Serie B - A Piombino non basta il cuore di Vigevano

11.02.2019 16:49 di Roberto Bernardini  articolo letto 236 volte
Fonte: Inforete
Serie B - A Piombino non basta il cuore di Vigevano

Applausi. Per la Elachem che non riesce a passare sul campo di Piombino (82-73) ma che torna dall’inferno con un cuore grande così e fa vedere la strega ai toscani, imbattuti in casa da 10 gare. La squadra di coach Piazza rientra dal -16 della pausa lunga e si gioca sino agli ultimi giri di lancette una vittoria che avrebbe avuto il peso di un terno secco al lotto.

L’avvio del match è un vero shock per la formazione ducale: Piombino apre con un perentorio 11-0 frutto di un missile dall’arco di Mazzantini e del dominio interno di Persico (17 punti a metà gara ma 19 alla fine). Panzini trova la tripla che spezza il digiuno ma per Vigevano inizia una rincorsa senza fine. Piombino è in assoluto controllo del match e vola via con la tripla di Bianchi e con quella di Iardella che fissa il 30-12 del 10’.

Niente di nuovo sotto il sole nel secondo quarto, con Piombino che innesca a ripetizione Persico sotto ai vetri, proprio lì dove Vigevano, senza Birindelli e con Benzoni al rientro dall’infortunio, è più sguarnita con il solo Petrosino a are gli straordinari. Verri prova a ricucire con una tripla (34-21 con 6’37 da giocare) ma è ancora Persico a martellare dal piutturato. Poi con due minuti e mezzo da giocare ciuffa anche da perimetro per il 44-23 che sembra spingere la Elachem sempre più indietro. Ancora Persico allunga ma Benzoni trova la tripla sul buzzer per il 46-30 della pausa lunga.

Date le premesse la partita sembra essere seriamente orientata. O lo sarebbe stata se dall’altra parte non ci fosse una squadra, Vigevano, capace di andare oltre i propri limiti. Ed è così che l’avvio di terzo periodo fa registrare un 2-11 di parziale per Vigevano che spiazza Piombino. Di più. I toscani vedono ridursi progressivamente il proprio vantaggio sotto ai colpi di uno scatenato Ferri. Bianchi trova la tripla del 61-50 con 2’ abbondanti sul cronometro, Ferri un gioco da tre punti e Minoli il missile di tabella allo scadere: 65-60.

Giochi riaperti allora e Vigevano che “sente” di poter azzannare l’avversaria con Panzini, autore di una prova di grande sostanza a guidarla, forse convinta un po’ troppo presto di avere messo la pratica in archivio. Verri imbuca tre liberi per il 67-64, poi la Elachem non trova il guizzo, con almeno quattro possesi, per accorciare ancora. Di là Piombino ha perso fluidità e solo una tripla di Iardella dice 72-66. Ma mancano ancora più di 3’. E infatti con 1’22” Panzini mette i liberi del 74-71 e apre ogni scenario all’epilogo. Lì rispunta Fratto, che già nel primo tempo aveva dato parecchio fastidio e che all’andata era stato il protagonista assoluto del blitz toscano in via Carducci, uscendo tra gli applausi. Nel bene e ne male: suo il libero del 75-71 ma anche l’antisportivo a 23” che, dopo un recupero e canestro di Iardella (78-71), potrebbe concedere l’ultima chance agli ospiti. Verri fa 2/2 dalla lunetta ma Ferri sbaglia la tripla successiva e poi ancora Fratto mette la parola fine. Ma Vigevano esce a testa altissima sull’unico campo inviolato del campionato, pronta a ripartire con le sue certezze e, presto, con un Birindelli in più nel motore.

Solbat Basket Golfo Piombino: Procacci 6, Mazzantini 13, Pedroni 2, Fratto 24, Persico 19, Iardella 11, Bianchi 6, Bazzano, Molteni, Riva 1; n.e. Mezzacapo e Pistolesi. All. Andreazza

Elachem Vigevano: Minoli 5, Panzini 16, Ferri 15, Verri 10, Petrosino 10, Vecerina 3, De Gregori 5, Rossi 5, Benzoni 4; n.e. Birindelli. All. Piazza.

Parziali: 30-12; 46-30; 65-60.

Tiri liberi: Piombino 20/25, Vigevano 17/22.

Umberto Zanichelli