Lega A - Pesaro brilla per 15', poi l'Orlandina chiude la strada verso il canestro

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 229 volte
Lega A - Pesaro brilla per 15', poi l'Orlandina chiude la strada verso il canestro

Arriva anche il primo successo casalingo per la Betaland Capo d’Orlando dopo la vittoria di Reggio Emilia. Una gara in cui le due contendenti sono arrivate con i roster incompleti - la Betaland ha firmato Hogue ma non ha potuto schierarlo, la Vuelle sconta l'infortunio di Little anche perché non è stato trovato ancora un sostituto. La formazione di coach Di Carlo ci mette una decina di minuti ad ingranare per poi dominare Pesaro con una coriacea prova di consistenza difensiva ma anche con migliori percentuali in attacco, vincendo e conquistando due punti molto pesanti. Non serve a nulla alla formazione marchigiana portarsi a casa 17 rimbalzi d'attacco (contro 6) se poi non si riesce a sfruttare le seconde occasioni.

Così il +3 pesarese di fine primo quarto sulla spinta di Mika e Ceron è pura illusione ottica. Nei due quarti centrali, infatti, i paladini lucchettano a doppia mandata il proprio canestro concedendo appena 20 punti con 9/36 dal campo e limitando il potenziale realizzativo di Dallas Moore e Manuel Omogbo. Di contro, nella metà campo avversario, campo aperto per i giocatori della Betaland che in velocità sorprendono spesso impreparata la difesa biancorossa. Lo spettacolo lo conducono le gambe esplosive di Justin Edwards (top scorer ma anche 7 rimbalzi e 5 assist per il canadese) e Kuba Wojciechowski della stagione: per lui season high in punti (12), rimbalzi (8), assist (4) e valutazione (24), che propiziano e realizzano il break 8-0 che all'inizio del secondo tempo taglia le gambe di Pesaro (46-33), prima dell'exploit dell'ex di turno, Mirza Alibegovic, che con tre triple consecutive nel quarto periodo piega definitivamente la volontà di reazione marchigiana.

 

 

 

Betaland Capo d’Orlando – VL Pesaro 73-56 (15-18, 36-29, 52-38)

Betaland Capo d’Orlando: Galipò ne, Alibegovic 12 (0/1, 4/8), Ihring 3 (1/2, 0/4), Atsur 3 (1/4 da 3), Kulboka 7 (1/3, 1/3), Laganà ne, Strautins 4 (1//1, 0/1), Delas 9 (4/6 da 2), Edwards 13 (6/11, 0/1), Wojciechowski 12 (6/7, 0/1), Ikovlev 10 (2/3, 2/4), Donda ne. All: Di Carlo

VL Pesaro: Omogbo 7 (2/5, 1/3), Ceron 10 (2/7, 2/8), Mika 12 (5/11, 0/1), Moore 7 (1/3, 1/6), Bocconcelli ne, Solazzi ne, Ancellotti 5 (2/2 da 2), Bertone 9 (4/6, 0/2), Monaldi 3 (0/1, 1/6), Serpilli 3 (0/1, 1/2). All: Leka