NBA - Harden e D'Antoni scoprono che comandano sempre i Warriors

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 468 volte
NBA - Harden e D'Antoni scoprono che comandano sempre i Warriors

Golden State, di scena a Houston, gioca una gara di intensità difensiva eccellente, riuscendo come solo loro sanno fare a  trasformare ogni errore in attacco dei Rockets in punti facili. E se per una notte l'imprinting da tre punti della squadra di Mike D'Antoni fa cilecca con 5 su 31 nel tiro pesante, la condanna a sottostare alla legge dei Warriors è immediata e senza appello. Così passano in secondo piano la tripla doppia di Harden e le schiacciate di Capela. Rimane che fin dal primo quarto il rullo compressore della Bay Area fa 20-37.

I Rockets sono costretti a rincorrere, il pick'n'roll funziona meglio anche perché è evidente che Steve Kerr abbia ordinato ai suoi di non concedere il tiro da tre, e ciò fatalmente apre spazi diversi. Ma anche se Curry soffre qualche passaggio a vuoto al tiro, la concretezza di Green e Iguodala sono strabordanti e il riaggancio non avviene mai.

Finisce 106-113. Boxscore: 24p+11r+13as Harden, 21 Capela, 17 Williams, 13 Ariza, 10 Beverley e Gordon per Houston (51-23); 32p+10r Curry, 25 Thompson, 19p+9r Green, 12 Iguodala per Golden State (60-14) ottava vittoria di striscia.