7Days EuroCup - Arriva contro il Tofas la prima vittoria europea stagionale della Reyer

15.10.2019 22:13 di Marco Garbin   Vedi letture
7Days EuroCup - Arriva contro il Tofas la prima vittoria europea stagionale della Reyer

Umana Reyer senza appello questa sera contro i turchi del Tofas Bursa per la terza giornata di EuroCup. Gli uomini di De Raffaele, reduci dalla galvanizzante vittoria di Campionato contro Cantù, in coppa sono ancora fermi ai nastri di partenza dopo le sconfitte maturate contro i serbi del Partizan e i russi del Lokomotiv Kuban.
Nell'altra metà del campo i turchi del Tofas, squadra dal ricco passato e dal più modesto presente, dopo una buona partenza contro il Limoges hanno subito una battuta d'arresto a Belgrado, ma vantano comunque una situazione di classifica meno complicata dei lagunari.
L'ex Orlandina Mejia, dato in forse, con tutta probabilità sarà a disposizione. Oltre che su di lui coach Ene punta sull'esperto Lojeski, sull'ex Torino White e sul centro americano Devin Williams che nella scorsa stagione con i montenegrini del Buducnost si è ritagliato una parte nelle Finals ABA contro la Stella Rossa di Belgrado.
La Reyer proverà a cavalcare l'onda sfruttando il piglio positivo mostrato domenica dai vari Chappell, Daye, Filloy, e Tonut ma con un occhio sempre puntato sulla difesa, dove l'indicatore non segna ancora carica completa.
Ed è proprio a causa della difesa che Venezia, pur ottenendo meritatamente la prima vittoria europea della stagione, rischia il rientro avversario in un paio di occasioni erodendo un margine di vantaggio importantissimo in ottica del passaggio del turno. Nette infatti l'inferiorità a rimbalzo in difesa nella prima parte di gara e l'incapacità di contenere Williams (che chiude in doppia doppia con 28 punti e 10 rimbalzi). Nonostante ciò e nonostante i falli spesso spesi male (ira di De Raffaele testimone) la Reyer riesce ad amministrare il margine conquistato nella prima parte di gara anche grazie ai demeriti avversari (leggi 46% da 2 e 18% da 3). A spiccare coach De Raffaele, capace d'interpretare in modo ottimale il match disinnescando gran parte del potenziale ospite.

La gara
Gara al via con la Reyer che, con Chappell, non trova la via del canestro. White porta avanti gli ospiti mentre la Reyer fatica a trovare spazi in area avversaria. Lojeski allunga per il Tofas. Il primo canestro della Reyer arriva grazie a Daye che va a prendersi anche il gioco da 3 per fallo proprio di Lojeski. Williams e Vidmar si rispondono da sotto il ferro. L'ex Buducnost va a prendersi 2 liberi ma fa cilecca e mentre il tabellone dice che sono passati 3'15" dall'inizio del match le squadre sono sul 5:6. Chappell prova la tripla senza successo e, nel capovolgimento di fronte, White trova il fallo di Daye e i liberi del 5:8. Dopo l'ennesimo contrattacco sterile orogranata Tofas ancora in lunetta per antisportivo fischiato a Stone. Solo 1 su 2 per Phillip. Dopo il contrattacco vincente di De Nicolao che vale il -2 è ancora lunetta per gli ospiti che con Williams siglano il 7:11. La Reyer riesce nel rientro grazie a Daye e Watt, abili nel trovare spazio sotto il ferro. E porta la firma del numero 50 il primo vantaggio dei padroni di casa che Bramos incrementa con una tripla pregevole. 16:11 il punteggio dopo 8' di gioco. Il Tofas spezza l'inerzia grazie a White ma Venezia vuole evitare il possibile rientro turco e con Udanoh ristabilisce il distacco. Mentre si entra nell'ultimo minuto del parziale a segno Yasar e Watt per il 19:15. Il Tofas non demorde e con Mejia allo scadere dei 24" infila una tripla impossibile ma Bramos sulla sirena risponde con la stessa moneta. Il primo parziale si chiude così sul 22:18.
 

I primi punti del secondo parziale arrivano dopo 1' di gioco e portano la firma di Tonut. La risposta turca si spegne contro il muro di Udanoh e Venezia prova ad approfittarne con Watt che viene però fermato fallosamente. Dopo il time out chiamato dagli ospiti l'americano dalla lunetta realizza il 26:18. Williams dopo azione insistita accorcia ma la bomba del capitano Bramos porta Venezia sul +9. Massimo vantaggio orogranata con Vidmar su scarico di Tonut ma il Tofas risponde con Ermis. Ancora Vidmar a segno dopo rimbalzo offensivo per il 33:22. Poco più di 5' all'intervallo lungo con Udanoh in lunetta. Per lui 1 su 2. Il capovolgimento di fronte vede a segno Williams, subito rintuzzato da Daye in azione solitaria. Squadre in time out con 3'35" all'intervallo lungo. Al rientro in campo Tonut trova il corridoio giusto. La risposta di Williams dalla lunetta per fallo di Vidmar è imprecisa ma il Tofas è assolutamente dominante nei rimbalzi d'attacco e fa incetta di falli. Ancora Williams, questa volta per fallo di Filloy, dalla lunetta non sbaglia. Ultimi 100" della prima parte di gara e il Tofas, ancora dalla lunetta con Phillip, ricuce a -10. Dentro De Nicolao per Chappell e il padovano va subito a bersaglio grosso. Gli risponde a meraviglia Mejia per il 41:31. Ultimi scampoli di gioco con Watt che dalla lunetta fa 1 su 2 mentre la risposta turca si spegne fra le maglie difensive lagunari. Le squadre rientrano negli spogliatoi sul 42:31. Fatto salvo il predominio ospite a rimbalzo in attacco (11:5), fortunatamente per i lagunari spesso sprecato, la Reyer prende subito le misure ai turchi e, dopo un primo quarto a rincorrere, prende la testa dell'incontro e impone il suo ritmo creando un vantaggio in doppia cifra. Troppi gli errori al tiro per il Tofas (34% da 2 e 20% da 3) che resta a galla grazie ai liberi (ben 23 con 14 realizzati). Troppo poco per gli uomini di Ene per fare bottino al Taliercio.

Seconda parte di gara che inizia con i consueti liberi del Tofas che con Williams accorcia di 2. L'ex Buducnost va a prendersi altri 2 punti da sotto il ferro ma Daye ci mette la pezza e rompe il break ospite. Rincara la dose Watt in schiacciata per il 46:35. Resta a galla il Tofas con Mejia dalla distanza mentre la risposta orogranata di Bramos si stampa sul ferro. Cresce Williams che infila il suo sedicesimo punto a spallate sotto il ferro mentre la transizione veneziana non si capitalizza nei 24". All'ennesimo centro di Williams che vale il 46:42 De Raffaele chiama time out. Si riprende il gioco con Vidmar che scarica fuori a Bramos che infila la tripla del +7. Transizione Tofas con Ugurlu che evita Stone e appoggia al tabellone. Meno di 4' al termine del terzo parziale e Venezia che infila in tap in un tiro da fuori di De Nicolao finito sul ferro. La Reyer preme sull'acceleratore e Tonut da fuori porta il vantaggio nuovamente in doppia cifra. Basta poco e Williams è nuovamente in lunetta per il -9. Spettacolare la palla strappata da Vidmar a Durmaz che innesca il contropiede vincente di Tonut. Ancora Williams ma questa volta in azione ribatte il colpo mentre ci si avvicina agli ultimi 100" del parziale con le squadre sul 56:47. In lunetta si alternano Tonut, Lojeski e Udanoh e sul 58:48 si entra nell'ultimo minuto del terzo parziale. Per terzo fallo di Udanoh Lojeski va in lunetta e fa 1 su 2. Sono gli ultimi punti, si entrerà nell'ultimo parziale regolamentare sul 58:49.

Al via gli ultimi 10' regolamentari. Dopo 70" Daye piazza i primi punti e sono 3. La risposta è del solito Williams che infila di potenza e guadagna il libero supplementare, non capitalizzato. La piazza da fuori anche Filloy per il 64:51. Daye dalla lunetta fa +15 ma White in sospensione risponde per il 66:53. Filloy e Lojeski si rispondono colpo su colpo mentre ci si avvicina alla metà del parziale e, con Venezia avanti di 13, coach Ene chiama time out. Quarto fallo fischiato ingenerosamente a Vidmar e Williams accorcia di 2. Rovesciamento di fronte e ci si scambia il favore ma lo sloveno fa cilecca. Ci pensa Bramos a far frusciare la retina avversaria e pochi secondi dopo su palla rubata da Daye nasce il contropiede finalizzato da Filloy in lay up. A 5'36" dalla fine del quarto parziale Venezia avanti 72:57. Williams non molla e si prende il gioco da 3 mandando in panca Vidmar per quinto fallo. Daye si divora un canestro fatto ma Williams dall'altra parte non concretizza contrastato da Bramos. Meno di 4' dal termine e Daye dalla lunetta per fallo di White porta a 13 il vantaggio lagunare. Subito dopo gli orogranata recuperano palla in difesa ma sprecano clamorosamente la transizione. Durmaz in lunetta punisce e accorcia a 11. Bramos da buon capitano dà respiro ai suoi e infila la tripla del 76:62. Transizione Reyer che potrebbe chiuderla ma Udanoh spreca l'alley-oop su servizio di Stone facendo sbottare De Raffaele. Time out per il Tofas. Si rientra in campo e il Tofas con White prova la tripla. Fortuna per i lagunari vuole che la palla rimbalzi tra i ferri e finisca fuori. Solo 99" secondi la termine del parziale e Durmaz dalla lunetta accorcia di 1. Mejia si becca un tecnico per flopping e manda in lunetta Daye. Per l'americano 1 su 2. White esce per quinto fallo ma, a 73" dal termine, Watt dalla lunetta non ne approfitta. Il numero 50 esce pochi secondi dopo per quinto fallo e De Raffaele lo fulmina letteralmente con lo sguardo. Dopo il canestro di Phillip, con una Reyer assolutamente in confusione, De Raffaele chiama time out. Il punteggio non cambia ed il match si chiude 76:65.

Umana Reyer Venezia vs Tofas Bursa 76:65 (22:18) (20:13) (16:18) (18:16)

Le squadre
Reyer Venezia
Udanoh 4, Stone 0, Bramos 14, Tonut 10, Daye 15, De Nicolao 5, Filloy 10, Vidmar 10, Chappell 8, Pellegrino ne, Cerella 0, Watt 10

Tofas Bursa
Mustafa 0, Durmaz 3, Ugurlu 2, Ermis 2, Tuna ne, White 8, Mejia 9, Phillip 5, Lojeski 6, Williams 28, Yasar 2