Serie B - Sfida domenicale per la Sinermatic Ozzano, alle 18:00 arriva Milano

09.02.2019 20:53 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 130 volte
Serie B - Sfida domenicale per la Sinermatic Ozzano, alle 18:00 arriva Milano

Reduce da quattro ko consecutivi, la Sinermatic Ozzano ha bisogno di vincere per conquistare due preziosi punti per rilanciarsi in classifica, e soprattutto per rialzare quel morale che non potrà mai essere alle stelle dopo una striscia di risultati così negativa. Domenica alle ore 18:00 al Pala Arti Grafiche Reggiani, agli ordini dei signori Barbieri e Roberti di Roma, arriva da Milano la corazzata Urania, squadra costruita per vincere il campionato e che giunge da una serie di risultati totalmente opposti a quelli ozzanesi: quattro vittorie consecutive, l'ultima delle quali in casa contro i Tigers di Cesena, a cui sono stati rifilati a sorpresa oltre 30 punti di scarto.

"Milano è una squadra esperta ed organizzata - avverte coach Federico Grandi - costruita per vincere il campionato, e quando sono stati al completo hanno sempre dimostrato tutto il loro valore."

"In regia si affidano all’esperienza e alla qualità di Simoncelli (9,4 punti + 5,2 assist di media) e Santolamazza (8,8 ppg + 4,1 assist)" - prosegue l'allenatore biancorosso. "Le ali sono Scanzi (13,7 punti a match) e Negri (11,4), entrambi dotati di ottimo tiro dalla distanza (53% il primo, 45% il secondo). Sotto canestro il trio Eliantonio, Piunti e Paleari formano uno dei pacchetti lunghi migliori del campionato (sommati insieme fanno 36,5 punti e 20 rimbalzi di media).

I New Flying Balls, reduci dalla brutta sconfitta contro Cremona, stanno cercando di recuperare Folli, assente nelle due ultime partite, e per provare a fare lo sgambetto a Milano servirà l’apporto di tutto il roster. "Noi veniamo da una buona settimana di allenamenti - conclude Grandi - il momento non è dei più facili ma il gruppo è compatto e abbiamo tanta voglia di tornare ad esprimere il nostro miglior basket e di tornare alla vittoria. Giochiamo in casa e dobbiamo imporre il nostro ritmo: difendere mettendo tanta pressione sui loro esterni e in attacco muovere costantemente la palla per cercare sempre buone scelte di tiro."