La Reyer doma la Leonessa in un finale thriller

15.04.2018 20:21 di Marco Garbin  articolo letto 1158 volte
La Reyer doma la Leonessa in un finale thriller

Sfida di vertice al Taliercio questa sera fra Reyer e Leonessa Brescia.
Seconda contro terza, con gli ospiti gia' vittoriosi all'andata determinati a stravolgere una griglia playoff ancora da definire.
La sorpresa bresciana, l'americano ex Memphis Bryce Cotton, non fara' il suo debutto stasera mentre fra gli orogranata si rivede in panchina Michael Bramos.
Il match e' intenso da subito, con Venezia che sfrutta l'abilita' a rimbalzo di Watt e Daye per disinnescare i terminali lombardi. Brescia fatica a costruire azioni degne di nota e le sue azioni spesso sfociano in palle perse. Ma la precisione non e' nel vocabolario orogranata oggi e appena Brescia, spinta da un grande Michele Vitali, trova il ritmo sono dolori. Il vantaggio di 18 punti capitalizzato dai veneziani alla fine del terzo quarto vacilla nell'ultimo parziale, letteralmente dominato dalla Leonessa che rientra a -5. Il cronometro e' pero' implacabile e permette ai Campioni d'Italia di uscire vittoriosi da un incontro in pieno stile play-off. Migliori in campo per gli orogranata Peric e Haynes, il primo col 100% al tiro ed il secondo autore di 3 triple fondamentali e lucido playmaker negli ultimi secondi di gara, quando bisogna capitalizzare ogni secondo a disposizione.

La gara
Brescia e' la prima ad andare a segno con Moore dopo 1'30" di gioco. Venezia, trascinata dal guerriero Cerella, pressa e trova il primo vantaggio con la bomba di Haynes. La Leonessa prova con azioni rapide a trovare spazi fra le maglie difensive orogranata e va a segno con Hunt ma la difesa e' lesta a prendere le misure ai terminali ospiti e annullare la maggior parte delle azioni sporcando il possibile e l'impossibile. In attacco Venezia si appoggia a Watt che, quando non va a segno scarica l'assist. Si arriva cosi' a meta' parziale con i padroni di casa avanti 12:6. Diana prova la carta Moss e De Raffaele risponde con Bramos, all'applauditissimo rientro. Haynes ha la mano calda e con la sua tripla porta il vantaggio dei Campioni di casa a 10 punti. A 3' dal termine del primo parziale Brescia sfrutta il contropiede di Michele Vitali e il gioco da 3 di Hunt per accorciare. La risposta orogranata arriva da Peric, entrato in campo al posto di Daye. Il croato mette a segno 4 punti ed e' presente in ogni azione di rilievo. Ma gli ultimi punti del parziale sono dell'ex Ortner che fissa il punteggio sul 21:15.

Al rientro in campo l'immediato uno-due di Biligha e Peric raffredda gli entusiasmi dei molti tifosi bresciani presenti. Fra gli uomini in campo invece inizia a vedersi la preoccupazione al minuto 3, quando Cerella infila la tripla che fissa il vantaggio veneziano sul +13. Brescia al rimbalzo in attacco soffre i centimetri di Watt e Daye e continua a complicarsi la vita con le molte palle perse (9 contro le 3 orogranata). Venezia potrebbe aver gia' chiuso la pratica ma pecca di precisione (vedi Austin Daye 0/7 dal campo e Michael Bramos 0/2 ai liberi). Per fortuna il greco a stelle e strisce si fa trovare pronto al contropiede a 2'42" dall'intervallo lungo per realizzare il +14 Reyer. Brescia trova conforto nel gioco da 3 di Landry e nel bel canestro di Hunt nel pitturato che riporta il distacco in cifra singola. Lo stesso Hunt poi, imbeccato bene in area da Luca Vitali, infila il suo nono punto personale e fissa il punteggio sul 36:27, con il quale si rientra negli spogliatoi.

Haynes inaugura il terzo parziale ma Brescia risponde con Moore. Daye si stacca dalla difesa e va a realizzare i suoi primi punti in azione, prima dal pittuato, poi dall'arco ed infine in contropiede (innescato dalla stoppata di Watt su Hunt) per il +15 orogranata. Venezia e' on fire e Bramos infila la tripla e poi vola a difendere su Moss. Dopo il contrattacco sterile di Brescia va a segno dall'arco anche Haynes (3/4 da fuori per l'americano) che fa +20 al minuto 6. Dopo il contropiede che manda a segno l'ex Ortner De Raffaele ributta in mischia Peric, subito a segno. Il croato si spende poi in difesa contro Landry ma il numero 8 bresciano ha la meglio a rimbalzo. A riportare sopra i 20 il margine veneziano ci pensa Biligha dalla lunetta mentre pochi secondi dopo Peric va a prendersi il decimo punto personale. Michele Vitali infrange il tabu' del tiro dall'arco infilando il primo a 57" dal termine del terzo parziale e riportando i biancoblu sul -18. Biligha e Moore dalla lunetta mettono poi a segno i punti dl 59:41 con cui si chiude il terzo parziale di gioco.

Quarta frazione di gioco che si apre con Moore in lunetta per fallo di Peric. La Leonessa preme per rientrare e sfrutta ogni errore in costruzione degli avversari per innescare micidiali contropiedi come quello che manda a segno Moore. La tripla infilata da Traini (poco prima di uscire per quinto fallo) fa correre un brivido lungo le schiene veneziane che vedono il loro margine assottigliarsi a 11 punti con 7'20" ancora da giocare. Anche Watt spende il quinto fallo e cede il posto al connazionale Daye. Momento difficile per i Campioni d'Italia che vedono Brescia tornare a -7 grazie alla tripla di Luca Vitali. Bramos gli risponde con la stessa moneta mentre si scavalca il quinto minuto di gioco. La grande intensita' induce all'errore i veneziani ma e' invece lucidissima Brescia nell'andare a segno con Michele Vitali e Moss in contropiede. Leonessa a -5 e Reyer nel panico, le molte palle perse e l'errore di Peric in contropiede a 3' dal termine ne sono un valido esempio. Per fortuna il croato non manca di realizzare dalla lunetta i punti del 66:57. De Nicolao da' una mano ai bresciani perdendo palla e lanciando in contropiede Michele Vitali. Ma Venezia addormenta il gioco e si entra nell'ultimo minuto. E' Ortner a realizzare in lay-up i punti del 68:61 con cui termina un match entusiasmante.

Umana Reyer Venezia vs Germani Basket Brescia 68:61 (21:15) (15:12) (23:14) (9:20)

Le squadre
Venezia
Haynes 15, Peric 14, Sosa 0, Bramos 10, Tonut 0, Daye 9, De Nicolao 1, Jenkins 2, Ress ne, Biligha 9, Cerella 5, Watt 3.

Brescia
Moore 10, Hunt 10, Mastellari ne, L.Vitali 4, Landry 10, Ortner 6, Fall ne, Traini 3, M. Vitali 16, Moss 2, Sacchetti 0.