Lega A - Al Forum non c'è storia: Milano asfalta Pesaro

Sono 6694 i tifosi sugli spalti per la sfida tra Milano e Pesaro
10.02.2019 19:49 di Iacopo De Santis Twitter:    Vedi letture
Ph. VL Pesaro
Ph. VL Pesaro

Olimpia Milano e VL Pesaro in campo per la 19° Giornata di LegaBasket Serie A. Tante assenze per Milano che aggiunge all'infortunato Gudaitis anche Tarczewski, Kuzminskas (contrattura ai gemelli) e Cinciarini (recuperato ma non disponibile). A riposo e out per turnover Mike James,

I padroni di casa partono subito forte con Nunnally e Jerrells per il 5-0. Proprio quest'ultimo va a segno per il 10-2. Caldissimo James Nunnally che conduce l'Olimpia al +13, massimo vantaggio. Pesaro risponde con Murray che segna quattro punti di fila per il 23-14. L'offensiva milanese è inarrestabile: 29-18 a fine primo quarto.

Nel secondo quarto la musica non cambia: Pesaro non riesce a limitare l'attacco e si allunga il vantaggio. Nedovic, dall'arco, apre un nuovo parziale di 10-0 a metà quarto che porta il risultato sul 47-22. Poi Blackmon a segno. Il primo tempo termina per 59-28.

Nunnally, dopo la pausa lunga, spara la tripla del 63-48. Poi Pesaro va due volte a segno con Blackmon Jr e Shashkov ma ancora Fontecchio, dall'arco, segna. Due volte Mockevicius corregge il tiro, l'Olimpia non sbaglia un colpo e ne trova altri tre da Della Valle che poi finta il passaggio e segna dalla media: 72-48. Bel canestro di McCre dopo la persa di Milano. Parziale pesarese guidato da McCree che segna altri 5 punti e fa 7-0 di parziale. Ma dall'altra parte, Pesaro concede due occasioni a Nunnally che mette un'altra bomba per il 80-49.

E con questo risultato ha inizio l'ultimo quarto. Tripla del giovanissimo Federico Tognacci, primi punti in stagione per lui. L'Olimpia fa girare bene la palla ma non trova il canestro: 80-52 dopo 2'. Si sblocca anche Bertans: 3/3 in circa 90' dai tre punti. McCree va in doppia cifra dall'altra parte e Milano va avanti 89-55. La partita non ha più niente da dire e si avvia lentamente verso la conclusione, con Milano che continua a allungare il divario guidata da Burns. Arriva anche l'esordio di De Capitani che trova anche i due punti su fallo e canestro. Finisce 111-74.