Serie C - Collegno ko, sesta vittoria consecutiva per l'Aux Cus

21.01.2018 10:23 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 107 volte
Serie C - Collegno ko, sesta vittoria consecutiva per l'Aux Cus

La sesta vittoria consecutiva, quella nel derby casalingo contro il Collegno, abbinata alle contemporanee sconfitte di Bra e Trecate, consente all’Auxilium CUS di allungare il passo in classifica: i gialloblu di Alessandro Porcella sono sempre terzi da soli, ma ora i punti di vantaggio sulle più immediate inseguitrici sono 4.
Partita durissima quella della Panetti. Il Collegno la gioca pallone su pallone sulle ali del’entusiasmo per la clamoroso vittoria dello scorso turno a Domodossola; i cussini però sanno soffrire, hanno più di 7 vite e, come già capitato in numerosi precedenti, la risolvono nel finale attaccando il ferro con spietato cinismo e lucidità.
Di Chiotti, Russano e Riviezzo i canestri che scavano il vantaggio decisivo tra il 37’ e il 39’: punti esclamativi di una granitica prestazione di squadra.
Mai battuta, la squadra ospite gioca fino all’ultimo respiro, ma si deve arrendere alla freddezza di Russano dalla lunetta.
Il Collegno prende subito d’assalto l’area avversaria, facendosi sentire a rimbalzo, l’Aux CUS non è esente da pecche in fase arretrata, ma trova il modo di mettere la gara su suoi binari, ribaltando il gioco di gran carriera e portandosi a condurre con tripla di Campanelli (5-0) e poi con un tiro morbido di Riviezzo all’altezza della lunetta: 7-2.
L’assedio degli ospiti si fa più opprimente e le seconde opportunità procurate sono sfruttate a dovere: dell’ex Calzavara, da tre, il pareggio a quota 7.
Si gioca con grande ardore azione su azione. Giustetto porta davanti per la prima volta il Collegno, Felletti rimpolpa il distacco al +5: 16-21 al 9’.
Torino risale nel primo minuto e mezzo del secondo periodo con un frontale da lontano di Campanelli . Poi Tiberti (14+10 rimbalzi e un paio di canestri da cineteca) recupera e subisce antisportivo nella sua metà campo.
Sul 22-23 i cussini sprecano un paio di chance per tornare in testa: lo fanno poi con lo stesso Tiberti in entrata coraggiosa a rompere il muro avversario: 24-23. Tiberti allunga il magic moment personale con la tripletta del 29-27.
A cui fa eco Calzavara, sempre da 3: 29-32. Nel frangente la difesa di casa è perfetta nel lavoro d’assieme e concede pochissimo, sia al tiro che a rimbalzo: recupero di Fantolino, altro antisportivo lontanissimo dal canestro collegnese: 1 su 2, 32-32.
Appena può l’Auxilium CUS corre e quando lo fa per il Collegno son dolori: Fantolino pesca la retroguardia ospite fuori posizione e la trafigge da oltre la linea arcuata. Super controllato da una marcatura asfissiante, Chiotti brucia i 4 falli biancorossi: l’1 su 2 dalla linea fa 38-34.
La reazione uguale contraria degli ospiti è anche istantanea: 38-38, con Campanelli che a cronometro zero o quasi sbaglia per due volte dalla linea (18 su 29 alla fine dalla lunetta per i padroni di casa).
La sosta restituisce un Collegno ancora più intenso e convinto che il secondo colpaccio esterno di fila non è poi così irrealizzabile: 2+1 di Trovato, Felletti non sbaglia mai, il tedesco Neukamm taglie dietro le linee avversarie e segna il 38-44, sbagliando poi il libero addizionale.
Torino si tiene lì con 3 di Chiotti ma si vede che fa una fatica bestiale, soprattutto ad accoppiarsi in difesa con i lunghi avversari. Nonostante l’1 su 4 dalla lunetta i cussini si mantengono compatti. Gioca a sprazzi la squadra collegnese, muovendo il punteggio in pratica soltanto a gioco fermo grazie ai precoci 4 falli torinesi. Come già capitato più di una volta in stagione, nei momenti critici, l’Aux CUS si affida ad occhi chiusi al tiro da fuori, che, prova e riprova, alla fine dà i suoi frutti: Campanelli e Di Matteo sparano i loro traccianti in faccia alla difesa schierata e l’Aux CUS torna a comandare: 57-54 al 28’.
Il finale di quarto è però tutto collegnese: Miglini insacca una parabola altissima da oltre l’arco, Felletti lo imita dall’angolo: la potenziale azione da 4 punti è vanificata dall’errore sull’addizionale. Alla mezzora è 59-61.
Un tecnico fiscale a Felletti apre l’ultimo periodo, Campanelli però non concretizza. Il passaggi a zona cussino è punito subito da Portigliotti e Felletti, sempre da tre, ma a lungo andare paga.
In attacco Torino stringe i tempi e attacca il ferro con la convinzione di chi sa quel che vuole e anche come andarselo a prendere: decisissima entrata di Chiotti, canestro-e-fallo: 71-66 a 5 e mezzo dalla fine.
Calzavara risponde, poi un recupero di Russano per il contropiede di Chiotti segna il momento in cui i gialloblu vincono la partita: non tanto perché l’esterno mette a referto il secondo 2+1 nel giro di un minuto, quanto per il 4° fallo di squadra collegnese contro il nessuno dei cussini.
Gli ospiti attaccano a testa bassa, rimbalzo di Russano che apre per Chiotti, uno sguardo al canestro e tripla che danza leggera dentro al ferro: 76-68.
La resistenza collegnese però è tutt’altro che vinta, nemmeno quando Riviezzo mette dentro la coppia di liberi del 78-70. Mancano 2 minuti e 40 sono tutti di emozioni e adrenalina.
Sul -5 il Collegno sbaglia per due volte, Torino non segna per due giri interi di lancette ma tiene dietro Alla fine Russano cerca e trova il fallo che lo porta ai liberi a 57 secondi dal traguardo: 2 su 2, 80-73.
Calzavara inventa una bomba delle sue, da 8 metri, Russano gioca dentro per Riviezzo: 82-76. I cussini esultano, ma non è finita, perché Felletti spara da dietro la testa contro la tabella il tiro del -3: 82-79.
Immediata sospensione tecnica di coach Porcella per avere la rimessa in attacco: palla a Russano, fallo: 2 su 2, 84-79 a -22”.
Calzavara ci prova poco oltre la metà campo, Chiotti sporca la traiettoria, la palla finisce ancora a Russano: altro fallo , altro 2 su 2. Stavolta sì che è finita.

AUXILIUM CUS TORINO-COLLEGNO BASKET 86-79
Parziali: 18-23, 38-38, 59-60
TORINO: Chiotti 15, Fantolino 4, Russano 10, Ripepi n.e., Di Matteo 15, Riviezzo 10, Campanelli 18, Stola, Catozzi, Tiberti 14. All. Porcella.
COLLEGNO: Murgia n.e., Neukamm 5, Scalzo 3, Giustetto 2, Portigliotti 7, Trovato 11, Sappa 4, Felletti 27, Miglini 3, Calzavara 17. All. Leccia.