Serie B - Crema vuol fare la storia contro Faenza

22.12.2017 00:14 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 132 volte
Serie B - Crema vuol fare la storia contro Faenza

La Pallacanestro Crema vuole continuare a stupire e giunta in vista del giro di boa del torneo scenderà in campo sabato sera al PalaCremonesi contro la Rekico Faenza. I neroverdi emiliani si trovano al quinto posto in classifica e sono reduci da cinque vittorie consecutive, contro le sei dei cremaschi, le migliori strisce positive del torneo in questo momento. Crema ha ormai preso consapevolezza dei propri considerevoli mezzi e metabolizzato al meglio l'ingresso nel roster di Bianchi, apparso da subito ben integrato nei giochi di Salieri. Del Sorbo e compagni hanno davanti a se' un triplice obiettivo: conquistare i due punti, battere il record di sei vittorie consecutive della società cremasca, che due anni fa fu interrotto da Firenze allenata da Salieri e tendere l'orecchio al risultato di Lugo sperando in una sconfitta (contro pronostico) di Piacenza, per conquistare la prima storica qualificazione alla Coppa Italia. Tutto passa ovviamente da una vittoria contro Faenza tutt'altro che scontata, in un incontro dal pronostico apertissimo. La formazione allenata da Marco Regazzi, un'istituzione al sesto anno sulla panchina della Rekico, dopo un inizio caratterizzato da una serie di sconfitte esterne ha ingranato la quinta scalando la classifica. Formazione micidiale in attacco, vanta il secondo score del campionato dopo Piacenza con 81.1 punti di media, tira da due con percentuali oltre il 50% ed è squadra difficile da affrontare tatticamente, caratterizzata dalla presenza di lunghi abili anche lontano dal pitturato. Di altissimo livello il quintetto base, con Venucci, miglior marcatore del campionato, in posizione di playmaker. Mancino con un grande tiro da tre, anche da notevoli distanze, sa giocare molto bene il pick and roll con i compagni ed è un buonissimo atleta, che sa anche portare grande pressione difensiva sul proprio avversario. La guardia/play Perin è un giocatore in possesso di un arresto e tiro di gran livello ed ha grandi doti atletiche e tecniche L'ala Iattoni è abile a giocare anche lontano dal canestro, come il compagno di reparto Chiappelli, lungo atipico con buona mano anche nel tiro da fuori. Pagani è un pivot dai piedi veloci e con ottimi fondamentali. Dalla panchina escono il play Benedetti, la guardia ex Orzinuovi Brighi e l'ala montenegrina Milosevic, giocatore di grande impatto fisico e con un buon tiro da fuori. Discorso a parte per l'esperto lungo Silimbani, autentico titolare aggiunto. Coach Salieri è consapevole della difficoltà dell'impresa:"Faenza è  una delle squadre più in forma del campionato, oltre che una formazione di livello assoluto. Servirà una partita solida e di grande attenzione e sarà importante approcciarsi alla gara con la giusta determinazione e personalità per reggere l'urto di un organico così ricco di talento e fortemente motivato. Avere il controllo dei ritmi sarà fondamentale. Arriviamo spremuti ma carichi; serve un'ultima grande impresa prima della sosta." Palla a due sabato sera alle ore 20.300.30