A2 - Fortitudo Bologna vs Alma Trieste la leadership a Est è tutta qui

09.02.2018 00:35 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 474 volte
A2 - Fortitudo Bologna vs Alma Trieste la leadership a Est è tutta qui

Prevale, di poco, la Fortitudo Bologna sull'Alma Trieste ma senza ribaltare la differenza canestri. E le due formazioni guidano appaiate il girone Est anche se alla prima sembra sempre mancare qualcosa per essere vincente e alla seconda essere sempre la favorita anche quando non passa un buon momento. Potenza dell'ambiente? Rimane che la Consultinvest crede di poter costruire una serata tutto sommato tranquilla almeno fino al +20. Ma si sa che nel basket possa essere uno scarto "minimo" un più 20 se l'avversario trova una chiave di lettura differente del gioco. Bowers ci riesce, la gara si riapre e sarà un testa a esta fino a che l'esperienza di Mancinelli a qualcosa serve. E che pur abbastanza sfiatato riesca a servirla nel piatto della vittoria. La cronaca è di Enrico Faggiano di bolognabasket.it:

Inizio di studio con prevalenza giuliana, poi di colpo accanto a Cinciarini (e ci sta) sboccia un imprevisto Gandini, dominante sia davanti che dietro, ad ispirare il 18-0 di parziale che ribalta un prematuro +6 esterno. Si arriva al 25-13, con tanto di tripla di Fultz dopo assist dietro la schiena proprio di Gandini, che deve uscire dal campo per manifesto desiderio di standing ovation collettiva. E primo quarto che si chiude 25-17.

Si spadroneggia fino al 31-17, quando Bowers inizia a spaccare la difesa da fuori e, davanti, poco si costruisce con gli innesti dalla panca. Trieste si appropinqua, sfrutta un doppio momento di follia di Amici (antisportivo più tecnico, ergo espulsione) per arrivare fino al -1 e ciccare con Baldasso la tripla del pareggio. La F è più voglia che non lucidità, si perde un po’ per strada, ma chiude il tempo avanti, comunque, 39-36.

Senza far particolari scintille (ci pensano già i singoli in campo, mal gestiti da arbitri sempre approssimativi), la Fortitudo riesce a mantenere e lentamente allungare il divario, con la difesa che svuota Green e che non permette a nessun triestino di provare a prendere in mano la partita. Gandini torna a fare bambini baffuti, si torna avanti in doppia cifra, 55-44 al 30’.

Tutto bene, pare, ma il tentativo di rimettere in partita un acciaccato ma fin troppo spento McCamey fa perdere ritmo a Bologna, che dopo essere tornata a +12 concede a Trieste la maniglia della gara trovando negli avversari una mano che ci si aggrappa. Poteva essere facile e diventa difficile, dovendo tornare da Gandini dopo la ciccata di Cavaliero per il pareggio, ma con Green tornato in vita il pareggio è quasi inerziale, a quota 62 a 150” dalla fine. Arriva il sorpasso, poi Mancinelli riemerge dalle cupezze con tripla, recupero e liberi. Sprint, quindi, che si chiude subito con il +4 di Cinciarini, decisivo.

Consultinvest Bologna - Alma Pallacanestro Trieste 71-65 (25-17, 14-19, 16-8, 16-21)

Consultinvest Bologna : Daniele Cinciarini 21 (5/8, 3/5), Luca Gandini 15 (5/6, 0/2), Stefano Mancinelli 12 (2/7, 1/3), Matteo Chillo 6 (0/4, 0/0), Robert Fultz 5 (0/2, 1/4), Guido Rosselli 5 (1/4, 0/1), Nazzareno Italiano 3 (0/3, 1/2), Giovanni Pini 2 (1/3, 0/0), Alessandro Amici 2 (1/2, 0/1), Demetri Mccamey 0 (0/2, 0/2), Marco Montanari 0 (0/0, 0/0), Pietro Boniciolli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 23 / 33 - Rimbalzi: 42 9 + 33 (Matteo Chillo, Guido Rosselli 8) - Assist: 15 (Robert Fultz 4)

Alma Pallacanestro Trieste: Laurence Bowers 19 (4/8, 3/4), Javonte damar Green 13 (2/6, 1/4), Daniele Cavaliero 9 (1/1, 2/5), Federico Loschi 6 (0/0, 1/6), Lorenzo Baldasso 6 (3/5, 0/2), Juan Fernandez 4 (1/6, 0/3), Roberto Prandin 4 (2/4, 0/0), Alessandro Cittadini 2 (0/3, 0/0), Andrea Coronica 2 (1/1, 0/1), Giga Janelidze 0 (0/0, 0/4), Lodovico Deangeli 0 (0/0, 0/0), Matteo Schina 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 19 - Rimbalzi: 36 7 + 29 (Laurence Bowers, Javonte damar Green, Alessandro Cittadini 7) - Assist: 21 (Juan Fernandez 5)