Lega A - Pesaro resiste fino all'ultimo quarto, poi alza il muro l'Olimpia Milano

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 374 volte
Lega A - Pesaro resiste fino all'ultimo quarto, poi alza il muro l'Olimpia Milano

L'inizio della sfida tra Vuelle ed Olimpia fa pensare a un rapido monologo dei biancorossi ospiti, dopo gli strappi iniziali. Invece Pesaro ha un'anima e tanta convinzione, senza mai ritrarsi indietro di fronte a ogni rovescio in favore degli uomini di Pianigiani, sapendo approfittare di ogni piccola possibilità e ritrovandosi in piena corsa all'intervallo. Si discuterà se nel terzo periodo sia stata forte la formazione marchigiana o distratta quella lombarda ma a un certo punto l'Olimpia si trova a dover inseguire... Theodore e Jerrells trovano nei propri mezzi fisici i numeri per esplodere nel periodo finale, la Victoria Libertas si disunisce e Tarczewski si ritrova le praterie necessarie per schiacciare. Non era la partita da vincere per la Vuelle specialmente se l'EA7 arriva con sufficiente attenzione per non farsi sorprendere, ma il carattere dimostrato sarà buono nel girone di ritorno, anche se Brindisi adesso si è appaiata.

La cronaca: l’Olimpia parte lucida in attacco con M’Baye e Cinciarini che approfittano degli spazi per segnare due volte da tre. Due liberi di M’Baye, mentre Cusin controlla i rimbalzi (4 lui e 4 Micov nel primo periodo), permettono a Milano di scappare via 8-0. Pesaro risponde con un parziale di 7-0 che include una tripla di Marco Ceron. L’Olimpia però riprende subito a macinare gioco allungando di nuovo a più otto sul 17-9 anche se il bonus bruciato presto (e due falli immediati di Cusin, poi anche di Tarczewski) aiutano Pesaro a superare il momento di difficoltà. Alla fine del primo periodo, l’Olimpia è avanti 20-13. Nel secondo quarto, Milano è costretta a giocare con M’Baye da centro dopo il terzo fallo sanzionato a Cusin su un blocco irregolare. Una fiammata di Abass, jumper dall’angolo allo scadere dei 24″ e contropiede chiuso su assist di Theodore, consente all’Olimpia di proteggere il vantaggio di sette punti quando Coach Leka spende il time-out. Al rientro, una tripla di Abass scava 11 punti tra le due squadre, una di Jerrells li ripristina dopo la risposta di Moore. Ma anche Ceron segna da tre e un paio di errori banali fermano la fuga dell’Olimpia. All’intervallo il vantaggio è ridotto a sei punti sul 37-31.

 

 

 

 

Kaleb Tarczewski schiaccia due palloni ad inizio del terzo periodo e spinge Milano di nuovo avanti di 10. Ma Pesaro allunga la difesa, prova a correre di più, mette in ritmo Omogbo e sul terzo fallo dello stesso Tarczewski rientra a meno due sul 45-43. Poi pareggia con Moore due volte anche dopo la terza schiacciata di Tarczewski che si spende su Mika in difesa e attacca con energia in una situazione falli complicata. Pesaro supera con un tiro libero di Diego Monaldi, l’Olimpia replica con un jumper dalla media di Theodore e una tripla di Jerrells che vale il nuovo più quattro ma è annullata da quella di Omogbo. Alla fine del terzo periodo è 52-51 Olimpia. Jordan Theodore con un lay-up rovesciato e un gran “floater” firma il 4-0 di inizio quarto periodo, Curtis Jerrells da tre riapre sette punti di margine e Cinciarini otto con un canestro di rapina che anticipa però la risposta dall’arco di Omogbo. Jerrells in una sequenza unica mette la tripla del più otto e poi i due liberi del 70-60 strappati a rimbalzo. L’Olimpia che nella ripresa trova un Tarczewski strepitoso nell’attaccare il ferro (cinque schiacciate) chiude la partita senza ulteriori patemi, 78-64.

 

 

VL PESARO - EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 64-78 (13-20; 31-37; 51-52)

VL PESARO: Omogbo 18, Ceron 6, Mika 17, Moore 15, Ancellotti 2, Bertone, Kuksiks 2, Monaldi 4, Crescenzi ne, Bocconcelli ne, Serpilli ne, Morgillo ne ALL. Leka

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO: Goudelock 3, Micov 2, Vecerina ne, Pascolo 1, Tarczewski 14, Cinciarini 9, Cusin 4, Abass 8, M'Baye 11, Theodore 10, Jerrells 16 ALL. Pianigiani

Spett. 4592

Arbitri: Weidmann, Attard, Di Francesco