A2 - La Givova Scafati va a Siena per fare cinquina

La squadra di Perdichizzi sale a Siena col proposito di continuare la sua striscia vincente e avvicinare la testa della classifica.
06.02.2018 18:33 di Carmine Sorrentino  articolo letto 706 volte
Andrew LAWRENCE
Andrew LAWRENCE

Dopo il "cappotto" inflitto alle romane nelle ultime due gare e la seconda piazza conquistata, la Givova Scafati arriva a Siena con la fama di "ammazzasette".

Mecacci & C. sono avvertiti: gli scafatesi fanno davvero paura !

I ragazzi dello "sceriffo" Perdichizzi hanno un record di 13 vinte e 6 perse e, nelle ultime 5 gare, ne hanno vinte ben 4 di fila. Non perdono dall'ultima gara del girone d'andata, quella con la capolista Casale ( 95 a 74 ). Da allora in poi i campani hanno portato a casa solo vittorie e, come abbiamo già detto, hanno raggiunto la seconda posizione in classifica, affiancando Biella ( che nel girone d'andata è stata l'unica a sbancare il palaMangano).

All'andata, la squdra campana, vinse contro la Soundreef dopo una gara molto sofferta che costò la panchina a Giulio Griccioli ( ex scafatese). Gli scafatesi giocarono alla grande le prime due frazioni di gioco, favoriti da una dormita collettiva dei senesi, ma furono letteralmente travolti nella seconda parte della gara. Riuscirono però a difendere con i denti il gran vantaggio (19 punti) accumulato ed alla fine, anche se risicatamente ( 66 a 63) , vinsero.

Da quella infausta giornata Siena ha migliorato la sua percentuale di vittorie e si trova a due sole vittorie dalla zona playoff.

Le statistiche ci dicono che i padroni di casa hanno segnato, fino ad oggi, 79,3 punti a gara subendone 79,7 , con un differenziale negativo di -8.

La Givova Scafati segna appena un decimale in meno dei toscani ( 79,2 punti) ma ha subito ben 120 punti in meno infatti, con 73,4 punti subiti a gara, è la seconda difesa del girone.

Entrambe le squadre hanno cambiato uno straniero : Scafati ha sostituito Miles, risultato positivo all'antidoping, con Lawrence, mentre Siena ha sostituito Turner con l'esterno della Repubblica Ceca, Tomas Kyzlink, proveniente dai campioni d'Italia della Reyer Venezia.

Scafati ha un ottimo organico con due stranieri molto affidabili e con un giusto mix tra i veterani ( Ammannato, Crow, Santiangeli e Spizzichini) e i giovani (Romeo, Pipitone e Trapani), che stanno dando sempre più prova della loro affidabilità tanto che possiamo tranquillamente dire che ha 10 giocatori effettivi. Siena ha una panchina più corta e una difesa, diciamo così, più allegra (decima nel girone). I due stranieri ( Ebanks e Kyzlink) sono di buon livello così come Sandri, Saccaggi, Vildera, Casella, Simonovic e Lestini.

Certamente il fattore campo avrà un impatto sulla gara ma, a nostro parere, la vittoria, le due squadre, se la giocheranno sotto i tabelloni. La domanda quindi sorge spontanea : riusciranno i ragazzi di Mecacci a fermare i lunghi scafatesi ? Solo il campo ci darà il responso definitivo.

A noi non resta altro che passare ai commenti dei protagonisti.

Queste le parole del coach senese, Matteo Mecacci :< La Givova in questo momento è una delle squadre più in forma del campionato e sta facendo molto bene in questa fase del torneo imponendo la sua fisicità e la lunghezza del roster. È una squadra in fiducia, che sa di poter far risultato su qualsiasi campo e dunque verrà a Siena consapevole dei propri mezzi. Sarà una partita molto difficile, considerando che si tratta di un turno infrasettimanale, e particolare dal punto di vista emotivo per il ritorno di Alex Ranuzzi a Siena, che è stato tra gli artefici della promozione dalla Serie B e il capitano del primo anno in Serie A2. Dovremo continuare ad essere una squadra che, al di là dei problemi fisici e delle energie, non molla un centimetro in difesa. Oltre all'atteggiamento difensivo inoltre dovremo essere bravi ad alzare il numero dei possessi >.

Questo è invece quelle di coach Perdichizzi : < A Siena ci attende una partita dura, perché dobbiamo recuperare le energie, abbiamo la trasferta da affrontare e poco tempo per preparare la partita. In casa, la Mens Sana gioca una pallacanestro brillante, fatta di corsa e di intensità. Sarà importante il nostro atteggiamento difensivo e la gestione del ritmo partita. Ricaricare le batterie è fondamentale, per trovarci pronti ad affrontare una battaglia contro una squadra che sta lentamente risalendo la classifica e tra le mura amiche ha fatto vittime illustri. Dobbiamo stare sul pezzo, non abbassare la guardia e continuare a difendere come abbiamo fatto contro Roma. I due stranieri Ebanks e Kyzlink sono ottimi giocatori: il primo è un gran realizzatore; il secondo, rispetto al suo predecessore Turner, è atleta che dà maggiore dinamicità ed apre meglio il campo. Non vanno dimenticati poi giocatori del calibro di Saccaggi, Casella e Sandri, che potrebbero metterci in grossa difficoltà. Dovremo essere bravi a sfruttare i vantaggi che si presenteranno nel corso della partita >.

Ex : Lestini nelle fila dei senesi ed Ammannato e Ranuzzi tra gli scafatesi.

Infermeria: oltre allo sfortunato Alessandro Cappelletti, quasi sicuramente sarà assente, tra i senesi, il giovanissimo centro Marko Simonovic.

Media ed iniziative– La partita sarà trasmessa, oltre che in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio “LNP TV Pass”), anche in diretta radiofonica sui 92,50 Mhz di Radio Sant’Anna (media partner della Givova Scafati) e in streaming da Radio Paradiso sul sito internet www.radioparadiso.it.

Inoltre, sabato 10 febbraio alle ore 20:40, sarà possibile assistere alla differita della gara su TV Oggi ( canale 71 del digitale terrestre) .

Arbitri: Calogero Cappello di Porto Empedocle (AG), Roberto Radaelli di Rho (MI) e Alberto Morassutti di Sassari .

Le formazioni in campo:

SOUNDREEF SIENA: Ceccarelli, Ebanks, Casella, Cepic, Borsato, Vildera, Simonovic (?), Sandri, Saccaggi, Kyzlink, Lestini, Lurini. All. Matteo Mecacci

GIVOVA SCAFATI BASKET: Lawrence, Crow, Trapani, Spizzichini, Romeo, Ranuzzi, Ammannato, Pipitone, Sherrod, Santiangeli. All. Giovanni Perdichizzi