A2 - Latina, Alex Ranuzzi: «Cercherò di meritare questa maglia al più presto»

28.02.2018 18:22 di Iacopo De Santis Twitter:   articolo letto 177 volte
Fonte: Ufficio Stampa
A2 - Latina, Alex Ranuzzi: «Cercherò di meritare questa maglia al più presto»

Per via del posticipo della partita con la Givova Scafati al prossimo mercoledì 7 marzo alle ore 20:45 sul parquet del PalaMangano, la Benacquista Assicurazioni Latina Basket non ha giocato la scorsa domenica, ma ha proseguito gli allenamenti, seppur con qualche giorno di riposo per recuperare energie preziose in vista delle ultime sette gare della regular season. Ed è proprio dalla compagine campana di Scafati che è arrivato il nuovo giocatore nerazzurro Alex Ranuzzi. L’ala bolognese, classe 1986, è arrivato la scorsa settimana alla corte di coach Gramenzi e fin dai primi allenamenti ha lavorato sodo per riuscire a integrarsi al meglio e nel minor tempo possibile nel gruppo pontino. Abbiamo aspettato Ranuzzi al termine di una sessione di allenamento per chiedergli di raccontarci le sue prime impressioni sull’ambiente che lo accolto a Latina e, con un sorriso, Alex ha risposto: «Sono molto contento di essere a Latina, società gloriosa, importante e molto professionale. Ringrazio il Presidente Commendator Lucio Benacquista, coach Franco Gramenzi e anche Enzo Garsia, il mio procuratore, per avermi dato questa occasione e ovviamente i miei ringraziamenti sono estesi a Patron Longobardi, che mi ha lasciato la possibilità di venire qui a Latina. Ho trovato un ambiente molto professionale che è abituato a lavorare nel miglior modo possibile, e cui piace lavorare nel miglior modo possibile, uno staff tecnico e medico altamente competenti e compagni di squadra che hanno creato un bel gruppo in cui spero di riuscire a entrare totalmente al più presto».

Alex, che indosserà la maglia nerazzurra numero 11, parla in modo pacato, ma pensando a questo periodo di inserimento e alla prima gara che lo attende con la Benacquista, ironia della sorte proprio contro la sua ex squadra Scafati, è determinato: «Per noi sarà importantissima la partita con Scafati. La classifica parla da sola e bisogna provare a fare punti il prima possibile. Non vi è dubbio che giocare con Scafati, che è una squadra molto competitiva, è molto difficile; al PalaMangano ancora di più. Per noi è fondamentale guardare alle nostre esigenze e necessità e questa pausa dovuta sia al posticipo, che alla Coppa Italia, ci darà la possibilità di lavorare, ma anche di riposare per recuperare le energie fisiche e mentali. Per quanto mi riguarda questi giorni saranno utili per potermi inserire nel sistema di Franco (coach Gramenzi nda) e nelle dinamiche di spogliatoio e di complicità in campo».

Ranuzzi già nelle sedute di allenamento ha mostrato la sua grande energia e voglia di dare il massimo. La carica che il giocatore esprime quando entra sul parquet di gioco è notevole e sarà determinante per l’importanza che rivestono queste ultime gare della regular season, visto l’equilibrio che regna nel Girone Ovest del campionato. Girone che il neo-giocatore della Benacquista conosce molto bene: «La classifica parla da sola – conferma l’atleta bolognese – c’è un “gruppone” che, a seconda dei risultati consecutivi, può o risalire due posizioni, o scendere due posizioni anche da una domenica all’altra. È fondamentale dare continuità di gioco e di risultati e speriamo di riuscire a farlo al più presto».

Arrivare a Latina, per Ranuzzi rappresenta anche l’opportunità di ritrovare il volto amico di Giovanni Allodi cui ha condiviso una stagione eccezionale come conferma con un grande sorriso: «Siamo tutti e due contenti di esserci ritrovati, anche perché la stagione di Mantova è finita nel migliore dei modi e sono emozioni positive e ricordi fantastici che ti porti per sempre dietro con il sorriso. Nonostante quell’anno avessimo affrontato un periodo molto difficile, dato che non riuscivamo a vincere in casa, abbiamo completato la stagione in modo perfetto – racconta Alex – nei campionati vincenti c’è sempre un momento dell’anno in cui devi affrontare dei momenti negativi, devi venirne fuori come squadra e a noi ci fece bene perché, passato quel momento brutto, facemmo un girone di ritorno fantastico concluso con gara 5 contro Casalpusterlengo. Fu una soddisfazione incredibile, una bellissima festa perché iniziammo l’anno con circa 300 spettatori e finimmo con gli oltre 3000 di gara 5. Era il primo anno che la pallacanestro a Mantova raggiungeva un così alto livello. Giovanni e io rimarremo sempre uniti da quell’anno, dalle emozioni e dall’unità, perché superare un momento difficile di squadra ti unisce».

Il nuovo arrivato in casa Benacquista, proprio sull’onda dell’entusiasmo di questa nuova avventura che sta vivendo con il club latinense, coglie l’occasione per rivolgersi ai tifosi nerazzurri rassicurandoli e invitandoli a continuare a sostenere una squadra che è fortemente motivata e desidera conquistare nuovi successi: «Voglio dire ai tifosi di Latina di essere carichi perché noi lo siamo. Cercherò di meritare questa maglia al più presto e mi raccomando sempre carichi perché la squadra lavora bene, siamo motivatissimi e non ci tireremo mai indietro. Vi aspettiamo al palazzetto!». Dopo la trasferta in quel di Scafati, domenica 11 marzo alle ore 18:00 al PalaBianchini la Benacquista Assicurazioni Latina Basket riceverà la Soundreef Siena per mandare in scena uno dei tanti scontri diretti che attendono la formazione latinense. La sfida con i toscani sancirà anche l’esordio casalingo di Alex Ranuzzi.