Serie B - Valsesia Basket travolge Robur et Fides Varese

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 165 volte
Serie B - Valsesia Basket travolge Robur et Fides Varese

Valsesia Basket travolge Varese con 33 punti di scarto, 86 a 53 il finale del match. Partita che dura solo un quarto finito 17 a 16 per Valsesia, poi i ragazzi di coach Albanesi danno il via al tornado che travolgerà gli uomini di coach Vescovi. Valsesia Basket micidiale al tiro, 62% da due, 50% da tre e 83% ai liberi e capitalizza al massimo il doppio turno casalingo con due vittorie importanti che la fanno volare al terzo posto in classifica con 28 punti, in condominio con San Miniato e Use Empoli. Grandissima prova corale degli Eagles, che hanno affrontato la gara con molta grinta, carattere concentrazione, guidati da un indomito capitan Gatti, che ha voluto essere in campo con i compagni nonostante il brutto incidente stradale mentre tornava a casa domenica scorsa dopo la partita contro la Virtus Siena, mentre in via precauzionale è stato tenuto a riposo Nicola Savoldelli, ancora alle prese con il colpo in testa subìto durante il match con i toscani, ma presente in panca a sostenere ed incitare i compagni. Una partita indimenticabile per i tifosi presenti al Pala Loro Piana, ricca di emozioni, gradevole a vedersi, entusiasmante e coinvolgente; mai in tre anni di serie B avanti di 42 punti e mai vinto con uno scarto così elevato : bravi ragazzi, semplicemente fantastici! Strafelice coach Marco Albanesi che, dopo la partita, ha finalmente abbandonato il suo abituale autocontrollo e si è lasciato andare a un largo sorriso con elogi per tutti:" Sono contento soprattutto per i tifosi che sentivano la pressione delle cinque sconfitte consecutive contro Varese e questa vittoria è dedicata a loro; sono felice per i ragazzi che meritano tantissimi complimenti, perchè è stata un'altra settimana molto difficile in palestra, però credo che il mio staff ed io abbiamo preparato bene la partita dal punto di vista tecnico-tattico ma soprattutto mentale. Abbiamo caricato i ragazzi a pallettoni e i pallettoni sono poi esplosi con energia in campo! Abbiamo fatto un ottimo lavoro con la zona e abbiamo sbagliato pochissimo; stasera è davvero tutto positivo : 8+ per tutti !"- scherza il coach valsesiano. 

 Alla palla a due coach Albanesi manda sul parquet Gay, Cozzoli, Mercante, Lenti e Caversazio mentre coach Vescovi schiera Moalli, Matteucci, Innocenti, Bolzonella e Pagani. Parte bene Varese con Innocenti subito in lunetta e le triple consecutive di Matteucci e Bolzonella, ai quali rispondono Lenti con due giri in lunetta, Gay e Caversazio (8-8). Castelletta segna il vantaggio esterno ma poi dalle mani di Gay parte il primo dardo che porta in vantaggio gli Eagles con il carico di Caversazio dalla lunetta (12-10) al 5'. Le compagini giocano con grande intensità e le retine rimangono inviolate per quasi due minuti. Al 7' time out Gessi e al rientro in campo segna subito Caversazio,  per i lombardi rispondono Castelletta e Bolzonella, capitan Gatti si fa un giro in lunetta (2/2) e lunetta ci va anche Mercante (1/2) . Ancora il tempo per un canestro di Santambrogio e il primo tempino, molto equilibrato, si conclude con il vantaggio dei nero-arancio 17-16.

Nel secondo periodo, apre le marcature Visentin su delizioso assist di capitan Gatti e poi.....esaltazione allo stato puro del giovane Gay che apre il fuoco con due bombe consecutive e ruggisce di soddifazione verso i propri tifosi ( 25-16); Bolzonella prova a contenere andando due volte a canestro, ma a lui si oppongono prima Visentin da sotto (27-20) e poi ancora Gay, in pura trance agonistica, che spara una sassata da tre dall'angolo (e subisce pure fallo) mandando in visibilio i tifosi sugli spalti. Tiro libero aggiuntivo di Gay a segno (31-20), Innocenti replica da tre punti, ma Lenti segna con energia da sotto su assist preciso di Caversazio (33-23). Al 16', coach Vescovi chiama time out per spezzare il ritmo indiavolato degli Eagles e capire con i propri giocatori quale strategia applicare per contenere la furia nero-arancio. Al rientro in campo, Marcello Cozzoli partecipa con piacere alla festa delle triple scagliando un dardo da tre tutto dedicato al papà presente sugli spalti e accolto da un boato dei tifosi valsesiani. Anche Molteni non è da meno e va a canestro, Mercante è  molto attento sotto le plance e con agilità segna in tap- in su tiro di Cozzoli respinto dal ferro; ancora l'energia di Caversazio termina nel fondo della retina avversaria e la ciliegina sulla torta la mette ancora Cozzoli con un'altra bomba e il pubblico è tutto in piedi ad applaudire lui e i compagni. Il secondo tempino termina a favore dei padroni di casa 45-23. 

Al rientro dall'intervallo, nessun calo di concentrazione da parte dei ragazzi valsesiani: ancora Flavio Gay, galvanizzato dalla sua super serata, spara subito da tre, replica per Varese Pagani, ancora Gay in lunetta fa 2/2 e Cozzoli, mai sazio, infila la sua terza bomba dall'angolo (53-25). I lombardi guardano il tabellone smarriti e tentano in ogni modo di fermare il ciclone Valsesia, ma è ancora Gay che segna la sua spettacolare bomba e Santambrogio risponde (56-27). Gli Eagles continuano a martellare la difesa avversaria con la decisa pressione di Caversazio che va a segno e poi è il nostro immenso e coraggioso capitan Gatti che infila la sua prima magic bomb tutta dedicata al pubblico che lo applaude a scena aperta. Al 25', minuto di sospensione chiesto da Varese e al rientro sul parquet Pagani fa 2/2 dalla lunetta, il grintoso Lenti s'invola su assist di Gatti e segna da sotto, il tenace Molteni va a segno (65-29), Pagani e Rovera dalla lunetta non sbagliano (4/4) ma ancora Molteni risponde con la sua prima bomba che il pubblico accoglie con scroscianti applausi. Pubblico che si diverte tantissimo e che riserva una standing ovation alll'entrata sul parquet del giovane Matteo Busnelli. Ancora Varese a segno con Pagani e Rovera e il terzo parziale si chiude 68-37  a favore dei padroni di casa.

L'ultimo periodo si apre con un canestro del caparbio Visentin e, sullo sviluppo dell'azione successiva, dalle mani di capitan Gatti parte la seconda bomba (73-37). Varese segna con Moalli, Mercante si avvita sotto le plance e segna, Rovera risponde con due canestri consecutivi, ma è ancora l'agile Mercante che, fermato fallosamente mentre andava a schiacciare a canestro, in lunetta fa 2/2 (77-43). Gli Eagles continuano a giocare meravigliosamente bene, l'amalgama tra loro è perfetto, i passaggi sono precisi ed equilibrati e così Molteni può sparare ancora da tre punti e Gatti ci mette il carico (82-43). Per i lombardi risponde Rovera dalla lunetta (1/2) e una gita proficua in lunetta se la fa anche Gay ( mvp indiscusso della serata con 25 punti e 28 punti di valutazione: stratosferico!). In campo c'è ancora il giovane Busnelli (che ha giocato con i compagni per alcuni importanti minuti) e quando in transizione la palla è tra le sue mani e lanciato a canestro, i tifosi trattengono il respiro: l'enfant terrible segnerà con freddezza il suo primo canestro in serie B, salutato dal boato del Pala Loro Piana, facendo volare le aquile a +42, massimo vantaggio del match, bravo Matteo! Gli ultimi istanti sono a firma Varese con le due triple di Rovera e la bomba finale di Sabbadini. Suona la sirena, che sancisce la straordinaria vittoria di Valsesia Basket su Varese con il punteggio finale di 86-53. 

G.S. GESSI VALSESIA BASKET: 86

COELSANUS ROBUR ET FIDES VARESE: 53

Parziali: 17-16; 28-7; 23-14; 18-16.

 

VALSESIA BASKET: Savoldelli ne, Gay 25, Cozzoli 9, Busnelli 2, Mercante 7, Gatti 10, Molteni 10, Caversazio 9, Lenti 8, Visentin 6.

Coach: Marco Albanesi    Vice.All.:  Claudio Carofiglio  -  Ass.all.: Francesco Gagliardini

Prep.fisico: Luca Perona     Fisioterapista: Giuseppe Cerutti.

 

ROBUR ET FIDES VARESE: Moalli 2, Bolzonella 9, Santambrogio 2, Rovera 17, Innocenti 5, Castelletta 6, Maruca, Matteucci 3, Pagani 6, Sabbadini 3.

Coach: Francesco Vescovi    Ass.coach: Armando Crugnola

Prep.fisico: Fontanella Andrea   Fisioterapista: Barausse Alberto.

 

ARBITRI: Lombardo Dario di Trapani e Giunta Antonio di Ragusa.