A2 - Coppa Italia, Boniciolli "Abbiamo lottato anche contro le nostre assenze, andiamo avanti"

04.03.2018 12:26 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 386 volte
Fonte: via bolognabasket.it
A2 - Coppa Italia, Boniciolli "Abbiamo lottato anche contro le nostre assenze, andiamo avanti"

Sala stampa a Jesi per Matteo Boniciolli, chiamato a commentare la sconfitta in semifinale di Coppa Italia della sua Fortitudo Bologna: "Complimenti a Ravenna, io non ho molto da rimproverare ai miei: siamo stati contratti, ma nessuno ha fatto passi indietro. Ci sono state percentuali scarse, ma nessuno tira per sbagliare apposta, e non sono stati tiri presi dopo brutte costruzioni. Io ho come modello di riferimento la Brescia che andò in serie A due anni fa, che prima perse finali e semifinali, quindi continuiamo serenamente il nostro cammino, dispiaciuti, dopo due partite serie, di impegno: manca uno straniero, manca Mancinelli, e oggi ci sono mancati i punti degli esterni. Non era un pre-playoff, lì c’è un giorno di intervallo tra partita e partita, e per atleti di questo livello anche un giorno fa la differenza, non traiamo conclusioni con premesse sbagliate. Noi abbiamo giocato bene, con orgoglio, abbiamo tenuto difensivamente i lunghi, ma questa è pallacanestro, e serve anche fare canestro. E se non segni mai non vinci.

Ma, al di là dei meriti di Ravenna, sono assolutamente sereno e tranquillo, i giocatori si sono impegnati. Ora vedremo cosa faremo di nuovo contro di loro domenica prossima. Amici e Italiano? Sono i giocatori più propensi a perdersi un po’ emotivamente, e loro oggi erano in preda ad un nervosismo incomprensibile. Tra i tanti disastri che la letteratura sportiva ha fatto nel nostro mondo c’è quello del concetto di pressione: Vialli, grande intellettuale, dice che in Inghilterra vincere è una gioia, qui è un sollievo. E per questo me ne andrò dall’Italia, perché mi sono rotto le palle di questo concetto, della pressione, di cose del genere."