Sequestro beni per betting illegale e frode sportiva: stop scommesse su minorenni

12.04.2019 10:22 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Sequestro beni per betting illegale e frode sportiva: stop scommesse su minorenni

Il Disegno di legge SULLA NUOVA REGOLAMENTAZIONE DELLE SCOMMESSE SPORTIVE  che ieri ha ottenuto l'approvazione definitiva della Camera, ratificherà la Convenzione del Consiglio d'Europa sulla manipolazione delle competizioni sportive, siglata a Magglingen. Abbiamo raccontato anche delle scommesse legali su avvenimenti sportivi che riguardano minors e minorenni, ed era l'ora che si concretizzasse qualcosa. Rimane però ancora tanto da lavorare su raccordo legislativo ed informatico fra i singoli stati per frenare i flussi finanziari tra gli operatori di scommesse illegali e i consumatori.

Giorgetti. Ieri il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, ha concluso il dibattito alla Camera ribadendo «la ratifica della Convenzione consentirà al Governo di attuare misure necessarie e condivise. In materia di manipolazione delle scommesse sportive la cooperazione internazionale è fondamentale. Un paese da solo non riesce a contrastare questo fenomeno perché il flusso delle scommesse si muove in paesi non con regolamentazioni precise e puntuali come quella italiana»

Cosa prevede la legge. Confisca penale dei beni utilizzati e dei proventi accumulati dai criminali che commettono il reato di frode sportiva. Nel caso in cui non sia possibile procedere, il giudice ordinerà la confisca di beni di valore «equivalente a quelli che costituiscono il prodotto, il profitto o il prezzo del reato e di cui il reo ha la disponibilità, anche indirettamente o per interposta persona».

Responsabilità amministrativa. Il testo la stabilisce all'articolo 5 per le persone giuridiche e per gli stessi reati, nel caso in cui vi sia stato una mancanza di sorveglianza o di organizzazione con conseguente mancato controllo del responsabile dell'illecito.

Agenzia & Scommesse su minori. L'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli è definita Ente accertatore in qualità di «l'Autorità nazionale per la regolamentazione delle scommesse \ sportive», attraverso la quale si interverrà per contrastare il betting illegale e anche per limitare l'offerta su alcune competizioni. E immediatamente gli uffici di palazzo Chigi e di Adm sono operativi per ottenere il blocco dell'autorizzazione delle scommesse sui campionati disputati da minorenni.

RIPRODUZIONE RISERVATA