A2 - Lunga trasferta a Treviglio per la Benacquista Latina

22.12.2017 14:34 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 120 volte
A2 - Lunga trasferta a Treviglio per la Benacquista Latina

La Benacquista Assicurazioni Latina Basket, si accinge ad affrontare una lunga trasferta in terra lombarda, dove sabato 23 dicembre alle ore 20:30 sfiderà la Remer Treviglio sul parquet del PalaFacchetti in occasione della terzultima giornata del girone di andata del campionato di Serie A2 Old Wild West.

La Remer Treviglio è reduce da due trasferte consecutive, la prima sul campo della Virtus Roma (86-67), l’altra al PalaPentimele di Reggio Calabria (111-101) e in entrambi i casi non è riuscita a smuovere il proprio punteggio in classifica, fermo a quota 8 punti dall’ultima vittoria casalinga conquistata ai danni della Soundreef Siena (86-78). Sicuramente la compagine della provincia di Bergamo sarà fortemente motivata nel tornare a giocare sul proprio campo, come evidenzia anche il vice allenatore della Benacquista, Giuseppe Di Manno: «Treviglio è una squadra votata all’attacco, come noi, ed è reduce da una buona prova a Reggio Calabria in cui ha sbagliato pochissimo. I nostri avversari vorranno sicuramente rifarsi davanti al proprio pubblico, quindi noi dovremo essere pronti a disputare una gara carica di energia per provare a limitare le loro numerose risorse offensive».

La formazione nerazzurra si è allenata con grande determinazione nel corso della settimana, consapevole delle difficoltà che riserva la partita contro Treviglio, ma in generale di quanto sia difficile l’intero percorso nel girone Ovest, che al momento vede Latina a quota 12 punti. È di questo avviso anche il giocatore statunitense Josh Hairston diventato un punto di riferimento importante per la Benacquista: «Il campionato è, come ho detto quando sono venuto qui la prima volta, molto buono. È probabilmente la Lega più competitiva alla quale io abbia mai partecipato e lo dico perché puoi perdere di volta in volta se non arrivi pronto a giocare. Mi piace molto il nostro gruppo, ci sono dei ragazzi molto bravi e siamo molto vicini e affiatati; stiamo ancora cercando di trovarci su entrambi i lati del campo come una squadra, ma credo che abbiamo un buon potenziale».

L’atleta nerazzurro ha le idee molto chiare sulle potenzialità del team: «Siamo sicuramente una squadra da playoff, ma dobbiamo essere consistenti e giocare sempre con energia in attacco e in difesa, giocare insieme e in maniera intelligente. Se riusciamo a fare tutto questo ogni volta, siamo una squadra molto difficile da battere. Abbiamo avuto delle vittorie sofferte e abbiamo perso delle partite, specialmente qui in casa, che avremmo dovuto vincere, ma siamo comunque in crescita, dobbiamo continuare a migliorare giorno dopo giorno».

In questo frangente Hairston fa riferimento anche all’ultima sfida casalinga di domenica scorsa: «Tortona è una delle migliori squadre dall’arco, e noi non siamo riusciti a portare l’intensità difensiva che sarebbe servita. Le partite che abbiamo vinto sono state quelle nelle quali abbiamo portato intensità dall’inizio giocando insieme specialmente in difesa. Abbiamo consentito ai nostri avversari troppi tiri con spazio, troppe penetrazioni, e non eravamo sulla stessa lunghezza d’onda riguardo delle situazioni difensive; loro sono stati bravi a sfruttare i nostri errori». Non vi è dubbio che Josh e i suoi compagni vogliano riscattarsi in fretta dalla sconfitta con Tortona, per questo motivo andranno a Treviglio motivati e spinti da un grande desiderio di rivalsa, ma con grande rispetto dell’avversario: «Treviglio è una squadra molto buona e noi dobbiamo andare sul campo dei nostri avversari pronti a giocare, soprattutto perché è una trasferta molto lunga ed è difficile arrivare lì e mettersi subito a proprio agio e preparare la gara. È sicuramente una situazione nella quale se non partiamo subito forte, in particolar modo in difesa, può diventare una lunga notte per noi. Dobbiamo giocare insieme e in maniera intelligente, passarci la palla in attacco e giocare forte su ogni azione difensiva, fare il massimo a rimbalzo e per rubare palla. Dobbiamo fare tutto il possibile per vincere. Sarà sicuramente una gara difficile, ma non vediamo l’ora di giocare».

Arbitri dell’incontro: Pazzaglia Jacopo di Pesaro, Bramante Angelo Valerio di San Martino Buon Albergo (VR), Mottola Christian di Taranto.