Serie A2: Il Fanola cade nello scontro salvezza con Bolzano

21.01.2018 16:14 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 64 volte
Serie A2: Il Fanola cade nello scontro salvezza con Bolzano

Il Fanola esce sconfitto dallo scontro salvezza con Bolzano, e scivola a -4 dalle avversarie che la precedono in classifica. Partita tutta a inseguire quella delle giallonere, arrivate all'impegno non certo nelle migliori condizioni per via di infortuni e acciacchi vari, e sovrastate a rimbalzo dalle avversarie (42-20).
 
Nel primo quarto le difese intense producono diversi recuperi da entrambe le parti, ma è soprattutto Bolzano a saperli sfruttare: il contropiede di Fall vale il 7-13 al 6'. Intanto nel Fanola si rivede Elena Fietta, al rientro un mese dopo l'infortunio alla caviglia, ma le giallonere continuano a faticare e scivolano a -11 (9-20 all'8'). Baldi e Boaretto accorciano fino al 15-20, ma prima dell'intervallo ancora la tripla di una Servillo già da 10 punti vale il +10 ospite.
 
La seconda frazione si apre col canestro di Pettenon, all'esordio stagionale in maglia Fanola, e poi di nuovo una precisissima Boaretto (4/4 da due e 2/2 da tre) trova la tripla del 20-25. È coi ripetuti viaggi in lunetta che però le ospiti allungano ancora (sarà 27-8 il conto dei liberi tentati alla fine), in un secondo quarto in cui si segna di meno ma il distacco rimane consistente. Sulla sirena un contestatissimo quarto fallo a Pettenon a venti metri dal canestro vale l'ennesima gita in lunetta a Matic, per il +13 ospite del 20': 31-44.
 
Nel terzo periodo il Fanola prova a rientrare in campo più convinto, ma nonostante i tanti recuperi difensivi riesce a produrre solo un 4-0 nei primi 4' (35-44). In difesa le giallonere sono molto più efficaci, e costringono le avversarie a soli 5 punti nella frazione. Dall'altra parte però, a causa dell'imprecisione ma anche di un po' di sfortuna, non riescono a sfruttare le tante occasioni per accorciare, e all'ultima pausa accusano ancora 9 punti di ritardo.
 
È nell'ultimo quarto che Bolzano produce l'allungo decisivo, sfruttando il gioco in post basso di Matic (dominatrice con 24 punti, 13 rimbalzi e 10 falli subiti) per tornare a +15: 42-57 al 34'. La giocatrici di casa provano a crederci ancora, e fino al 40' l'impegno non viene mai meno. Ma non c'è più margine per la rimonta, finisce 52-67.

Fanola San Martino - Itas Alperia Bolzano  52-67
 
LUPE SAN MARTINO: Beraldo 4, Fietta 3, Amabiglia 3, Scappin, Boaretto 14, Brutto, Crocetta 3, Milani 11, Profaiser 2, Pettenon 4, Meroi, Baldi 8. All. Valentini.
BASKET CLUB BOLZANO: Ribeiro Da Silva 6, Servillo 14, Giordano ne, Cela 4, Fall 13, Matic 24, Desaler ne, Zangari, Villarini 3, Ruocco 3, Valoroso. All. Travaglini.
ARBITRI: Balducci di Valvasone (PN) e Bianchi di Rimini.
PARZIALI: 15-25, 31-44, 40-49.
NOTE: Uscite per 5 falli: Pettenon (36'), Baldi (36'). Tiri da due: San Martino 18/39, Bolzano 19/35. Tiri da tre: San Martino 4/20, Bolzano 3/12. Tiri liberi: San Martino 4/8, Bolzano 20/27.