Preolimpico - Il coach croato inizia a "lavorarsi" la terna arbitrale

 di Pietro Battaglia  articolo letto 532 volte
Inizia a mettere pressione al terzetto arbitrale il coach della Croazia, Petrovic, in vista della finale del preolimpico con pungenti dichiarazioni a "La Gazzetta dello Sport". “Volevamo questa rivincita a tutti i costi anche perché non potranno di nuovo esserci 19 errori arbitrali come è accaduto martedì. Non è un numero a caso, ho rivisto la partita, sono proprio 19 tra passi di Hackett, falli ribaltati e via dicendo. Mi farebbe piacere vederla accanto a Messina, vediamo chi continua poi a sorridere tra me e lui... Diciannove sono un'enormità, ne posso tollerare 5 di errori, ma non di più. Vediamo cosa succede in questa rivincita”.