EuroBasket Womens 2021: l'Italia alla grande sul Montenegro

Speldnida partita di carattere della formazione di Lino Lardo che ha giocato benissimo aggredendo la gara psicologicamente e tecnicamente
19.06.2021 08:50 di Eduardo Lubrano Twitter:    vedi letture
EuroBasket Womens 2021: l'Italia alla grande sul Montenegro

Una grande reazione tecnica ed emotiva: l’Italia ha battuto il Montenegro 77 a 61 nella seconda partita dell’EuroBasket Womens 2021 ed ha spazzato via le possibili nuvole dopo la sconfitta nella prima giornata con la Serbia, nuvole che potevano addensarsi per il modo in cui è stata persa quella gara.

La partenza della Nazionale è stata di quelle importanti con un quintetto leggermente modificato rispetto alla prima giornata: Carangelo, Penna (x Cinili), Zandalasini, Andrè e Bestagno. Che ha dato il via all’attacco italiano con una tripla cui ha fatto seguito quella di Carangelo per il 6 a 2 dopo pochissimi attimi della gara. Come a dirte: ci siamo ed abbiamo imparato la lezione. E difatti per tutto il primo quarto la squadra ha giocato così bene da mandare a segno più volte Andrè ed ancora Bestagno prima di assistere ad un canestro meraviglioso di Cecilia Zandalasini. La difesa asfissiante delle nostre ha messo le avversarie in difficoltà e solo la classe di Dubljevic ha impedito che l’Italia volasse via nel punteggio più dei 9 punti di vantaggio con i quali ha chiuso il primo periodo, 25 a 16.

Nel secondo periodo però è successo che la Nazionale s’è bloccata in attacco per quattro minuti: fretta, cattive scelte, forse un po' di rilassamento per aver messo subito la gara sul piano preferito. Meno male che la difesa ha tenuto benissimo e le montenegrine, in quei 240 secondi di black out azzurro,  al di là di sei punti non hanno trovato molto e quando in uscita da un timeout, Nicole Romeo ha segnato uno dei suoi canestri “ignoranti” alla Gianluca Basile, la squadra è ripartita. Zandalasini ha dato una mano, Attura si è accodata e Bestagno ha firmato il più sette di metà gara, 34-27.

Poi l’Italia è esplosa letteralmente: scossa dai canestri da tre del suo capitano, Cinili, dal primo canestro di Penna e da un quintetto che ha saputo trovare mille ed efficaci soluzioni offensive – Carangelo, Penna, Zandalasini, Cinili e Bestagno – senza perdere in qualità difensiva, il divario si è allargato: 45-32 quasi a metà tempo e poi ancora sul più 15, 59 a 44 dopo tenta minuti di gioco con la squadra davvero bella ed intensa.

Bellezza ed intensità che sono proseguite nell’ultima frazione di gioco al punto che dopo 4 minuti di gioco Carangelo ha messo la tripla del più 21, 68-47 in totale scioltezza. Insomma un’Italia che ha reagito soprattutto dal punto di vista psicologico alla botta con la Serbia ed ha messo le basi per cercare di passare il turno come seconda del girone. Perché questo accada servirà battere la Grecia domenica pomeriggio alle 18. La cosa è assolutamente fattibile da questa Italia che gioca bene, a patto che mantenga alta la concentrazione  sui dettagli della partita in ogni secondo.

I numeri? Importante il fatto che quattro giocatrici siano andate in doppia cifra: Carangelo 13, Zandalasini 11, Bestagno ed Andrè 10. Che anche questa volta si siano presi più rimbalzi delle avversarie e che si siano limitate le palle perse e che si sia costretto la squadra avversaria invece a buttarne 20.

Il tabellino comunque è qui