A2 EST - Vittoria a Jesi, la Tezenis cala il poker

02.12.2018 20:58 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 227 volte
A2 EST - Vittoria a Jesi, la Tezenis cala il poker

La Tezenis Verona vince la quarta partita consecutiva. Un successo in trasferta sul campo di Jesi al termine di una gara equilibrata dal primo all’ultimo minuto. Risolta con grande freddezza e compattezza in casa gialloblù, con i ragazzi di coach Dalmonte bravi a gestire al meglio gli ultimi secondi del match.
Verona, più volte, prova a scappare nel punteggio, ma Jesi è formazione ostica e capace di tornare sempre in partita fino all’ultimo quarto quando in apertura allunga di 5 lunghezze.
La Tezenis risponde e lo fa con una prova di corale di grande spessore che valgono il successo finale per 66-69.
Un match che si chiude con quattro giocatori in doppia cifra (Candussi, Henderson, Ferguson e Severini); per Candussi è la terza “doppia doppia” consecutiva.
Coach Dalmonte lancia lo starting five composto da Amato, Henderson, Severini, Udom e Candussi. E’ di Baldasso il primo canestro della partita ma Henderson non è da meno e si invola sulla linea di fondo per schiacciare a due mani. I padroni di casa si riportano avanti ma è ancora il numero 15 gialloblù a colpire dalla lunga (7-5).Candussi fa 7 pari, in un inizio in cui gli attacchi sono gli assoluti protagonisti sia da una parte che dall’altra. E’ firmato Udom il primo vantaggio Tezenis con un gioco due più uno. Ma è un sussulto, perchè Jesi trova il break finale e alla prima pausa è avanti 22 a 18.
Inizia il secondo periodo e Verona prova ad accelerare: tripla gialloblù e il neo entrato Ferguson a riportare avanti i suoi. Totè segna dalla media ma Severini allunga sul 26-31 e Cagnazzo è costretto a chiamare time-out. L’ effetto non è quello sperato dal coach dei padroni di casa e la Tezenis è in fiducia: Ferguson la porta al massimo vantaggio fin lì (26-33). Basta un attimo però, perchè la Termoforgia piazzi un controbreak che la riporta sopra (34-33) e che obbliga coach Dalmonte a richiamare i suoi in panchina per un minuto di sospensione. Ci vuole il solito Ferguson per far tornare a segnare gli ospiti: canestro sulla sirena e all’intervallo si va negli spogliatoi in perfetto equilibrio:36-36.
Il rientro dagli spogliatoi è tutto di marca gialloblù: un assolo Tezenis guidato da Candussi e Udom fanno schizzare gli ospiti sul 38 a 46. La Termoforgia però è un osso duro e, come già successo nel secondo periodo, torna prepotentemente sotto: guidata da Dillard e da Jones, la formazione marchigiana ricuce fino alla parità a quota 48; nel finale Jesi prova a mettere la freccia, chiude sul 53-51 il terzo quarto.
Gli ultimi 10 minuti della partita vivono ancora sull’equilibrio. Sorpassi e contro sorpassi da una parte e dall’altra e che sembra non volerne sapere di decretare un padrone. Dillard prova nuovamente l’allungo per la Termoforgia con la bomba del più 5 (61-56). La Tezenis spreca tanto in attacco ma riesce comunque a stare in scia ai padroni di casa grazie alla difesa. Henderson impatta di nuovo sul 63 colpendo dall’arco in transizione. Una grande difesa di Amato fa deragliare Dillard e Ferguson sorpassa a 50 secondi dalla fine. Finale thrilling: ancora Jazz dalla lunetta (1/2) a dare un possesso di vantaggio alla Tezenis, Dillard in lunetta ne infila solo uno dei due a disposizione riportando a meno 2 Jesi (64-66) prima di fermare fallosamente Amato per bloccare il cronometro. Anche Andrea ne realizza solo 1. Ancora il numero 1 di Jesi a insaccare il -1 e timeout di Dalmonte a 5 secondi dal termine. Ferguson ancora in lunetta è glaciale, Jones nell’altra metà campo manda sul ferro. Si chiude con la vittoria di Verona con il punteggio di 66-69.

Termoforgia Jesi – Tezenis Verona 66-69 (22-18, 14-18, 17-15, 13-18)
Termoforgia Jesi: Andre Jones 15 (3/9, 3/10), Leonardo Tote 14 (6/10, 0/1), Tommaso Rinaldi 13 (2/10, 3/4), Kevin Dillard 12 (3/11, 1/3), Lorenzo Baldasso 8 (0/0, 2/5), Bruno Mascolo 2 (0/1, 0/0), Isacco Lovisotto 2 (1/1, 0/0), Matteo Santucci 0 (0/0, 0/2), Simone Mentonelli 0 (0/0, 0/0), Noah Mwananzita 0 (0/0, 0/0), Babacar Kouyate 0 (0/0, 0/0), Antonio Valentini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 12 – Rimbalzi: 41 14 + 27 (Tommaso Rinaldi 11) – Assist: 14 (Kevin Dillard 7)
Tezenis Verona: Terry Henderson 15 (1/5, 3/5), Francesco Candussi 14 (6/10, 0/1), Jazzmarr Ferguson 14 (3/6, 1/7), Giovanni Severini 11 (1/3, 3/6), Mattia Udom 7 (3/8, 0/1), Giacomo Maspero 5 (1/2, 1/3), Andrea Amato 3 (1/3, 0/4), Iris Ikangi 0 (0/0, 0/0), Andrea Quarisa 0 (0/2, 0/0), Omar Dieng 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 21 – Rimbalzi: 38 12 + 26 (Mattia Udom 12) – Assist: 13 (Jazzmarr Ferguson 4)