Serie C - Vigevano, coach Piazza: «Con Pizzighettone una prova di carattere»

07.03.2018 10:35 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 252 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Serie C - Vigevano, coach Piazza: «Con Pizzighettone una prova di carattere»

La Pallacanestro Vigevano vince la prima partita della fase a orologio contro Pizzighettone, aggredita fin dai primi momenti dalla squadra di coach Piazza che a fine gara commenta: «Quando ho visto che partivano con tre lunghi ho pensato facessero la zona 2-3, ma noi abbiamo interpretato bene la partita. Quando un tiratore come Boffini mette la prima bomba prendi una fiducia incredibile». Boffini ha accompagnato i gialloblu per tutta la partita, contro una squadra di qualità, ma che è arrivata al Basletta a mezzo servizio. «Loro giocavano senza Presentazi e Casali – continua Piazza – Noi li abbiamo subito aggrediti totalizzando 33 punti nel primo quarto. 10 su 10 a canestro, 8 su 10 in assist. Noi siamo stati bravi. Se devo essere ipercritico abbiamo subito tanti rimbalzi in attacco e abbiano concesso agli avversari troppe possibilità». Anche se Vigevano ha vinto con un grande distacco, Piazza sa di non aver debuttato nella fase a orologio contro una formazione di secondo piano. «I nostri avversari hanno un play maker di primo livello. Foti è veramente bravo, anche se contro di noi si è dedicato principalmente al tiro. Non ci dobbiamo dimenticare anche di Pedrini che ha disputato una partita incredibile». Anche Vigevano però ha dato grande prova di carattere, visto che la maggior parte dei giocatori non era al meglio della forma e Pavone addirittura non si è allenato in settimana. È lui stesso a spiegare. 

«Ho avuto un problema nell'ultima trasferta e sono stato costretto a un po' di giorni di riposo. Sono entrato in campo e non avevo la testa lucida, ma con la corsa sono riuscito a riprendere il ritmo. Mi ha avvantaggiato conoscere Pedrini con il quale ho giocato a Tortona e comunque credo che i loro lunghi abbiano subito la mia presenza fisica. È una cosa che capita spesso. Sia io che Pilotti siamo giocatori di peso e non sempre è facile per i nostri avversari riuscire a marcarci e a contenerci». (a.ball.)