Final Eight Serie A - La Coppa Italia è della Vanoli Cremona che completa la corsa contro Brindisi

17.02.2019 20:36 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Final Eight Serie A - La Coppa Italia è della Vanoli Cremona che completa la corsa contro Brindisi

La coppa Italia arriva al momento della verità con la finale al PalaMandela che vede di fronte la Vanoli Cremona e la Happy Casa Brindisi. Saranno la quarta e la sesta testa di serie A, dunque, giocarsi la vittoria del trofeo dopo aver sparigliato tutti i pronostici. Nelle semifinali hanno avuto la meglio, non con poca difficoltà, rispettivamente di Virtus Bologna e Dinamo Sassari.

Crwaford e Moraschini danno fuoco alle polveri 2-2. Ma solo al 5' un prolifico Diener riesce a staccare la Vanoli 10-6, ma Banks e Brown giungono rapidamente al pareggio. Alternanza nel punteggio, poi nell'ultimo minuto due triple di Aldridge segnano il vantaggio dei lombardi 23-18. Con Crawford e Brown top scorer in doppia cifra, il secondo quarto vede Cremona farsi riprendere 25-25 al 13'. Ma qui il quintetto di Sacchetti riparte in gran spolvero. Saunders inizia, Ruzzier termina un parziale di 9-0 che vede il primo vero strappo della gara 34-25. La schiacciata di Walker ferma l'emorragia, ma fino al 18' Crawford difende il +10 della Vanoli dal canestro di Banks 40-30. Ultimo minuto di fuoco, nel quale una bomba di Walker manda tutti al riposo lungo sul 45-37. 16 Crawford, 10 Saunders per Cremona, 13 Brown per Brindisi, che subisce il 9/15 nelle triple dei lombardi.

Vanoli che rientra convinta e ottiene e difende a lungo il vantaggio in doppia cifra 51-41 al 23'. La forbice si allarga con Saunders e Stojanovic, poi Banks torna a muovere il tabellino pugliese 55-44 al 26' con due liberi. Brindisi lotta ma quando arriva a rosicchiare qualcosa viene fermata al 29' dai primi punti di Ricci 62-50). Un libero di Gaffney porta all'ultimo miniriposo sul 58-57. Gaffney  con due triple vorrebbe rianimare i suoi, ma la Vanoli è un mastino che non molla un centimetro del suo vantaggio: Saunders al 34' vale ancora il 69-57. Svolta poco dopo, con Banks costretto a lasciare il campo per un problema fisico. Brown realizza e Vitucci prende un timeout. Ma la gara è decisa; la Happy Casa non trova la chiave per recuperare; due fiammate di Walker riportano i pugliesi a -9 al 38', ma le guardie di Cremona sanno come portare a spasso le difese e il tempo che si erode inesorabilmente. Aldridge porta il canestro decisivo, Gaffney e un libero di Brown fissano il risultato finael. Due outsiders alla prima volta in finale Coppa Italia, e il titolo va a Cremona che indubbiamente ha avuto un qualcosa in più.

Vanoli Cremona - Happy Casa Brindisi 83-74. Boxscore: 18 Crawford e Saunders, 12 Ruzzier, 11 Aldridge, 8 Mathiang e Diener, 6 Ricci, 2 Stojanovic per Cremona; 21 Brown, 19 Gaffney, 13 Banks, 11 Walker, 7 Moraschini, 3 Chappell per Brindisi.

MVP DEL TORNEO – Travis Diener è il profeta vincente di questa grande Vanoli. 9 assist nei quarti contro Varese per mettere in ritmo la squadra, 26 punti in semifinale per portarla all’ultimo atto, 6 punti in avvio di Finale e altri due in un momento chiave del quarto periodo, oltre ai 6 assist per i compagni, per alzare la prima storica Coppa Italia di Cremona. Oltre tutto questo, la leadership di chi sa come si fa a vincere e lo trasmette ai compagni.