Lega A - Pistoia, Bolpin: "C'è grande emozione in vista del debutto in casa"

11.10.2018 17:28 di Iacopo De Santis Twitter:   articolo letto 348 volte
Lega A - Pistoia, Bolpin: "C'è grande emozione in vista del debutto in casa"

Tocca a uno degli "ex" della sfida, presentare, nella consueta conferenza stampa di metà settimana, l'esordio di fronte al proprio pubblico (domenica alle 18.30) della rinnovata OriOra. Pistoia si troverà di fronte la corazzata Reyer Venezia e per Riccardo Bolpin non può essere una partita come le altre: "E' chiaro che per me l'emozione sarà doppia -ha dichiarato il giovane playmaker biancorosso- ma tutta la squadra non vede l'ora di scendere in campo per questa prima di fronte al nostro pubblico, anche perché veniamo da una sconfitta e c'è grande voglia di riscatto".

A Pesaro la squadra ha disputato una buona gara, ma la tanto agognata vittoria all'esordio non è arrivata: "E' stata un'occasione persa -ha affermato Bolpin- ma non perché di fronte avevamo Pesaro: sarebbe stato lo stesso anche se avessimo perso con Cremona, Milano o un'altra squadra. Ogni volta che lasci per strada due punti è un'occasione persa! Peccato perché era importante partire con un successo e peraltro abbiamo ben giocato per almeno trenta minuti, poi qualche disattenzione difensiva ci ha fatto andare sotto e non siamo più stati capaci di riprendere la gara".

Guardando alla partita con Venezia, l'impegno sembra, almeno sulla carta, proibitivo: "Venezia è, insieme a Milano, la squadra da battere, inutile nasconderlo. Giocano in dodici, possono scegliere su quattordici giocatori e hanno qualità ed esperienza da vendere. D'altro canto -sono le parole di Bolpin- certe squadre è forse meglio incontrarle subito. Dovremo migliorare a livello di letture e limare alcuni errori, sia a livello offensivo che difensivo e noi italiani, con un Martini in più, prenderci le nostre responsabilità: non tanto magari a livello di punti segnati, ma di intensità e difesa".

Di sicuro c'è che la squadra ha mostrato ampi margini di miglioramento: "I margini ci sono tutti -ha concluso il 20enne veneziano- e il nostro obiettivo è crescere partita dopo partita. Intanto pensiamo a Venezia e sapendo che Pistoia è una piazza famosa per il calore del suo pubblico, speriamo che si crei in fretta la giusta chimica fra squadra e tifosi. Questo sarà fondamentale soprattutto in quelle partite che saranno particolarmente tirate e si trasformeranno in vere e proprie battaglie".