A2 F - VelcoFin Vicenza regola Carugate a domicilio

17.12.2017 20:37 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 91 volte
Fonte: Vicenza Report
Federica Destro
Federica Destro

Comoda vittoria per la VelcoFin Vicenza in terra lombarda. Ieri sera, al Palasport di via del Ginestrino, le biancorosse hanno regolato le padrone di casa del Carosello Carugate, con il risultato di 38-62. Questa gara, iniziata alle 20.30 e valida per la dodicesima giornata di andata del girone Nord del campionato di serie A2 di basket femminile, ha visto le biancoblù tenere il campo solo nei primi minuti. Poi le vicentine hanno preso le redini del gioco, amministrando il vantaggio via via creato, fino al +24 finale.

Diotti, servita da Zelnyte, Rossi, ancora su assist della lituana, e Albano, costruiscono il 6-0 del secondo minuto. Brcaninovic ci mette una pezza, 6-3, ma Diotti rintuzza la dose, 8-3. La Velcofin annulla il gap grazie ai centri di Zanetti e Mingardo 8-8, e poi al settimo minuto Stoppa timbra il vantaggio esterno, 10-12. Alla prima sirena Vicenza conduce per 14-17.

Il botta e risposta tra Diotti e Ferri apre la seconda frazione, 16-19. La partita non è scoppiettante e al quinto minuto Carugate trova il canestro del -1, 18-19. Due liberi di Brcaninovic ristabiliscono un possesso pieno di vantaggio per le ospiti, 18-21, consigliando, pochi secondi più tardi, il minuto di sospensione di coach Andrea Piccinelli. Al ritorno sul parquet, la VelcoFin allunga fino al 18-25. Le vicentine non riescono però a prendere il largo e, a metà partita, il tabellone è fisso sul 22-31.

Dopo l’intervallo lungo Brcaninovic trova la doppia cifra di vantaggio, 22-33, ma la tripla di Gombac, che vale il 25-33, riavvicina le biancoblù e riscalda il palasport. Sul nuovo +11, 29-40, Brcaniniovic e Ferri griffano un break di 4-0, 29-44. Per i successivi due minuti i quintetti in campo sprecano molto e poi Carugate ritrova la via del canestro con Rossini, imitata poco dopo da Martina Destro 31-47.

Nell’ultimo periodo, per più di tre minuti i canestri sembrano sigillati. A rompere il ghiaccio ci pensa Stoppa, che in contropiede deposita il +18 biancorosso, 31-49. Segue il facile appoggio di Diotti, 33-49, favorita da una non impeccabile rotazione difensiva. La VelcoFin bada bene ad utilizzare il cronometro, cercando nella match-up un antidoto all’asfittico attacco lombardo. Intanto capita di tutto, tecnico alla panchina di Carugate e, un minuto di tardi più tardi, espulsione poco chiara di Zelnyte. Il tempo scivola via, Stoppa in penetrazione, Brcaninovic dall’arco e Ferri da media distanza (38-62) dicono che è ora di chiudere e di preparare la sfida interna con Marghera.

Carugate: Rossini 4, Diotti 14, Pontillo ne, Cerizza ne, Contestabile, Rossi 6, Zelnyte 4, Mariani ne, Albano 2, Zolfanelli, Gombac 8

Vicenza: Destro M. 7, Monaco, Mingardo 3, Destro F. 4, Stoppa 10, Gamba 1, Ferri 6, Brcaninovic 22, Santarelli ne, Zanetti 9, Pizzolato, Maculan

Ilaria Martini