Sunday Market Compound

15.07.2012 18:14 di Umberto De Santis   Vedi letture
Sunday Market Compound

Sulla maglia numero 12 della Montepaschi potrebbe esserci scritto, la prossima stagione, ancora il nome di Ksistof Lavrinovic. Diversi club europei, specie dalla Turchia, stanno parlando con l’agente del pivot lituano; Minucci ha detto chiaramente che non può corrispondere gli emolumenti degli anni passati e che perciò lo ritiene libero di accasarsi altrove. Di contro c’è che difficilmente altrove Lavrinovic troverebbe lo stesso staff medico che ben l’ha seguito nei due recenti interventi chirurgici alla schiena, che a 33 anni possono diventare un problema enorme alla prima ricaduta. Ma le voci sul solito Fenerbahce di Pianigiani e dei suoi convincenti argomenti sono sempre più alte. E insieme a lui potrebbe arrivare sul Bosforo anche Marko Keselj, che ha chiuso la sua esperienza al Pireo.Si rumoreggia, sulla Mens Sana, l’interessamento per la pista che porta al centro Milan Macvan, 205 cm di 23 anni, autore di una ottima annata nelle fila del Partizan. Prezzo accessibile, buona esperienza nonostante la giovane età, più interessante di un Benjamin Eze, cavallo di ritorno, reduce da oltre un anno di stipendio senza giocare. Come visto a Khimki e Milano, Eze ha bisogno di un play che sappia giocare alla grande il pick’n’roll, e non è facile trovarne uno libero. Tubasket.com dalla Spagna avverte che proprio Macvan, insieme a Fran Vazquez, sarebbe il "sogno proibito" che rilancerebbe le quotazioni europee del club di Malaga, potendo contare sul buyout (1,5 mln di euro) della partenza di Freeland verso la NBA, sponda Portland.

Tornando a Siena, Luca Banchi è volato alla Summer League, taccuino alla mano. I giornalisti presenti a Las Vegas per l’occasione hanno “visto” il suo interessamento per  Josh Akognon, 180 cm anni 26, play nigeriano naturalizzato USA che milita nei Canton Charge in D-League. Sembra stia spopolando con la maglia dei Sacramento Kings in questi giorni (25p nella vittoria contro i Lakers 84-72). Due playmakers annunciati dalla stampa in pochi giorni, troppi per le abitudini comunicative del club Campione d’Italia.

Ma a Las Vegas c’è in vacanza anche Shaun Stonerook, come di consueto. Ed è probabile che il nodo amletico di un’altra stagione in campo venga sciolto dal nuovo coach mensanino, a tu per tu col giocatore. Lasciata Cantù, Doron Perkins sta trattando il ritorno al Maccabi Tel Aviv. I brianzoli stanno per comunicare l’ingaggio, a loro volta, di Alex Tyus, il centro di cui si parla già da qualche giorno, e sarebbero in dirittura d’arrivo per annunciare definitivamente Aradori. Gigi Datome avrebbe rotto con la Virtus Roma, che offre uno stipendio al ribasso, e starebbe accordandosi con la Virtus Bologna. Maciulis, rinfrancato dalla parentesi senese, ha giocato un gran preolimpico in Venezuela, tanto che sembra in arrivo per lui un posto ad Atene, nel Pana che si è liberato di tante stelle costose: al suo fianco in possibile arrivo uno spento Darius Lavrinovic, che non ha lasciato il segno al CSKA. Barcelona: dopo Tomic, secondo voci provenienti dalla Grecia, sarebbe imminente la firma di Nathan Jawai, 208 cm e 26 anni, visto lo scorso anno all'Unics Kazan. Tra gli ex senesi c’è la novità Uros Slokar, chiuso l’anno con Roma, che ha firmato in Spagna per Gran Canaria. ACB sembra diventato l’unico campionato continentale in grado di reggere economicamente al concorrenza di Beko, il campionato turco.