Serie B - Giulianova piega la resistenza dello Janus Fabriano

28.01.2018 14:24 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 105 volte
Serie B - Giulianova piega la resistenza dello Janus Fabriano

Seconda vittoria casalinga consecutiva dell'Etomilu Giulianova che nell'anticipo del sabato ha piegato la resistenza della Janus Fabriano, diretta inseguitrice in classifica. Gli uomini di coach Davide Tisato si sono imposti con il punteggio finale di 72-61, un +11 che premia giustamente i giallorossi, autori di una partita difensivamente di alto livello e più freddi e precisi nei momenti chiave della gara. Nelle fila giuliesi ottima prova del collettivo con ben quattro giocatori in doppia cifra, con Tomasello miglior realizzatore con 17 punti all'attivo seguito da Banchi con 15, Preti con 14 e Ricci con 13. Nella Janus Fabriano, autrice di una buona prima parte di gara, non sono bastati i 20 punti di Gialloreto a capovolgere le sorti della gara.


Fabriano iniziava la gara con il consueto quintetto formato da Bugionovo, Gialloreto, Dri, De Angelis e Bruno mentre coach Tisato rispondeva con l’altrettanto consueto starting five con Banchi e Ricci esterni, Bastone e Preti ali e Tomasello a presidiare il pitturato. Ed era proprio il centro ex Campli e Teramo, molto cercato dai compagni, a muovere il punteggio con due tiri liberi (2-0 al 2’). La partita scorreva su un binario di sostanziale equilibrio (9-9 al 4’30) con i giallorossi abili a sfruttare gli errori difensivi dei marchigiani, che però in attacco tiravano con percentuali leggermente migliori. Al 5’ lo staff tecnico giallorosso provava a mischiare le carte in tavola alzando il quintetto con Gallerini in campo in posizione di 2/3; poco dopo era anche il momento dell’esordio sul parquet del PalaCastrum dell’ex Patti Andrea Locci. Una tripla di Gialloreto permetteva a Fabriano di mettere il naso avanti (12-15 al 8’) anche grazie ad un’Etomilu troppo fallosa dalla linea della carità.

Il secondo parziale si apriva con i giallorossi sotto di 6 lunghezze (13-19). Banchi e soci cercavano di alzare il ritmo in attacco ma quanto fatto di buono veniva vanificato da percentuali al tiro troppo basse. Di contraltare Fabriano appoggiava molte delle sue fortune su un Gialloreto chirurgico dalla lunga distanza (16-24 al 14’40). Al 15’ era il turno del ritorno in campo di Sacripante, fuori per infortunio dalla gara casalinga contro Pescara. Al 16’ il terzo fallo di Preti complicava un po’ le cose a coach Tisato che provava a giocarsela con contemporaneamente in campo Locci e Tomasello. La mossa si rivelava efficace perché l’Etomilu al 19’ impattava sul 26-26, dopo un parziale di 10-2. Bruno a 14” dalla pausa lunga riportava Fabriamo con il naso avanti ma Banchi quasi allo scadere, con due tiri liberi regalava ai giallorossi la parità (28-28 al 20’).

Al ritorno in campo la partita si accendeva. Gialloreto firmava 5 punti in un amen ma Giulianova era lì (32-33 al 21’30). Preti con una assist per Tomasello ed una tripla dall’angolo, Bastone con un lay-up, costruivano il parziale di 9-6 che permetteva all’Etomilu di portarsi sul +5 (41-36 al 24’20). In casa Fabriano i maggiori pericoli provenivano dal solito Gialloreto, vera spina nel fianco della difesa giallorossa. Al 37’ il vantaggio giallorosso si era ridotto ad un solo punto (43-42), complici un paio di amnesie difensive che costavano molto caro all’Etomilu. Nonostante un fallo antisportivo sanzionato a Preti, a meno di un minuto dalla fine del quarto, Giulianova riusciva a chiudere il terzo periodo avanti di 1 punto (50-49) grazie ad una tripla di Gallerini quasi allo scadere del tempo.

In apertura di ultimo periodo l’ex della gara, Simone De Angelis, segnava la tripla del +2 ma prontamente Tomasello, con il suo sedicesimo punto, impattava (53-53). Ricci e Preti, mettendoci molto del loro, costruivano il +6 (59-53 al 33’30), massimo vantaggio giallorosso di tutta la gara fino a quel momento. Il +8 era questione di poco grazie alla seconda tripla del lungo ex Imola, che si riscattava dopo una prima parte di gara opaca. Coach Aniello chiamava timeout per mettere riparo al momento positivo dei giuliesi, ma al ritorno in campo Gallerini segnava la tripla +11 (65-54 al 36’) mettendo in grossa apprensione i marchigiani. L’Etomilu dopo aver toccato il massimo vantaggio perdeva un po’ bussola in attacco, sprecando molte occasioni, ma dall’altra parte Fabriano non ne approfittava commettendo errori su errori (66-58 al 38’40). Preti segnava in penetrazione in canestro del +10 (68-58 al 39’) ma nella stessa azione Bastone si vedeva fischiare un fallo tecnico che rischiava di rimettere in partita Fabriano. Nell’ultimo minuto l’Etomilu era però più fredda e concentrata nei possessi chiave riuscendo così a portare a casa una vittoria di capitale importanza in ottica campionato (72-61 al 40').


GIULIANOVA BASKET 85 – JANUS FABRIANO 72-61 (13-19, 15-9, 22-21, 22-12)


Giulianova Basket 85: Daniele Tomasello 17 (5/9, 0/0), Alessandro Banchi 15 (2/7, 2/4), Jacopo Preti 14 (3/5, 2/4), Antonello Ricci 13 (4/6, 1/4), Danilo Gallerini 9 (0/3, 2/3), Nicola Bastone 4 (2/9, 0/3), Giuseppe Sacripante 0 (0/0, 0/0), Andrea Locci 0 (0/0, 0/1), Giorgio Zacchigna 0 (0/0, 0/0), Simone Sofia 0 (0/0, 0/0), Martino Criconia 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 26 - Rimbalzi: 36 12 + 24 (Daniele Tomasello 11) - Assist: 7 (Nicola Bastone 2)

Ristopro Fabriano: Fabrizio Gialloreto 20 (2/4, 4/8), Filiberto Dri 14 (4/10, 0/6), Simone De angelis 12 (2/8, 2/4), Lorenzo Bruno 9 (3/5, 0/0), Marko Jovancic 4 (0/3, 1/3), Valerio Marsili 2 (1/3, 0/1), Michele Bugionovo 0 (0/0, 0/1), Devid Cimarelli 0 (0/0, 0/0), Joseph Vita sadi 0 (0/1, 0/0), Gianluca Cicconcelli 0 (0/0, 0/0), Alessandro Fanesi 0 (0/0, 0/0), James Cummings 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 19 - Rimbalzi: 30 9 + 21 (Valerio Marsili 6) - Assist: 8 (Filiberto Dri 4)