EuroLeague - Clamoroso esordio di Jerrells (30 punti): Milano espugna Valencia dopo due overtime

Jerrells segna 30 punti, domina il secondo tempo supplementare e trascina l'Olimpia Milano al successo sull'ostico parquet di Valencia
15.11.2017 20:15 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 5529 volte
EuroLeague - Clamoroso esordio di Jerrells (30 punti): Milano espugna Valencia dopo due overtime

Reazione d’orgoglio di Milano (2-5), che dopo la disfatta di giovedì scorso contro Kaunas (e la buona vittoria di sabato a Trento) espugna il parquet dei campioni di Spagna 98-103. Il Valencia (3-4) scappa nel terzo quarto e tocca il +17 grazie a un rapido parziale all’inizio del periodo. Nel finale della terza frazione, però, l’Olimpia cambia faccia e rimonta sfruttando un break di 13-2. La gara torna quindi equilibrata fino alle fine, Theodore (20 punti) firma la penetrazione del pareggio e si va all’overtime. Il primo ed emozionante supplementare non basta: serve il secondo, che viene deciso dai lampi di classe di Curtis Jerrells. L’esterno statunitense, al suo esordio in maglia Armani Exchange, brilla con 30 punti (5/7 da due, 6/11 da tre e 2/2 dai liberi), canestri pesanti e una eccellente difesa su Green nell’ultimo periodo. Venerdì sera contro il Bamberg al Forum, dalle 20.45, per i ragazzi di coach Pianigiani c’è un’imperdibile occasione per recuperare posizioni in classifica e fiducia. Infine, è necessario citare il brutto infortunio di Goudelock (17 punti), uscito dolorante nell’ultimo quarto con un presunto stiramento alla coscia.

 

IL PRIMO QUARTO – Valencia comincia la gara con due triple (Dubljevic e Van Rossom) e Milano risponde presente grazie alla penetrazione di Theodore e alla “bomba” di M’Baye. Poi l’Olimpia mette la testa avanti con un 4-0, Van Rossom segna da tre, M’Baye replica con la stessa moneta e Green segna il 13-12. L’ex Siena si scalda e buca la retina dall’arco per il +4 Valencia, ma Jerrells penetra e realizza il primo canestro della sua nuova avventura milanese e l’Olimpia prende fiducia con la tripla di Theodore. Il primo quarto termina 20-19 per gli spagnoli dopo il canestro da sotto di Pleiss.

IL SECONDO QUARTO – Vives mette la quinta tripla del Valencia, Jerrells replica dalla lunga distanza e i padroni di casa tentano il primo allungo grazie a un parziale di 7-0 (Martinez da due Pleiss da due e da tre frontale). L’Olimpia prova a rimanere a stretto contatto (guizzo di Goudelock e tripla di Cinciarini), ma Pleiss è indiavolato e gli spagnoli hanno delle percentuali irreali da tre. Goudelock, però, non ci sta e pareggia i conti a quota 34 con un tiro dall’arco e un canestro dei suoi in penetrazione (4 minuti dalla fine del quarto). Nell’azione successiva, la difesa biancorossa costringe gli avversari all’infrazione di 24 secondi, poi Jefferson schiaccia su assist di Goudelock e coach Vidorreta è obbligato a chiamare timeout. Il Valencia ritorna in vantaggio con San Emeterio, Jefferson schiaccia su tap-in, Goudelock firma una tripla semi-impossibile e gli arancioneri rimangono sopra grazie ai tiri liberi di Dubljevic e Van Rossom: 45-41 all’intervallo.

IL TERZO QUARTO – Green ferisce la difesa biancorossa con due canestri in penetrazione, Theodore però è caldo e non permette al Valencia di fuggire. Il potenziale momento chiave del match arriva poco dopo: Vives realizza la tripla del +7 (52-45), Green segna ancora e Doornekamp buca la retina dall’arco (59-45 a 6’52’’ dalla fine della frazione). Il solito Green sigla un importante and-one (62-45) e Milano pare in rottura prolungata, anche se un rapido parziale di 7-0 (Goudelock da tre, Jerrells in transizione e Gudaitis) permette ai biancorossi di accorciare a -10 e sognare la rimonta. Il break sale a 9-0 in seguito al guizzo in entrata di Goudelock (62-54 a 2’10’’ dal termine del quarto). Dubljevic scuote i suoi, Theodore penetra e scrive 2, Gudaitis appoggia la palla al vetro e gli italiani sono a -6. Il punteggio al trentesimo è fermo sul 64-58.

IL QUARTO QUARTO – Jerrells apre la frazione con la tripla del -3, San Emeterio sigla un 2+1 e Kalnietis si alza dall’arco senza pensare. Il momento è segnato dall’infortunio di Goudelock, uscito dal campo dolorante e sorretto dai compagni con un presunto stiramento alla coscia. Milano, però, non si demoralizza e Jefferson mette la “bomba” che accorcia a -2 lo svantaggio ospite. Quindi Van Rossom fa centro dalla lunga distanza, Theodore replica immediatamente con un and-one in penetrazione e l’Armani Exchange va in bonus dopo aver mandato Dubljevic in lunetta (+4 Valencia). Jerrells usa la sua mano mancina e accorcia a -2, gli spagnoli graziano due volte l’Olimpia (due palle perse sugli scarichi) e la gara è tiratissima fino alla fine: 74-72 a 20 secondi dalla fine. Theodore si butta dentro e pareggia i conti con 13 secondi sul cronometro, Green sbaglia lo step-back frontale sulla sirena e la gara va all’overtime sul 74 pari.

IL PRIMO OVERTIME – Van Rossom, dall’arco, risponde alla tripla dall’angolo di Jerrells, Micov non ci sta e scrive 3, Green buca la retina dalla lunga distanza e la gara prosegue sulla via dell’equilibrio. La quarta “bomba” dell’overtime è di Jerrells, fate pure cinque con Doornekamp: 83 pari a 1’44’’ dalla fine. A 33’’ secondi dal termine il punteggio è fermo sull’85-85 (schiacciata in alley-oop di Tarczewski e liberi di San Emeterio). Infine Theodore sbaglia un banale appoggio da sotto, Vives manca il tiro finale ed è secondo overtime a Valencia.

IL SECONDO OVERTIME – Canestro da due e tripla: Jerrells inizia così il secondo tempo supplementare, con Milano che è avanti 85-90. Poi Vives fa 0/2 dalla lunetta, Theodore capitalizza dall’arco il +8 e coach Vidorreta chiama timeout a 3 minuti dalla fine: l’inerzia è tutta biancorossa. Gudaitis schiaccia, Dubljevic accorcia, Jerrells penetra con decisione a l’Olimpia ha nove lunghezze di vantaggio (88-97). Dubljevic segna di nuovo e mette paura agli ospiti, ma un indiavolato Jerrells sigla la “bomba” della possibile staffa. Infine, il Valencia torna a -6 con la tripla di Dubljevic, Theodore fa 1/2 e l’Olimpia vede lo striscione del traguardo: finisce 98-103 per la truppa di coach Pianigiani.

 

EuroLeague, Round 7: Valencia Basket – AX Armani Exchange Olimpia Milano 98-103 2OT (20-19, 25-22, 19-17, 10-16 24-29)

Valencia: Thomas 0, Abalde n.e., Van Rossom 13, Rudez 0, Dubljevic 18, Vives 6, Martinez 4, San Emeterio 16, Pleiss 13, Sastre 0, Green 22, Doornekamp 6

Milano: Goudelock 17, Micov 5, Kalnietis 3, Tarczewski 4, Cinciarini 3, Cusin n.e., Abass n.e., M’Baye 6, Theodore 20, Jefferson 7, Jerrells 30, Gudaitis 8.