Pesaro - Un «greco» per alzare la qualità degli allenamenti

21.11.2011 10:36 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 668 volte
Fonte: Il Resto del Carlino - Pesaro
Jake Blankenship (foto hoopsambassadors.com)
Jake Blankenship (foto hoopsambassadors.com)

Vicino alla panchina biancorossa, ieri c'erano due novità. Uno era il ragazzino che ha vinto il premio «Il sesto uomo»: dopo aver visitato lo spogliatoio, Cosimo si è goduto la partita accanto ai giocatori. Difficile non rimanere folgorati dopo un'esperienza così speciale. E la prossima volta il regalo toccherà a qualcun altro. Idea davvero carina, complimenti.
L'altro volto inedito era quello di Jake Blankenship, lungagnone americano di padre greco che in attesa del passaporto comunitario si allenerà con la Vuelle. Fresco di college, Blankenship, che viene dalla Florida, sembra più grande per via di quel barbone che si è lasciato crescere, ma in realtà è dell'89. John Ebeling è costretto ancora a spiegare che «non c'è l'intenzione della società di tesserarlo, nemmeno dopo che avrà lo status di comunitario. E' la stessa situazione di Joe Trapani: viene per darci una mano e farsi vedere. Ma lui, al contrario di Joe che si è sistemato subito a Forlì, rimarrà con noi almeno un paio di mesi».
Perchè la Vuelle cerchi con insistenza un’ ala pivot è chiaro: se Flamini deve marcare White in allenamento, il compito di tenere Jones tocca al baby Tortù, che fra l'altro non gioca da quattro nemmeno nelle giovanili. Un posto da comunitario ancora c'è in squadra, ma da quell'orecchio la società non ci sente; «La squadra è questa e va bene così» taglia corto Ebeling.
Intanto, i tifosi pesaresi salutano sempre volentieri i campioni che li hanno fatti sognare: e l'applauso ricevuto da Carlton Myers è stato lungo e affettuoso, come quello riservato a Djordjevic. Oggi, però, gli stessi tifosi potrebbero riservare un pizzico di quell'affetto agli Under 19 della Scavolini Siviglia attesi da una delle sfide più sentite della stagione a livello giovanile: il derby con la Sutor Montegranaro. E il fatto che si giochi al vecchio palas (ore 18.30) le regalerà ancora più atmosfera. e.f.