A1 F - Venezia manda in gondola Napoli. Grande secondo tempo delle lagunari

17.12.2017 20:57 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 110 volte
Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia
A1 F - Venezia manda in gondola Napoli. Grande secondo tempo delle lagunari

Con un grande secondo tempo l’Umana Reyer piega un’ostica Napoli 76-60, consolida il secondo posto e chiuderà il 2017 nel derby di Schio con la possibilità di agganciare le scledensi in classifica
La partita si apre con un bel canestro di Walker, a cui risponde Harmon due volte, poi di nuovo la numero 44 impatta a quota 4 dopo 2′ su un recupero di Ruzickova. Dotto trova due canestri, intervallati da altri due punti di Harmon (8-6 al 4′), prima che la partita veda il primo allungo: è delle ospiti, con un parziale di 0-8 in poco più di 2′, segnato in particolare dalle triple (di Dolson e Gemelos). Ruzickova, allo scadere dei 24”, ritrova la via del canestro per le orogranata, dando il là alla controrisposta Umana Reyer: un 7-2 che, sul gioco da tre punti di Walker, vale il 15-16 al 9′. Dopo alcuni errori su entrambi i fronti, l’ultimo canestro del periodo è però di Harmon che, con un pizzico di fortuna, sulla sirena sigla il 15-18.
Waker e Bestagno (su grande assist di Williams) permettono alle orogranata di sorpassare (19-18) all’11’30”, poi, dopo il secondo fallo di Dolson e alcune ottime difese dell’Umana Reyer, Harmon raggiunge la doppia cifra personale sul controsorpasso napoletano e, dopo qualche palla persa di troppo delle veneziane, la Saces infila uno 0-7 per il 21-27 al 14’30” sulla tripla di Gemelos. Carangelo, dalla lunetta, torna a muovere il punteggio orogranata dopo 5′, ma, sempre dall’arco, Carta scrive il nuovo massimo vantaggio ospite (23-30) al 17’30”. Il finale di tempo, però, è dell’Umana Reyer, grazie soprattutto ai rimbalzi offensivi di Carangelo e Williams, con quest’ultima che sigla gli ultimi quattro punti, mandando le squadre all’intervallo lungo sul 29-31.
Al rientro in campo, nel quintetto orogranata ci sono anhce Williams, Micovic e Dotto e sono queste ultime due a tenere a contatto l’Umana Reyer, rispondendo colpo su colpo a Cinili e Gemelos. Una tripla di Ruzickova vale il sorpasso (37-36) al 23′, con l’Umana Reyer che alza il livello difensivo in una partita che si fa sempre più fisica. Dal 42-42 del 26′ le orogranata mettono il primo allungo decisivo, giocando ottimamente di squadra (ben 4 assist, tanti quanti nell’intero primo tempo, in 7′) e colpendo dall’arco (4/6 da 3 nel terzo periodo). Sono proprio due triple, di Carangelo e De Pretto, a dare il primo vantaggio in doppia cifra (52-42 al 19′), poi, sempre con una bomba, Gemelos prova a riavvicinare Napoli, anche se di nuovo De Pretto chiude il terzo quarto sul 54-45.
Il distacco tra le due squadra si mantiene tra i 7 e i 9 punti per i primi due minuti di ultimo periodo, poi l’Umana Reyer costruisce una tripla aperta per Carangelo ed è 61-49. La panchina di Napoli chiama time out di fronte all’aggressività difensiva veneziana, ma, nonostante l’attacco orogranata si inceppi per 3′, le ospiti nel frangente segnano soli 3 punti, così l’antisportivo di Pastore dà il là ad un nuovo break delle ragazze di Liberalotto (spettacolare un assist di Dotto a tagliare il campo per Williams: con Walker (5 di fila) è così 70-52 al 37′, poi il gioco da tre punti di Williams al 38′ riscrive il massimo margine sul 73-54, con il finale che vale solo per le statistiche e la partita che si chiude sul 76-60.

UMANA REYER VENEZIA – SACES MAPEI GIVOVA DIKE NAPOLI 76-60

Parziali: 15-18; 29-31; 54-45

Umana Reyer: Micovic 3, Bestagno 2, Carangelo 11, Kacerik, Williams 14, De Pretto 9, Sandri, Ruzickova 13, Dotto 8, Walker 16. All. Liberalotto.
Saces Mapei: Di Battista ne, Cinili 6, Pastore, Carta 3, Diene, Harmon 18, Dacic ne, Gemelos 20, Dolson 13, De Cassan ne. All. Molino.