La Viola Under 19 stende la Virtus Catanzaro e stacca il biglietto per la finale regionale

La finale avrà luogo a Bovalino contro il Pollino Basket Castrovillari alle ore 18
17.04.2013 15:35 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Scuola Basket Viola Reggio Calabria
La Viola Under 19 stende la Virtus Catanzaro e stacca il biglietto per la finale regionale

La Viola Under 19 supera lo scoglio Virtus Cz nella semifinale regionale di categoria e ottiene il lasciapassare  per la finale di venerdì 19 aprile che i neroarancio disputeranno , sempre a Bovalino, alle ore 18, contro il Pollino Basket Castrovillari che si è imposto sul Rosarno. Nel pomeriggio di lunedì 15 aprile, presso la palestra del Liceo scientifico “ La Cava”, i reggini hanno battuto il team di coach Ceroni per 102-81 al termine di una partita incandescente e non solo per l’elevata temperatura esterna ma anche per il clima che si è respirato per 40’ sul parquet e sugli spalti considerata  l’enorme importanza della posta in palio.
La partita tra due formazioni di due dei Settori Giovanili più prolifici dell’intera regione, si è rivelata sin da subito maschia, spigolosa e a tratti nervosa.
Inizio contratto per i violini che lasciano troppo spazio alle iniziative degli avversari e dopo un avvio punto a punto, i catanzaresi cercano di scappare via portandosi sul + 7.Viglianisi, Costa, Rappoccio e Pandolfi ricuciono ben presto lo strappo e la Viola chiude i primi 10’ sotto di un solo punto. Nel 2^ quarto l’inerzia del match passa nelle mani dei reggini che da lì in poi comandano le operazioni grazie a un Lupusor in piena trance agonistica, a un chirurgico Pandolfi e a  un grintoso Scordino prezioso sia in difesa sia in attacco che fanno volare la squadra sul +11 a fine primo tempo.
Nella ripresa il copione non cambia, i neroarancio continuano a macinare gioco, i giallorossi si affidano al tiro dalla lunga ma senza fortuna mentre la Viola buca la retina con continuità fino a toccare il max vantaggio di 26 punti. A metà frazione Rappoccio reagisce a un brutto fallo di Morici e viene mandato anzitempo sotto la doccia dagli arbitri. La squadra non si scompone e gestisce il gioco in maniera intelligente. Alla fine del terzo periodo il tabellone segna Viola 79 – Catanzaro 57.
Messo in ghiaccio il risultato, l’ultimo quarto si trasforma in garbage time: la partita fila via senza particolari sussulti, coach Motta concede spazio alla panchina e la Virtus ne approfitta per limare lo scarto con i neroarancio già proiettati alla finalissima .
A fine gara un esausto ma felice coach Motta commenta così la prestazione dei suoi: “Volevamo regalarci la finale e anche qualcosa in più e così è stato. Siamo cresciuti minuto dopo minuto, pur non avendo iniziato in maniera troppo brillante. È stata una grande prova del collettivo ,tutti hanno lavorato per un solo obiettivo, nonostante non ci siano state tante possibilità durante la stagione di svolgere attività di squadra con continuità a causa dei doppi tesseramenti di qualcuno dei nostri giocatori. E’ stata una gara intensissima, bella, a tratti addirittura spettacolare, una serata di grande basket sotto tutti i punti di vista, dove si sono visti i migliori talenti dell'intera regione. Contro Castrovillari giocheremo con il massimo delle motivazioni e dell'ambizione per riuscire ad arrivare all'interzona e confrontarci con squadre di grande spessore del panorama cestistico nazionale.”
I dirigenti neroarancio Nino Ripepi e Mario Porto dichiarano all’unisono: “Risultato importante e bella partita, la vera finale era questa, abbiamo dimostrato di non avere rivali a livello provinciale e regionale, adesso però vogliamo imporci e toglierci qualche soddisfazione anche fuori dalla Calabria. Ancora commettiamo qualche errore di ingenuità dovuto alla giovane età ma siamo molto contenti per il percorso fatto finora.”
Antonio Ceroni (coach Virtus Cz ): Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi. Finchè c'è stata la possibilità siamo rimasti attaccati al match poi la superiorità della Viola è venuta fuori e c'è stato poco da fare, peccato che le due squadre non si siano affrontate in finale. La Viola merita il titolo e di fare più strada possibile,penso sia ben attrezzata per poter fare un buon concentramento. Attualmente i Settori Giovanili di Viola e Catanzaro sono all'avanguardia e lasciano ben sperare per il futuro in  una regione che fa fatica a emergere a livello giovanile in Italia ma dobbiamo fare tutti ancora un passo in avanti sotto diversi aspetti. Un grosso in bocca al lupo agli amici della Viola “.

Viola Rc - Virtus Cz 102-81 (25-26, 53-42,79-57)

Viola Rc : Fragna, Pandolfi 20, Iero, Costa 11,Mallamaci, Viglianisi 7, Latella 3, Lupusor 31, Rappoccio 16, Osmatescu, Cuzzola 6, Scordino 8.
Coach : Pasquale Motta - Ass. : Seby D'Agostino - Acc. : Mario Porto e Nino Ripepi

Virtus Cz: Durante 9, Screnci, Munizzi 6, Urzino 8, Calabretta 2, Samà 1, Palazzo 14, Cossari 8, Morici 24,Scuderi, Fratto 5, Bova 4.
Coach : Antonio Ceroni

Arbitri: Viglianisi di Rc e Nocera di Cz