A2 - Fortitudo Bologna, Boniciolli non si scusa per l'interruzione!

30.01.2018 16:01 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1323 volte
A2 - Fortitudo Bologna, Boniciolli non si scusa per l'interruzione!

Mentre andava in onda in diretta la trasmissione "Scusate l'interruzione" con il conduttore Simone Motola su Radio Nettuno - l'argomento del giorno era l'operato del coach della Fortitudo Bologna - Matteo Boniciolli, al momento a casa in convalescenza, ha chiamato in trasmissione per contestare un’affermazione fatta dal Motola. bolognabasket.it ne ha pubblicato una trascrizione completata dal botta e risposta dei due protagonisti.

Matteo Boniciolli: Io ho molto rispetto delle opinioni altrui, soprattutto in una città in cui la pallacanestro è così alta nel rispetto da parte della cittadinanza, però io credo che da parte di operatori della comunicazione bisognerebbe stare un po’ attenti quando si parla di gente che lavora.
Si può discutere sul fatto che io sia un buono o cattivo allenatore, o su quello che io ho fatto di bene o di male per la Fortitudo, risultati, percentuali di vittorie, giocatori lanciati… ma sostenere che la mia emotività ha mandato a puttane stagioni intere della Fortitudo mi sembra – in un paese in cui le parole vengono usare molto spesso a vanvera, anche da una classe dirigente disastrosa, mi sembra che bisogna stare un po’ attenti, d’accordo? Si parla di persone che lavorano quotidianamente, vincendo le partite, perdendo le partite, ma oggi non mi sembra che la mia presunta emotività – della quale il signor Motola non conosce nulla, grazie al cielo – posso aver mandato a puttane tre stagioni consecutive nelle quali non siamo mai arrivati sotto il terzo posto.

Simone Motola: Coach, non ho parlato delle ultime tre stagioni ma dell’ultima estate.

Matteo Boniciolli: Prima di parlare delle stagioni che io mando a puttane con la mia emotività ti prego di riflettere.

Simone Motola: Non era quello il concetto, ho parlato di mercato.

Matteo Boniciolli: Mandare a puttane, a casa mia, significa mandare a puttane, e il fatto che all’interno di una stagione dove ridendo e scherzando siamo secondi in classifica a due punti della prima avendo fatto solo un’operazione di mercato in entrata, ingaggiando il miglior giocatore del campionato scorso, tagliato dalla Virtus. Penso che tra ingaggiare il miglior giocatore di A2 dell’anno scorso, eventualmente rescindere con un giocatore per motivi che voi non conoscete, o vaneggiare sull’acquisto di lunghi e parlare di puttanate, secondo me bisognerebbe procedere con molta cautela, molta cautela, perchè si sta parlando di persone.