Serie C - Crocetta soffre ma supera Il Canestro Alessandria

17.12.2017 14:34 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 106 volte
Serie C - Crocetta soffre ma supera Il Canestro Alessandria
Alla vigilia coach Arioli aveva messo in guardia i suoi sui tanti pericoli che li attendevano nell’ultimo match dell’anno contro Il Canestro. E i rischi preannunciati si materializzano nella clamorosa prestazione dell’esterno alessandrino Taverna, che da solo o quasi tiene in scacco per 35 minuti la capolista con una prestazione a dir poco mostruosa: 40 punti, 9/16 da tre, 7/7 ai liberi, 12 rimbalzi. Alla fine i salesiani ne hanno di più e portano a casa la decima vittoria consecutiva che consente di chiudere il 2017 a punteggio pieno e in vetta da soli alla classifica di SERIE C GOLD.
Bergese marca a fuoco l’avvio di gara con 10 punti (chiuderà a 15, con 10 rimbalzi), la prorompente partenza gialloverde (9-1, 13-3) è però neutralizzata in fretta da Taverna, autore di un bombardamento a tappeto che dura oltre mezzora.
Dopo 3 minuti e rotti i padroni di casa, che hanno già Gioria e Arese in campo con il febbrone, perdono Pozzetti per una forte distorsione alla caviglia.
Il Canestro si avvicina a -1 (16-15), Gioria il 2000 Leone e Pozzato respingono le avances con il 6-0 che porta al 25-18 dell’8’.
Taverna, su cui comunque la retroguardia di casa nel complesso non lavora neanche male, è bravissimo a punire da ogni posizione il minimo ritardo difensivo, e tiene sotto i mandrogni all’inizio della seconda frazione: 26-24 all’11’.
La guardia biancoazzura replica ancora alla tripla del 33-24 di Ceccarelli al 13’. Gay ci aggiunge una giocata da 3 punti, quindi ancora Taverna, ancora da tre, per il 35-34 del 15’. Non pago il giocatore di provenienza tortonese mette la firma in calce al sorpasso sul 35-37 al 16’ (parziale di 2-13).
La capolista si riporta in fretta davanti, ma non riesce mai trovare il guizzo risolutivo.
Sembra farlo con una tripla di Arese al 24’, e poi poco dopo con Conti, che recupera a metà campo e corre schiacciare il 56-47.
Lo stesso lungo crocettino però commette antisportivo su Zogno, Il Canestro non se lo fa dire due volte e tiene tutto in discussione: 56-53.
In chiusura di terzo periodo Arese riallunga per qualche minuto il distacco: 61-53.
Tentativo neutralizzato ancora e sempre da Taverna, che impatta sul 67 del 34’.
Nei successivi 2 minuti e mezzo i crocettini trovano lo spunto tanto cercato in precedenza: Bergese e Gioria ne sono protagonisti: 71-67. Taverna ci prova ancora ma stavolta non trova il bersaglio, non così Gioria: i 3 del biondo esterno gialloverde spaccano in due la gara: 74-67.
Il break crocettino va anche oltre: 9-0, con Ceccarelli che un minuto e mezzo più tardi porta il distacco sopra la decina con il 2/2 dell’80-69 al 37’. Alessandria non si arrende fino in fondo e merita l’onore delle armi.
 
DON BOSCO CROCETTA TORINO-IL CANESTRO ALESSANDRIA 82-73
Parziali: 25-21, 44-41, 63-59
TORINO: Pozzetti 2, Arese 11, Leone 2, Gioria 10, Bergese 15, Cagnazzo, Ceccarelli 19, Lissiotto, Conti 7, Bonadio, Pozzato 3, Giusto 13. All. Arioli.
ALESSANDRIA: Nizzi n.e., Gay 11, Tava 7, Pilati 7, Taverna 40, Cremaschi, Zogno 4, Palmesino 2, Yahya 2. All. Talpo.