abbiamo perso una partita e un titolo. Mi dispiace. Voglio congratularmi con l'Olympiacos per la conquista del titolo. E' un momento difficile per la mia squadra. Per me i sentimenti sono misti. Il modo in cui abbiamo perso la partita mi sconvolge. D'altra parte, penso a tutti quegli anni in cui ho giocato a pallacanestro in questa squadra. Non mi aspetto di vivere in futuroi tutte le cose che ho vissuto fino ad ora. Sono veramente benedetto. Quello che ho vissuto in Iraklis è stato incredibile, mi ha dato la possibilità di andare al Panathinaikos. Queste persone mi hanno aiutato molto. Ringrazio tutti loro. In questi 12 anni nel Panathinaikos ho vissuto momenti incredibili, quelli che spero che ogni atleta debba vivere. Ringrazio i tifosi del Panathinaikos per l'amore che mi hanno dimostrato. Li ringrazio per la loro dedizione, come ringrazio voi giornalisti".

Un grande applauso ha riempito la stanza della conferenza stampa, poi Diamantidis ha così continuato: "Voglio dire che è un momento difficile, perché so che io voglio stare con la squadra a settembre per iniziare la preparazione per la nuova stagione. In questo momento nonriesco nemmeno a focalizzare il fatto che mi ritiro. Lo farò a tempo debito. La mia decisione è stata ben pensata e per questo ho annunciato quando l'avrei fatto. D'ora in poi giocherò a pallacanestro solo per divertimento e, se una cosa è certa, è che non farò mai l'allenatore".