A2- Scafati a Capo D'Orlando per il riscatto

La Givova Scafati vuole vincere a Capo D'Orlando e schiera subito il nuovo arrivato Tavernari
01.12.2018 07:51 di Carmine Sorrentino  articolo letto 242 volte
Capitan Ammannato
Capitan Ammannato

Dopo aver ricevuto una siciliana, domenica prossima la Givova Scafati andrà, a sua volta, in Sicilia per affrontare la Benfapp Capo D’Orlando di coach Sodini.

Uno scontro che, ad inizio campionato, doveva essere tra “pretendenti” alla promozione, si è ridotto ad una gara tra due squadre in cerca di identità, due squadre che, in questo momento, sarebbero fuori anche dai play-off. Poi non dimentichiamo che pochi mesi fa, Capo D’Orlando, giocava addirittura nella massima serie.

Come ci dicono gli 8 punti in 8 gare, i risultati sin qui ottenuti non sono brillantissimi. Nell’ultimo turno di campionato, hanno pure perso entrambe: Capo D’Orlando a Rieti ( 74 a 82 ) mentre la Givova ha perso addirittura in casa, anche se contro Agrigento ( 79 a 84 ).

Sicuramente c’è qualcosa che non va. Scafati sembra essersene accorta per prima ed ha cercato di correre ai ripari mettendo sotto contratto Jonathan Tavernari. E’ un gradito ritorno per la piazza campana e tutti sperano che dia quell’apporto al tiro “pesante” che fino ad oggi è mancato, spesso, alla Givova.

Gli scafatesi devono difendere meglio ( 77,7 punti subiti) o segnare qualche punto in più se vogliono acciuffare un posto nella griglia per le “final eigth” di coppa: i 78,7 punti segnati di media fin’ora, sembrano proprio non bastare. Così come sembra non bastare il contributo di Goodwin, abbastanza bravo in difesa e a rimbalzo ma spesso quasi nullo in attacco. Ci voleva proprio una bella rimescolata di carte e “patron” Longobardi non si è tirato indietro riportando Tavernari all’ombra del Vesuvio.

Sul fronte opposto, i siciliani hanno una squadra molto giovane e puntano tanto sulla loro coppia di americani, Triche e Parks. I due sono i migliori marcatori del campionato rispettivamente con 25 e con 21,1 punti segnati a gara. Loro due da soli, segnano oltre la metà (54,3%) dei punti della squadra.

La gioventù è una bella cosa ma spesso nel basket non paga o, almeno, non paga quanto dovrebbe. Vedremo se coach Sodini saprà far rendere al massimo questi suoi giovani.

Le due squadre hanno comunque una gran voglia di rilanciarsi e per questo, siamo sicuri che domenica gli spettatori assisteranno ad una bella gara. Le premesse ci sono tutte. A noi non resta che leggere le dichiarazioni dei protagonisti in campo.

Per prima leggiamoci la dichiarazione di coach Sodini :< la partita con Scafati viene dopo un periodo in cui abbiamo fatto fatica ad allenarci tutti insieme. Continuiamo ad allenarci senza Mobio e Donda, durante la settimana i ragazzi si sacrificano anche in ruoli che non gli competono, ma lo spirito è quello di una squadra che vuole risalire e riprendersi dopo una serie di sconfitte. Scafati è una squadra molto forte, conosco molto bene Lino Lardo, che è stato il primo a volermi come assistente in Serie A, una persona squisita ed estremamente preparata. La sua storia dice che è un allenatore per squadre di alto livello, così come l’ambizione di Scafati è quella di esserlo. Noi dobbiamo sentire la spinta dei nostri tifosi e farci forti dei miglioramenti che, indubbiamente, sul campo stiamo mettendo in atto >.

Queste invece le parole del coach scafatese, Lino Lardo :< dobbiamo pensare a noi stessi più che all’avversario, perché veniamo da due sconfitte e ci attendono due trasferte in Sicilia, dalle quali dobbiamo assolutamente portare a casa dei punti. Andiamo domenica a Capo d’Orlando, dove troveremo una squadra reduce da un periodo difficile, ma noi dobbiamo trarre tesoro dalle ultime due gare perse per riprendere la marcia e gestire meglio certi momenti della partita, difendendo forte e cercando continuità di rendimento. Avremo di fronte un bel mix di giocatori esperti e giovani, una squadra insidiosa soprattutto per i due americani Triche e Parks, che rendono la partita tutt’altro che facile. Tutto dipenderà però da noi, dal nostro approccio, dalla nostra fame e dalla intelligenza nel riuscire a limitare le palle perse e a giocare più ordinati, così come stiamo facendo in allenamento. Disporremo in campo anche di Tavernari, che per noi è un innesto importante, in grado di darci leadership e canestri dalla lunga distanza, oltre ad essere capace di giocare in due ruoli >.

Infermeria: assenti Chessari e Mobio. In dubbio Andrea Donda . Tra gli scafatesi ancora assente il play Tommasini.

Media ed iniziative:  La partita sarà trasmessa, oltre che in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio “LNP TV Pass”), anche in diretta su ViviRadioWeb (media partner della Givova Scafati) dal sito internet https://vivicentro.it/viviradioweb/ e dalla pagina Facebook https://www.facebook.com/ViViCentroRadio/.

Inoltre, sarà possibile assistere al video della gara in differita su TV Oggi ( canale 71 del digitale terrestre) nei giorni di martedì (ore 20:45) e di mercoledì (ore 15:00).

Arbitri : Enrico Bartoli di Trieste, Alessio Dionisi di Fabriano (AN) e Giampaolo Marota di San Benedetto del Tronto ( AP)

Le formazioni in campo:

BENFAPP CAPO D’ORLANDO: Bruttini, Laganà, Parks, Murabito, Mei, Triche, Bellan, Neri, Donda, Lucarelli. All. Marco Sodini

GIVOVA SCAFATI BASKET: Tommasini, Goodwin, Zaccaro, Romeo, Contento, Ammannato, Rossato, Thomas, Italiano, Sgobba. All. Lino Lardo