A2 - Al Forum arriva Napoli per l'ultima dell'anno

28.12.2017 16:50 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 180 volte
A2 - Al Forum arriva Napoli per l'ultima dell'anno

Si chiude sul parquet di casa l'ottimo 2017 di Pallacanestro Biella, seconda forza del girone Ovest di A2 con 18 punti e, da gennaio ad aprile, capolista indiscussa del campionato in regular season. A misurarsi con Jazz Ferguson e compagni, impegnati domani sera nel 14° e penultimo turno della fase di andata, la formazione neopromossa del Cuore Napoli Basket, fanalino di coda con appena due vittorie all'attivo. Quintetti schierati in campo per la palla a due alle ore 20.30.

I ROSTER

Eurotrend Biella: 3 Jazzmarr Ferguson (cap.), 12 Albano Chiarastella, 15 Timothy Bowers, 16 Lorenzo Uglietti, 17 Andrea Ambrosetti, 18 Luca Pollone, 20 Matteo Pollone, 24 Carl Wheatle, 27 Luca Rattalino, 32 Amedeo Tessitori, 33 Giorgio Sgobba.
Head coach: Michele Carrea.
Assistant coach: Francesco Viola/Luca Baroni.

Cuore Napoli Basket: 0 Gennaro Sorrentino, 1 Melsahn Basabe, 3 Kerry Carter, 4 Matteo Fioravanti, 11 Mattia Mastroianni, 13 Simon Zollo, 14 Bruno Mascolo, 15 Nikolay Vangelov, 16 Alessio Ronconi, 18 Alessandro Puoti, 20 Antonio Gallo, 22 Roberto Maggio (cap.), 23 Massilimilano Bordi, 25 Stefan Nikolic.
Head coach: Aldo Russo.
Assistant coach: Armando Trojano.

GLI EX

Non sono presenti ex nelle fila delle due formazioni.

LA SQUADRA ARBITRALE

Eurotrend Biella-Cuore Napoli Basket sarà diretta dal Sig. Alex D'Amato di Roma (RM), dal Sig. Paolo Lestingi di Anzio (RM) e dal Sig. Moreno Almerigogna di Trieste (TS).

PAROLA AL COACH

Michele Carrea: «Arriva domani la vera partita di Natale. La partita di Natale non è il 23 dicembre, perché il 23 si esce da una normale settimana di lavoro e si è in ritmo. La partita tra Natale e Capodanno invece ha la variabile dell'attenzione, della capacità di essere sul pezzo fin dal primo minuto. Nei giorni di Natale c'è chi spende troppe energie nervose a festeggiare in famiglia, a organizzare il cenone, e il rientro in campo quindi è sempre un'incognita. Non conta il livello dell'avversario che hai di fronte, la partita di Natale la devi giocare su te stesso. Devi spendere tutte le energie nervose che possiedi per recuperare le tue certezze, la confidenza con il corpo e il giocato. Se analizziamo gli ultimi turni di regular season, Napoli a Rieti ha perso con un canestro incredibile sulla sirena e sbagliato quattro liberi su sei con i due americani negli ultimi tre minuti di gioco. Con Agrigento in casa invece è andata sotto di sei punti, ha recuperato, è tornata avanti di tre e tutto questo senza un americano. Tolta la performance di Scafati dove probabilmente erano tante le variabili, Napoli ha giocato sempre partite vere e raccolto pochissimo. Ci vuole assoluta attenzione e grandissimo rispetto. Arriva al Forum una squadra di qualità e con una struttura fisica importante. Per quanto la partita di Natale la dobbiamo giocare su di noi, dobbiamo assolutamente capire che i guerrieri feriti sono i più pericolosi. Loro hanno bisogno di punti e hanno esperienza nel gestire questo tipo di pressione. Bisogna fare una partita solida».