Maxibasket Europei - Cinque vittorie nella prima giornata per le squadre italiane

24.06.2018 09:57 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 338 volte
Maxibasket Europei - Cinque vittorie nella prima giornata per le squadre italiane

Ieri si è svolta la prima giornata dei Campionati Europei di Maribor, con in campo ben sei Nazionali di Maxibasket nelle varie categorie. Le formazioni azzurre non deludono le aspettative: solo la Over 70 piegata di misura.



ITALIA OVER 45

ITALIA VS LITUANIA 72-67 (15-16, 29-26, 46-50)

Cuore e grinta guidano al primo successo gli azzurri che piegano, dopo un’autentica
battaglia, la Lituania. Partita a strappi con i baltici che provano a scappare nella ripresa
trascinati da Sirvydis (30 punti con 6 triple a referto) arrivando sino a più 11. De Ambrosi e
Donati sono i primi ad azionare la rimonta italiana prima di un quarto periodo senza
esclusioni di colpi. Nel finale Italia più attenta e solida degli avversari, Corvo ed un
superbo Mazzella confezionano l’ultimo strappo che dona la vittoria alla truppa di coach
Nobili. Domenica di riposo per Sly Gray e compagni che torneranno in campo lunedì per
affrontare lunedì la Repubblica Ceca.
LA GARA
Equilibrio in avvio con Gomez e Mazzella che tengono a contatto l’Italia nonostante i
tentativi di allungo di uno scatenato Sirvydis, 15-16 al primo parziale. Gara da subito molto
nervosa con tanti errori al tiro, De Ambrosi regala il più 6 con una tripla frontale, replica
ancora Sirvydis per il meno 3 all’intervallo, 29-26. Sirvydis sembra infallibile e dopo la
pausa lunga dona il break ai baltici, prima doppia cifra di vantaggio sul più 11, 39-50. Nel
momento di massima difficoltà coach Nobili trova linfa vitale da uno scatenato Donati, il
buzzer beater di De Ambrosi infiamma la panchina azzurra, 49-50 alla penultima sirena.
Italia da urlo nel quarto periodo, la difesa mette la museruola a Sirvydis c’è il sorpasso
ancora di Donati, 56-53. Si sprecano i colpi proibiti, tutti in campo dopo un antisportivo (e
conseguente) tecnico che penalizza in eccesso la nostra Nazionale, 58-61. E’ l’ultimo
colpo di coda dei lituani, dalla bagarre l’Italia trae forza ed energia. Mazzella è un rebus
irrisolvibile per la difesa avversaria, Corvo scatta regala il nuovo più 5, 66-61. Una
distrazione difensiva regala ancora una chance ai baltici, 66-64, i liberi del solito Mazzella
e l’energia a rimbalzo di Gomez e Gray sigillano un successo che vale doppio, 72-67.
ITALIA: Mazzella 23, Corvo 14, Donati 14

LITUANIA: Sirvydis 30, Matulis 14, Ramontas

 


ITALIA OVER 55 B

LITUANIA VS ITALIA 67-71 (16-17, 42-33, 51-52)


Un’Italia indomita e tutto cuore gela la Lituania con un gran finale brindando al primo
successo nella competizione. Gara vibrante e nervosa che gli uomini di coach Angeretti
afferrano grazie alla gran giornata del tandem Bassi-Fumagalli (42 punti combinati).
Decisivo anche l’impatto della difesa, commovente il sacrificio di Petrosino sul torrido
Labasauskas e di tutta la panchina che ha risposto presente nel momento chiave della
sfida. Per la Over 55 appuntamento domani contro i padroni di casa della Slovenia.


LA GARA

Subito grande intensità nella sfida da parte di entrambe le squadre, Labasauskas sfrutta
con sapienza i blocchi dei compagni. Gli azzurri ci sono e rispondono colpo su colpo con
Bassi immediato protagonista, 18-17 di Vilella. Dello stesso Vilella il canestro che dona il
massimo vantaggio del primo tempo, 28-23, Labasauskas non smette mai di segnare e
regala un controbreak devastante ai suoi, 42-33. Dopo la pausa lunga azzurri da battaglia,
sale di tono la difesa con Petrosino che si immola su Labasauskas, Fumagalli è il re della
transizione, di Bassi lo strameritato sorpasso in chiusura di terza frazione, 51-52.
Nonostante gap di centimetri e peso l’Italia regge l’urto baltico, un solidissimo Vilella firma
la fuga sul più 7 ma è tutt’altro che finita, 56-63. Gli ultimi 5 minuti sono da batticuore, sale
la tensione con scontri con Ongari che subisce un brutto colpo sul volto. I lituani
ruggiscono un ultimo parziale sfruttando anche un antisportivo, 65-67. C’è anche il
possesso per il pareggio per Cesnaitis e compagni ma una magia difensiva di Bassi,
sfondamento ottenuto, dona ossigeno puro. Non trema la mano di Stenco dalla linea della
carità per i sigilli reali, la panchina azzurra può festeggiare il primo meritato successo,
67-71.
ITALIA: Bassi 23, Fumagalli 19, Stenco 10

LITUANIA: Labasauskas 33, Cesnaitis 11, Salasevicius 9


ITALIA OVER 60

SLOVENIA VS ITALIA 56-61 (23-19, 35-30, 41-46)

Ottimo esordio per la Nazionale Over 60 che batte in rimonta i padroni di casa sloveni.
Dopo un primo quarto sofferto, frutto delle triple in serie di Fiser, gli azzurri prendono le
misure arrivando al break in apertura di ripresa. La zona di coach Casalini, un Mentasti
letale, l’agonismo di Ponzoni ed il sacrificio di tutto il gruppo in difesa premiano l’Italia che
chiude stringendo i denti nel finale dall’assalto di Vujacic.

Per la truppa azzurra appuntamento domani contro l’Austria per confermare la vetta del
girone.

LA GARA

Scalda subito la mano Ponzoni che porta in avanti gli azzurri, di Mentasti il morbido jumper
del più 4, 6-2. Immediata reazione degli sloveni, tre bombe filate che costringono coach
Casalini all’immediato timeout, 14-12. Primi cambi per l’Italia ma i tiratori di casa fanno
ancora male, Fiser e compagni scappano a più 7, 21-14. Servono cuore ed astuzia per
iniziare la rimonta, ingredienti essenziali nella giocata di qualità (buzzer beater di Marino)che chiude il primo quarto, 23-19. La fiammata scuote gli azzurri, Magaddino con
caparbietà converte due errori nel canestro del meno 1, 24-23. Dal sorpasso mancato
arriva il nuovo break dei padroni di casa, Vujacic è una sentenza dall’arco ed massimo
vantaggio sloveno, 35-25. Ponzoni e Mentasti confezionano il contro break azzurro che
regala il meno 5 alla pausa lunga, 35-30. E’ grand’Italia dopo l’intervallo, la zona di coach
Casalini paralizza l’attacco sloveno, al resto pensano i blitz offensivi di Mentasti. Vola sino
a più 7 la squadra azzurra che controlla bene l’area colorata, 39-46. I padroni di casa
tentano la rimonta in apertura di quarto periodo, regge l’urto l’Italia arrivando al massimo
vantaggio grazie ai canestri di D’Orsi e Mentasti, 43-52. E’ il momento decisivo della sfida,
c’è anche il primo allungo in doppia cifra ma gli sloveni traggono nuova linfa
dall’antisportivo fischiato a Maccheroni, 53-56. E’ ancora la difesa l’arma vincente azzurra,
Mentasti mette due punti fondamentali, la fuga solitaria di Marino è quella per la vittoria,
54-61.


ITALIA: Mentasti 22, Ponzoni 12, Magaddino 8

SLOVENIA: Vujacic 19, Breznik 15, Fiser 12

 

ITALIA OVER 70

PASSO FALSO CON LA RUSSIA (42-46) di Mario Natucci (qui)


ITALIA OVER 50
ITALIA VS RUSSIA 80-73 (21-16, 40-34, 61-51)
ITALIA: Angeli 31, Bullara 14, Esposito 10
RUSSIA: Raiskij 29, Ugriumov 14, Demurin 10
ITALIA OVER 55 A
ITALIA 55A VS POLONIA 83-26
ITALIA: Tirel 36, Gianni e Magni 16

POLONIA: Nowacki 8, Debski 6, Kabath 4